You are hereAggregatore notizie

Aggregatore notizie


Covid, nuova ordinanza: “coprifuoco” su tutta la Liguria fino a lunedì

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 18:53

Liguria. Limitazioni alla mobilità – sino a lunedì 2 novembre – per tentare di neutralizzare quello che da tradizione si caratterizza per essere un weekend molto animato: quello di Halloween. È questa la decisione presa nelle ultime ore da Regione Liguria con un’ordinanza (valida su tutto il territorio regionale) firmata dal governatore Giovanni Toti.

Le nuove limitazioni sono riferite agli orari serali/notturni, dalle 21 alle 6 del mattino seguente. Quindi: dalle 21 di venerdì 30 ottobre alle 6 di sabato 31, dalle 21 del 31 alle 6 di domenica 1 novembre e dalle 21 del 1 novembre alle 6 di lunedì 2 novembre. Esattamente nella stessa fascia oraria prevista dall’ordinanza in vigore nel Comune Genova.

Lo stesso provvedimento voluto dall’amministrazione regionale, inoltre, pone al 60% la quota massima di riempimento dei mezzi pubblici in Liguria, calcolata sulla capienza nominale per cui sono omologati autobus e treni. Sui treni invece la capienza resterà all’80% come previsto dalle norme nazionali in vigore.

“Con l’aiuto dei nuovi mezzi e delle nuove disposizioni per la didattica a distanza abbiamo la possibilità di far girare i bus a Genova e in Liguria in modo meno affollato”, ha commentato Toti. “Abbiamo analizzato tutti i dati – ha aggiunto l’assessore Berrino – e parlato con tutte le aziende di trasporto su gomma che sono già pronte a sostenere le corse che dovessero essere più piene con altri bus per evitare assembramenti. Perché il sistema funzioni ci vuole la collaborazione di tutti i cittadini.

“L’estensione del ‘modello Genova’ al resto della Liguria nelle prossime serate è indispensabile per dare un messaggio forte, soprattutto ai giovani: vogliamo evitare che i nostri ragazzi corrano dei rischi di potenziali contagi, abbassando la guardia durante il prossimo fine settimana, in cui solitamente si festeggia anche Halloween. Devono prevalere responsabilità e massima prudenza. Non si tratta di un coprifuoco, ma di una forte raccomandazione a limitare gli spostamenti, se non indispensabili, evitando le occasioni di assembramento o aggregazione che possano in qualche modo favorire i contagi”.

In base all’ordinanza, è consentito entrare e uscire da casa o dagli esercizi legittimamente aperti, è consentito spostarsi per esigenze lavorative, attività sportiva o motoria individuale, situazioni di necessità o motivi di salute.

“Al di là di questa specifica misura – aggiunge Toti – rivolgiamo alle persone anziane e fragili una forte raccomandazione a fare una vita ritirata, evitando i luoghi affollati e ogni situazione di potenziale rischio”.

“È un ulteriore segnale per i cittadini, affinché usino sempre molta attenzione negli spostamenti – spiega l’assessore ai Trasporti Gianni Berrino -. Questo si unisce alla richiesta di rispettare sempre la regola di indossare la mascherina e sanificarsi le mani. Chiediamo inoltre ai cittadini la loro collaborazione per evitare assembramenti alle fermate, giacché le aziende di trasporto hanno già previsto corse aggiuntive sulle linee maggiormente frequentate, proprio per garantire che nessuno rimanga a piedi o debba salire su un autobus troppo affollato”.

ESTESO AGLI OVER 75 IL BANDO ‘TRASPORTO IN SICUREZZA’

Regione Liguria estende agli over 75 il bando ‘trasporto in sicurezza’, ovvero la possibilità di presentare domanda di voucher per ottenere una carta prepagata da 250 euro da ritirare presso gli sportelli Carige (selezionato dal beneficiario al momento della compilazione della domanda tra i 62 sportelli messi a disposizione) e da spendere a partire dal 9 novembre sulla rete regionale dei servizi taxi e noleggio con conducente (Ncc), con un limite di utilizzo per ciascuna corsa pari a 30 euro.

“L’obiettivo – spiega l’assessore alle Politiche sociali Ilaria Cavo – è ridurre il rischio di contagio per le persone anziane, maggiormente esposte a possibili complicanze in caso di infezione anche in assenza di altre patologie. Vogliamo andare incontro agli over 75, quindi ad una parte della popolazione di cui vogliamo avere particolare cura e che vogliamo proteggere. Allo stesso tempo, questa scelta è in linea con le altre misure già adottate per alleggerire il trasporto pubblico locale”.

Il bando, che mantiene il budget di 2,2 milioni di euro, rimane rivolto alle categorie per cui era stato inizialmente pensato ovvero persone affette da malattie rare o con esenzione per patologie che comportino difficoltà di deambulazione o in possesso di riconoscimento di invalidità civile al 100% e donne in gravidanza. Il termine per la presentazione delle domande, attraverso lo sportello on line sul sito di Filse, è il 31 dicembre 2020. Ai beneficiari verrà consegnata una carta prepagata che avrà un chip che ne consente l’utilizzo solo su taxi e Ncc e non per altri utilizzi. Dovrà essere spesa entro il 30 giugno 2021.

Ad oggi sono già state presentate 810 domande, di cui circa 700 già ammesse al beneficio.

A partire dal 3 novembre i cittadini che intendano presentare domanda potranno rivolgersi al numero verde 800 180 431 per avere un supporto qualificato nella compilazione (anche nei festivi): sarà possibile avere una consulenza telefonica oppure un appuntamento in uno dei 26 sportelli (elenco allegato) delle Associazioni dei Consumatori e degli Utenti riconosciute da Regione e coordinate dall’Istituto ligure del consumo. “Grazie al supporto delle associazioni dei consumatori e di Filse che sta effettuando la formazione degli operatori del numero verde – conclude l’assessore Cavo – faremo tutto il possibile per limitare gli spostamenti delle persone fragili, favorendo la compilazione della domanda attraverso la consulenza telefonica”.

Categorie: Notizie Locali

Medico positivo, giornata di stop per Cairo Salute: sanificazione e ripartenza dei servizi sanitari

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 18:41

Cairo Montenotte. Ieri sera la conferma della positività di un medico di medicina generale in servizio a Cairo Salute. Per questo, nella giornata odierna il centro salute cairese ha fermato ogni attività sanitaria ed è stata disposta una sanificazione e igienizzazione di tutti i locali della struttura.

Sempre per il caso positivo del medico è stata disposta la chiusura degli studi medici periferici nei quali operava, compreso il punto di vaccinazione presso Palazzo di Città. Anche in questo caso si è effettuata una sanificazione e igienizzazione. “Non siamo certo di fronte ad un nuovo cluster – afferma il direttore di Cairo Salute Amatore Morando -. Da domani il centro salute sarà regolarmente aperto”.

“Il medico, così come tutti noi, ha rispettato con rigore le misure anti-contagio durante la sua attività, tuttavia il virus lo ha colpito” aggiunge, forse in un contesto privato.

“Fortunatamente le sue condizioni sono buone, ora è a casa in isolamento”.

Infine l’appello rivolto ai pazienti e ai cittadini: “Siamo in un momento molto delicato, in una nuova emergenza sanitaria nella quale il virus è presente e si diffonde. Dobbiamo evitare una espansione dei contagi. Per questo è indispensabile recarsi nei centri medici solo per evidente necessità, per ritiro esami, ricette e altro è fondamentale utilizzare i canali telematici. Impedire ogni possibile forma di assembramento, anche minimale e pur rispettando il distanziamento con mascherina, è molto importante in questa fase emergenziale” conclude il direttore di Cairo Salute.

Categorie: Notizie Locali

Spotorno, minoranze contro Fiorini: “Nessun aiuto alle categorie in difficoltà dopo il nuovo Dpcm”

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 17:53

Spotorno. “Ancora una volta solo grazie al senso di responsabilità dei gruppi di opposizione si sono potute tenere le commissioni consiliari e consentire in tal modo il regolare svolgimento dell’attività del Comune in un momento così delicato per la vita sociale ed economica della nostra comunità”. A parlare, in una nota, sono i capigruppo di minoranza spotornesi Franco Bonasera, Franco Riccobene e Matteo Marcenaro.

“Infatti dopo che già lo scorso martedì la maggioranza di Fiorini si era dimostrata incapace di essere autosufficiente per l’approvazione del regolamento per la concessione dei contributi Covid (e parliamo della prima ondata), anche oggi è andato in scena lo stesso copione con la commissione bilancio – spiegano i consiglieri -. Ma appunto come gruppi di minoranza consci della situazione delicata in cui versano molte imprese e famiglie spotornesi abbiamo garantito il numero legale per l’approvazione di questi provvedimenti, che essendo riferiti alla prima ondata Covid arrivano già con un ingiustificabile ritardo, speriamo almeno si dimostrino utili in vista delle nuove chiusure che purtroppo iniziano ad interessare anche le aziende del nostro comune”.

“Ma quello che ci ha sorpreso più di tutto è la programmazione di una spesa di 840 mila euro per gli ‘asfalti elettorali’, mentre nemmeno un centesimo in più a quanto già a suo tempo previsto è stato stanziato per famiglie ed imprese in previsione della nuova stretta contenuta nell’ultimo DPCM varato dal Governo – proseguono Marcenaro, Bonasera, Spiga e Riccobene -. Surreale è stata poi la giustificazione del sindaco di non sapere nemmeno in quali strade verranno spesi gli 840.000 euro, che pure rappresenta una cifra ragguardevole per il bilancio cittadino. Per questo i consiglieri di minoranza presenti in commissione hanno chiesto che vengano rapidamente reperite ulteriori risorse per ridurre le imposte comunali a carico delle imprese colpite dalle chiusure che le interesseranno il prossimo mese nonché prevedere deroghe ai regolamenti edilizi per consentire senza oneri l’installazione di coperture rimovibili per favorire l’utilizzo dei dehor anche durante il periodo invernale”.

“Attendiamo fiduciosi che queste richieste vengano rapidamente evase, almeno altrettanto velocemente quanto gli asfalti elettorali che il nostro Sindaco si appresta a spargere in vista della scadenza del suo mandato” concludono i consiglieri di opposizione.

Categorie: Notizie Locali

Tpl, le Regioni del Nord insorgono: “Per i servizi aggiuntivi non è arrivato un euro”

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 17:51

Liguria. “Al Governo abbiamo più volte ribadito che i finanziamenti statali destinati al trasporto pubblico locale per l’emergenza sanitaria (500+400 milioni) non sono sufficienti per far fronte al potenziamento dei servizi e alla riduzione dei ricavi delle aziende di Tpl. Sorprende dunque che il ministro De Micheli sostenga di non aver ricevuto dalle Regioni richieste di risorse aggiuntive: la nostra posizione è stata portata all’attenzione dell’Esecutivo in tutte le sedi utili comprese le riunioni formali, non ultima quella dello scorso 30 agosto, fermo restando che le Regioni chiedono al Governo di affrontare seriamente il tema del Tpl da fine marzo”.

Lo dichiarano gli assessori regionali ai Trasporti di Lombardia (Claudia Maria Terzi), Veneto (Elisa De Berti), Piemonte (Marco Gabusi), Liguria (Giovanni Berrino) e Friuli Venezia Giulia (Graziano Pizzimenti) in merito alle parole del ministro Paola De Micheli e del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

“Sorprende anche che il presidente del Consiglio Conte parli di un mancato pieno utilizzo delle risorse messe a disposizione delle Regioni per rafforzare il trasporto pubblico: la verità è che le risorse promesse dal Governo per i servizi aggiuntivi non sono ancora arrivate. Infatti, non è ancora stato approvato il decreto attuativo per il riparto dell’anticipazione dei primi 150 milioni sui 300 milioni di risorse stanziate dallo Stato”.

“Per i servizi aggiuntivi, dunque, non è ancora arrivato un euro. Le azioni per potenziare il trasporto sono state attivate nelle varie Regioni in assenza di un contributo governativo, che ci auguriamo possa arrivare quanto prima”.

“È gravissimo che il presidente del Consiglio e il ministro competente cerchino di scaricare le proprie responsabilità sulle Regioni. Inizino invece a erogare le risorse annunciate senza le quali il sistema Tpl non potrà stare in piedi ancora per molto” concludono.

Categorie: Notizie Locali

Sviluppo economico, conclusa l’edizione 2020 di Smartcup Liguria: 44 progetti in gara

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 17:13

Regione. Si è svolto oggi l’evento finale della ottava edizione della SmartCup Liguria, il concorso per idee imprenditoriali generate da spin-off universitari e start-up imprenditoriali voluto dalla Regione Liguria e organizzato da Filse.

L’edizione 2020, presentata dal vicedirettore generale di Filse Maria Nives Riggio, si è svolta per la prima volta tutta on-line anche grazie al supporto di Liguria Digitale, partner tecnologico. I 15 finalisti, selezionati su 44 progetti presentati, che hanno coinvolto più di 100 persone, si sono sfidati con il metodo dell’elevator pitch per la presentazione dei progetti. Nei 3 minuti che ognuno di loro aveva a disposizione, hanno cercato di convincere la Giuria e gli investitori collegati che il loro progetto era il migliore.

I 4 progetti vincitori, sono stati premiati dall’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti e dal presidente di Filse Pietro Codognato Perissinotto, oltre ai numerosi partner dell’iniziativa che hanno accompagnato l’evento con premi collaterali, sono: vincitore della categoria “Cleantech & Energy” è KFP – KitchenFootPrint, app che permette di valutare l’impatto ambientale della propria alimentazione; vincitore della categoria “ICT & Social Innovation” è la piattaforma Replayer che coniuga il servizio di pianificazione e prenotazione online di centri sportivi con un sistema avanzato ed automatizzato di ripresa dei match con telecamere ad alta definizione.

L’attenzione per l’ambiente e la salute non poteva che essere protagonista di quest’edizione, con due vincitori per la categoria “Life Science”. Primo vincitore è il progetto Kidaria Bioscense che con un’idea di impresa sulla produzione e caratterizzazione di estratti vegetali antiossidanti da impiegare negli ambiti della cosmesi, della nutraceutica e della ricerca biomedica. Secondo premio della categoria “Life Science” e vincitore assoluto SmartCup Liguria 2020 è ScreenNeuroPharm, team interamente femminile che cura l’ingegnerizzazione di colture cellulari per lo screening farmacologico.

“L’edizione di SmartCup di quest’anno ha un sapore e un significato particolare – commenta il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – Il fatto che ci sia qualcuno che in un momento come questo scommette sul futuro con ottimismo è un segnale particolarmente rilevante, ed è testimone della convinzione che una volta vinta la battaglia più importante contro il Covid, a oggi quella che ci impegna di maggiormente, torneremo a fare impresa, a innovare, a crescere”.

“I risultati delle scorse edizioni si commentano da sole – aggiunge il governatore – Dal 2013 a oggi sono più di 230 le idee imprenditoriali che hanno partecipato a SMARTCup, di cui il 70% sono diventate imprese: il nostro impegno è quello di lavorare ancora di più e meglio perché le idee emergano e trovino terreno fertile per crescere. Il tutto grazie alla capacità del settore pubblico di sostenerle sia in termini di organizzazione che in termini di finanza, in una virtuosa integrazione pubblico-privato che generi uno sbocco sul mercato”.

“Nemmeno l’emergenza sanitaria ha placato il tradizionale spirito imprenditoriale dei giovani liguri – aggiunge l’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti – Sono particolarmente contento quest’oggi di partecipare alla nuova edizione di SMARTCup Liguria, perché – ancora più di ieri – abbiamo bisogno di fare squadra per studiare assieme soluzioni innovative per il domani. Regione Liguria, dal canto suo, non ha abbandonato queste importanti realtà imprenditoriali, attivando un fondo da 1,5 milioni di euro che consente a tutte le start up di piccole-medie dimensioni di beneficiare di importi fino a 50 mila euro, per far fronte alle proprie esigenze finanziarie. Siamo convinti che, anche con questi strumenti innovativi di rafforzamento patrimoniale, riusciremo ad accompagnarle nel loro percorso di crescita”.

“I 4 vincitori potranno giovare di un percorso di incubazione gratuita e di tutoraggio finalizzati alla creazione della loro impresa, insediandosi per 6 mesi presso gli Incubatori di Filse a Genova e Savona – precisa il presidente di Filse Perissinotto. Inoltre poiché il focus dell’iniziativa, quest’anno, era l’internazionalizzazione, abbiamo attivato le nostre partnership internazionali con la rete degli incubatori di Taiwan, quella europea di EBN e la piattaforma INNOEU che hanno garantito percorsi collaborativi aggiuntivi. L’appuntamento ora è per il PNI – Premio Nazionale per l’Innovazione, promosso dalla rete nazionale degli incubatori di impresa universitari (PNICube), in programma online i prossimi 30novembre e 4 dicembre, e dove le nostre 4 finaliste competeranno contro le eccellenze delle altre regioni”.

Categorie: Notizie Locali

Covid, oltre 1.000 nuovi positivi: nel savonese due morti e aumento dei ricoveri

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 17:12

Liguria. Sono 1.018 i nuovi positivi di oggi in Liguria, a fronte di 6.067 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. È quanto emerge dall’ultimo bollettino con i dati sull’emergenza sanitaria nella nostra Regione di Alisa e ministero.

Di questi, 106 sono stati individuati in Asl2: 30 sono dovuti al contatto con un caso confermato, altri 71 sono stati accertati mediante attività di screening e 5 sono stati individuati in strutture socio-sanitarie. Altri 130 sono stati individuati in Asl1: 47 sono dovuti ad un contatto con un caso confermati, altri 83 sono stati accertati dallo screening.

Altri 603 sono stati individuati in Asl3: 201 sono dovuti al contatto con un caso confermato, altri 390 sono stati accertati mediante attività di screening, altri 12 sono stati riscontrati in strutture socio-sanitarie. Altri 17 sono stati individuati in Asl4: 6 sono stati in contatto con un caso confermato, altri 11 sono stati accertati tramite screening. Infine 162 sono stati individuati in Asl5: 68 sono dovuti al contatto con un caso confermato, altri 93 sono stati accertati mediante attività di screening e un caso nel settore sociosanitario.

Si precisa che la specificazione della Asl non è riferita alla residenza delle persone bensì alla sede territoriale dei laboratori dove è stato refertato il tampone.

In totale sono 12.969 i positivi al coronavirus in Liguria (esclusi i guariti con due test negativi e deceduti). Sono 658 più di ieri. I casi positivi (compresi i guariti con due test negativi e deceduti) sono in tutto 25.541 e cioè 1.018 più di ieri. I casi positivi individuati da test di screening sono in tutto 3.000 e cioè 78 più di ieri. Il totale dei casi positivi in pazienti sintomatici si attesta su 23.541 e cioè 940 più di ieri.

In totale sono stati effettuati 431.053 tamponi e cioè 6.067 più di ieri.

Sono 957 le persone ricoverate in ospedale, 33 più di ieri, di cui 50 in terapia intensiva.

Le persone in isolamento domiciliare sono in tutto 6.979 e cioè 425 più di ieri. Il totale dei guariti è di 11.830 e cioè 351 in più di ieri. I soggetti in sorveglianza attiva sono in tutto 6.122.

I deceduti sono 1742 e cioè 9 più di ieri: due decessi all’ospedale di Albenga, una donna di 88 anni e un uomo di 73 anni.

I residenti positivi in provincia di Savona sono in tutto 1.179. Le persone ricoverate in ospedale sono in tutto 83, ovvero 11 più di ieri. Tre sono in terapia intensiva. I soggetti in sorveglianza attiva sono in tutto 1.775.

Categorie: Notizie Locali

Cambiamenti climatici, in Liguria autunni più piovosi e precipitazioni concentrate in tre mesi

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 17:05

Liguria. Sta cambiando la pioggia in Liguria? La risposta a questa domanda arriva dall’analisi climatica di sessant’anni di misurazioni: la “quantità” dell’acqua che cade no, “quando” cade invece sì.

Nello specifico, in particolare negli ultimi trent’anni, si è osservato un aumento delle precipitazioni nel periodo autunnale. Fra settembre e dicembre adesso piove tanto, più degli altri otto mesi dell’anno messi insieme; al contrario, nel trentennio precedente, i quantitativi dominanti si collocavano negli 8 mesi “non autunnali”.

L’approfondimento, condotto da alcuni tecnici Arpal (Luca Onorato, Luca Rusca, Antonio Iengo e Francesco Durante , l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente ligure, e da Claudio Monteverde dell’Osservatorio Don Raffaelli), ha preso in considerazione tre centraline costiere a Imperia, Genova Ponte Carrega e Tavarone, in provincia della Spezia. Per quanto riguarda la nostra provincia, le zone che in autunno raccolgono le maggiori quantità di pioggia sono le valli D’Aveto e Trebbia e la Valle Stura

Il lavoro è stato presentato in un poster alla recente Conferenza Annuale della SISC (Società italiana per le scienze del clima) ed è curioso come, analoghe conclusioni, siano state ottenute da colleghi dell’Arpa Friuli Venezia Giulia, una regione con affinità geografiche, meteorologiche e climatologiche, sebbene affacciata su un altro tipo di mare.

Un approfondimento che non scrive la parola fine sul tema, ma aggiunge un tassello a quanto evidenziato già nell’atlante climatico della regione Liguria nel 2013: nei mesi invernali del trentennio 1981-2010 si è assistito a una diminuzione delle piogge rispetto al trentennio 1961-1990, in particolare nel centro-levante, trend che sembra confermato anche negli ultimi anni. Nei mesi autunnali invece si è verificato un aumento: quindi nel corso dell’intero anno, al momento, non si osservano variazioni significative della quantità di pioggia rispetto al passato.

Categorie: Notizie Locali

La crisi non spegne tutte le insegne. Ecco come si reinvetano i nostri bravi imprenditori

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 16:59

Provincia. L’amarezza, la rabbia, il senso dell’ingiustizia, a volte la disperazione per una vita gettata via. Ma alla fine vengono fuori anche l’orgoglio e l’inventiva propria di noi italiani brava gente.

Così molti bar e ristoranti, alcuni dei quali di livello, dopo il decreto del Presidente Conte che impone la chiusura alle 18, hanno reinventato le regole della loro attività. Quasi sempre lo fanno più per passione che per convenienza, per restare comunque aperti in attesa di tempi migliori.

I modi sono tanti. Chi fa asporto o consegna a domicilio e mai avrebbe pensato di farlo, chi sposta l’ora dell’aperitivo, chi si propone per andare a cucinare a casa di chi lo vuole. Sono molte le iniziative anche in provincia di Savona. Impossibile citarle tutte, vediamone almeno alcune.

MARE HOTEL SAVONA
Alberto Tiranini ha presentato proprio oggi tutte le novità della struttura, impreziosite dalla proposta di pernottare in una delle lussuose camere dell’albergo con cena al sushi beach o al bistrot Marea. Naturalmente sono attivi i servizi di asporto e consegna a domicilio di tutte le specialità di sushi a base di pesce fresco del  Mar Ligure. Le parole di Tiranini: “Uno sguardo sul mare di Savona, in quest’angolo di Caraibi trapiantato in Liguria, può regalare un’emozione, per una serata da ricordare in un momento così difficile”. Sul sito dei Marea tutte le informazioni per chi volesse cimentarsi in questa esperienza.

SAIL INN ALASSIO
Il ristorante sul mare di Giampiero Colli, come sempre aperto a pranzo dalle 12 alle 15, alla sera propone menù speciale da asporto o con consegna a domicilio, con sconto del 30% sulla carta dei vini e dolci a cura del maestro Ernst Knam (tanto per dire il livello…). Spiega Colli: “Ritengo sia un modo per restare vicini a coloro che ci hanno sempre supportato, anche con prezzi particolari. Non dobbiamo arrenderci e un posto come Alassio deve farlo prima di tutti, distinguersi ancora una volta per servizio e qualità”. Chi conosce le specialità del Sail Inn non stenterà a crederlo. Utile consultare il sito del locale.

ANGUSTERIA ALBENGA
Riaprira tra pochi giorni, giusto il tempo per organizzarsi nel migliore dei modi e accontentare come sempre la propria clientela. Il locale di via Tiziano 5, a Vadino, non farà mancare il servizio di asporto e consegna a domicilio per le sue specialità a cominciare dal sushi di carne.

THE BALANCE SAVONA
Il noto bar in via Baglietto, nella Darsena Vecchia del porto di Savona, oltre all’apertura normale, ma un po’ anticipata, dalle 14 alle 18, ha allestito un corner shop per vini e birre, ma non poteva certo rinunciare alla sua principale caratteristica, ed ecco quindi il cocktail kit con le specialità più rinomate. Dice Baccino: “È tutto disponibile sia per l’asporto sia per la consegna a domicilio. Una luce in più in Darsena che non si rassegna a spegnersi troppo presto”. Da ricordare che il locale di Baccino è stato inserito nell’ultima guida del Gambero Rosso tra i dieci migliori cocktail bar d’Italia.

LOCANDA BARBACANA VILLANOVA D’ALBENGA
Michele Cammarata, dopo un’estate ricca di lavoro e di soddisfazioni, alle 16 del sabato e della domenica propone le merende sinoire con tapas, grigliate, carni, salumi e specialità locali come la torta pasqualina. Vini liguri, ovviamente, per un pomeriggio o magari una gita diversi.

…E TANTI ALTRI
Il tam tam del cronista alla ricerca di novità ci permette di segnalare altri locali, di cui per ragioni di tempo è impossibile approfondire le caratteristiche ma che è doveroso citare. Ecco allora il Sol Ponente di Bruno De Blasio (Alassio), The Ranch (Savona e Pietra Ligure) con i suoi famosi hamburger, la pizzeria Dolce Vita di Albenga, Vittorino di Loano che ha preparato una speciale serata di Halloween.  Guardandovi intorno troverete comunque molti altri locali che hanno cambiato abitudini e che potrebbero fare al caso vostro.

È significativo come tutti i nostri interlocutori non abbiano approfittato del contatto con il giornale per intonare le pur legittime critiche al governo ma abbiano preferito concentrarsi sulle loro iniziative e sul loro lavoro. In bocca al lupo a loro e a tutti quelli che cercano di sopravvivere in un momento come questo.

Categorie: Notizie Locali

Mascherine in classe per 8 ore, scatta la protesta dei genitori alle elementari di Albenga

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 16:46

Albenga. Una circolare che ha mandato su tutte le furie i genitori della 4C delle scuole elementari di via degli Orti ad Albenga, ma che riguarda tutto l’istituto comprensivo Albenga I, quindi anche le scuole medie: da domani mascherina obbligatoria per gli alunni nelle classi, durante le 8 ore di lezione.

“Modifiche alle procedure anticontagio” è il testo della circolare, che prevede un adeguamento dei dispositivi di protezione personale dopo l’ultimo Dpcm governativo: “Sarà sempre necessario indossare le mascherine chirurgiche, non quelle di comunità” si legge nel documento. “Solo i più piccoli potranno abbassarle in situazione di completa staticità e mantenendo le distanze di sicurezza” spiega la circolare varata dall’istituto, elaborata, forse, anche alla luce del clima di allarmismo per una classe delle medie in quarantena a seguito di un caso di positività.

Il provvedimento, però, non è affatto piaciuto ad un gruppo di genitori, in particolare quelli della 4C delle elementari. La rappresentate ha annnunciato una protesta formale nei confronti dell’istituto: “Abbiamo deciso che domani non manderemo i nostri figli a scuola” afferma.

“Si tratta di una circolare troppo restrittiva, una vera esagerazione che pensiamo possa essere anche dannosa: il distanziamento in classe c’è, sono rispettate con rigore tutte le misure anti-contagio previste per le scuole, non capiamo l’esigenza di tenere sempre le mascherine anche seduti sul banco, è davvero troppo” aggiunge.

“Tra l’altro ai nostri figli non è consentito di uscire all’aperto, per prendere almeno qualche boccata d’aria…” conclude.

La protesta vede protagonisti i genitori della 4C, ma si è estesa rapidamente a macchia di leopardo a diverse classi delle scuole elementari albenganesi, che annunciano battaglia sulla circolare.

Categorie: Notizie Locali

Alassio in Rosa per Alessia, il nuovo Dpcm stoppa gli aperitivi: al via alla poesia online

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 16:34

Alassio. Si è concluso con quello organizzato dall’Associazione Giovani Alassio sabato scorso da Spotti il ciclo di Apericerca, gli aperitivi in musica per finanziare la ricerca contro i tumore al seno.

“Alassio in Rosa per Alessia – spiega Patrizia Mordente, Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Alassio – è sicuramente stata fortemente penalizzata dall’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. L’ultimo DPCM mette definitivamente fine alla serie di Apericerca organizzati in collaborazione con AGA che ha convolto i locali della città in una autentica gara di solidarietà. Ma Alassio non smette mai di sorprenderci per le risorse che, anche nelle acque più agitate, riesce a mettere in campo. Con grande prontezza di spirito e tanta passione l’Associazione “Cosa Vuoi che ti legga” ha trasformato i corner di lettura presso la Biblioteca in alcuni video: piccoli cameo per ascoltare le parole di poeti e non solo. Da Alda Merini a Ivano Fossati passando per Madre Teresa di Calcutta prende voce e anima la grande forza delle donne”
I video caricati su youtube sono fruibili da tutti, in qualsiasi momento, anche quando si chiuderà la rassegna “Alassio in Rosa per Alessia”

“Devo davvero ringraziare tutte le associazioni che hanno dato il loro contributo perchè, nonostante tutto, giungesse forte il messaggio dell’importanza della prevenzione e della ricerca. Purtroppo oggi si parla solo di Covid-19, il rischio è di dimenticare che ci sono ben altre patologie, forse più letali”.

Di seguito (QUI) il link da cui scaricare, ascoltare le poesie lette dai volontari di “Cosa vuoi che ti legga”

Categorie: Notizie Locali

Alassio, per il delivery accessi aperti ai ristoratori nelle ZTL

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 16:22

Alassio. “Dalle ore 00.01 di Sabato 31 ottobre, e fino al 24 Novembre 2020 ovvero fino alla vigenza di provvedimenti successivi e consequenziali che prevedano analoghe restrizioni per la categoria commerciale suddetta, è consentito l’accesso nelle Zone a Traffico Limitato site in Passeggiata Cadorna (tra via Piave e via IV Novembre), via Cavour, passeggiata Grollero, via Torino e via Roma (tra via Boselli e piazzetta D’Amico) – tutti i giorni dalle ore 19 alle ore 23 esclusivamente per ciclomotori e motoveicoli, a condizione che ciascun esercizio di ristorazione insistente nelle citate zone comunichi formalmente e preventivamente al Comando di Polizia Municipale un massimo di 2 targhe afferenti alle categorie di veicoli indicate”.
L’ordinanza, sottoscritta, stamani è quanto predisposto dal Comando di Polizia Municipale, in accordo con il vicesindaco di Alassio Angelo Galtieri.

“Come avevo indicato durante il Consiglio Comunale – spiega lo stesso Galtieri – in risposta ad una proposta del Consigliere Jan Casella, l’idea di riaprire gli accessi per favorire il delivery era già sul tavolo del Comandante della Polizia Municipale, Francesco Parrella, che proprio stamani mi ha presentato alla firma l’ordinanza”.

“Il sistema – aggiunge Parrella – è molto semplice e ricalca quello già attuato durante il precedente lockdown. Sarà sufficiente che gli esercizi di ristorazione segnalino formalmente al Comando le targhe di un massimo di due motoveicoli, perchè ne sia autorizzato il transito nelle zone a traffico limitato indicate nella stessa ordinanza”.

“Speriamo non sia necessario – conclude Galtieri – ma l’ordinanza, valida per ora fino alla scadenza del DPCM e quindi dei limiti imposti dallo stesso, sarà ulteriormente prorogabile qualora se ne ravvisasse la necessità. Ma, ripeto, speriamo che si possa presto tornare alla normalità”.

Categorie: Notizie Locali

Tafferugli Genova, M5S ligure: “Solidarietà ai due agenti di polizia feriti”

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 15:50

Genova. “Siamo alle solite: una manifestazione civile, ordinata e pacifica è stata inficiata da una frangia di manifestanti violenti che hanno pensato bene di seminare il disordine in centro a Genova. Con il risultato che tra urla, cori e fumogeni, a un certo punto è arrivato il lancio di oggetti, tra cui delle bottiglie” dichiarano i consiglieri regionali Fabio Tosi e Paolo Ugolini.

“Sono stati colpiti anche due poliziotti, uno al ginocchio e uno al viso – spiegano i due consiglieri -. Come M5S Liguria esprimiamo tutta la nostra solidarietà ai due agenti: sono certamente giornate difficili ma nessuna criticità può sdoganare le azioni violente cui abbiamo assistito ieri sera tra piazza De Ferrari e Corvetto”.

Che poi aggiungono: “Chiunque ci sia dietro chi volutamente disturba il diritto a esprimersi in una manifestazione pacifica, certamente non aiuta, anzi danneggia tutte le categorie che ieri sera, in piazza, hanno incontrato i rappresentanti delle istituzioni per invocare una maggiore attenzione e chiedere un incontro”.

Categorie: Notizie Locali

Cengio, ordinanza del sindaco Dotta: nuove regole per l’accesso agli uffici comunali

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 15:44

Cengio.  L’amministrazione comunale di Cengio, al fine di limitare la diffusione del contagio da Covid-19, ha predisposto che a far data da lunedì 02 novembre 2020 l’accesso agli uffici comunali sarà possibile dopo contatto telefonico e/o contatto di posta elettronica e solo ed esclusivamente nel caso in cui sia necessario essere fisicamente presenti per l’erogazione del servizio.

Per l’accesso in Comune sarà altresì richiesta la compilazione di un’autodichiarazione (scaricabile sul sito istituzionale e/o reperibile all’ingresso del Comune) senza la quale l’accesso agli uffici comunali non sarà consentito. Maggiori informazioni cliccando QUI.

Inoltre, con ordinanza n. 54/2020 del 29/10/2020, in vigore da lunedì 02 novembre 2020 e fino al 24 novembre 2020, il Sindaco Francesco Dotta ha disposto la preclusione al pubblico della biblioteca comunale, della palestra comunale e di Palazzo Rosso e la sospensione di tutte le attività sportive, di gruppo ed individuali.

Il testo completo dell’ordinanza è consultabile cliccando QUI.

Categorie: Notizie Locali

Coop, shopping in sicurezza nei centri commerciali di Savona e Albenga

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 15:24

Savona/Albenga. Nei centri commerciali del circuito Coop Liguria si confermano tutte le procedure per uno shopping in sicurezza. Ma questa settimana al venerdì arrivano anche i buoni.

A Savona, effettuando infatti un acquisto (scontrino unico con importo minimo di 50 euro) presso l’Ipercoop del Centro Commerciale Il Gabbiano venerdì 30 ottobre (ma pure venerdì 6, venerdì 13, venerdì 20 e venerdì 27 novembre), il cliente potrà infatti ritirare alla postazione presente in galleria, nella fascia oraria 16.00-20.00, un carnet di buoni acquisto del valore cumulato di 20 euro spendibili dallo stesso giorno del ritiro presso tutti i negozi e le ristorazioni del Centro Commerciale Il Gabbiano, ad esclusione dell’Ipercoop e del Degusto Coop.

Lo stesso meccanismo lo potranno sfruttare i clienti del centro commerciale Le Serre ad Albenga. In questo caso i clienti che faranno un acquisto di minimo 50 euro all’Ipercoop potranno recarsi il giorno stesso con lo scontrino di acquisto in postazione in galleria dalle 15 alle 19 e ritirare un carnet di buoni acquisto di 20 euro da spendere in tutti i negozi del Centro, ad eccezione dell’Ipercoop e del Degusto Coop, dallo stesso giorno del ritiro. In questo caso l’iniziativa, oltre che venerdì 30 ottobre, sarà replicata venerdì 6, venerdì 13 novembre.

Categorie: Notizie Locali

Bocconi avvelenati a Savona, Enpa lancia l’allarme: “Massima attenzione”

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 15:19

Savona. La Protezione Animali lancia un appello alla massima attenzione a tutti i proprietari e curatori di animali liberi della zona di corso Ricci, attorno agli edifici delle Ammiraglie, dove sono stati trovati bocconi avvelenati.

Spiegano gli animalisti: “Un cane che passeggiava col proprietario ha dovuto essere medicato dal veterinario di famiglia che è riuscito a salvarlo; le guardie zoofile volontarie dell’Enpa stanno effettuando controlli e pattugliamenti in zona, sia per eliminare eventuali bocconi che per tentare di individuare e denunciare i responsabili”.

“In casi di comprovato avvelenamento Enpa chiede sempre ai proprietari di animali colpiti di inviare una segnalazione al comune competente che, assieme ai propri vigili urbani, ha il compito di bonificare l’area e svolgere l’inchiesta penale” concludono da Enpa.

Categorie: Notizie Locali

“Ma sei abelinato?”, la Regione punta sui meme per sensibilizzare i cittadini al rispetto delle norme anti-covid

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 15:14

Liguria. Da oggi sarà visibile sui canali social di Regione Liguria la nuova campagna di sensibilizzazione al rispetto delle norme di contenimento Covid. Protagonisti dell’iniziativa sono illustrazioni pop, dai colori accesi tipici dei fumetti e ironici scambi di battute, anche in dialetto, che invitano i cittadini, soprattutto i più giovani, a utilizzare la mascherina, rispettare il distanziamento sociale, curare l’igiene delle mani e avere responsabilità nei comportamenti individuali.

“Ho mal di gola, ma vado lo stesso a trovare la nonna” “Ma sei nescio?”, “Almeno con gli amici niente mascherina” “Ma sei fuori?”, “Vabbè, è una piccola festa tra amici..” “Ma sei abelinato?” queste e altre le frasi ad effetto scelte da Regione per attirare l’attenzione degli utenti social e invitarli ad assumere comportamenti giudiziosi, per sé e per gli altri.

“Questa campagna, nonostante il tono ironico, ha un intento molto serio” afferma il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti “quello di ribadire a tutti, soprattutto a chi ancora non lo fa, quanto sia importante essere prudenti e rispettare le regole per tutelare noi stessi, i nostri cari e tutte le altre persone che ci stanno intorno. Ora più che mai dobbiamo essere uniti e tenere alta la guardia. Nella battaglia contro il virus ciascuno di noi può fare la differenza con il proprio comportamento. Non rendiamo vano il sacrificio che molti stanno facendo” conclude il governatore.

Categorie: Notizie Locali

Il Covid stoppa lo sviluppo dei traffici portuali: -13,7% a Savona-Vado

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 15:03

Savona/Vado Ligure. Il Covid-19 ha condotto ad una sostanziale contrazione del commercio globale che, già in calo nel secondo trimestre, ha subito una ulteriore flessione del 4,5% su base annua nel terzo trimestre del 2020. L’UNCTAD – Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo – prevede che il calo del commercio internazionale sarà di circa il 20% per il 2020.

L’OMC ha invece affermato che il commercio globale diminuirà del 9,2% quest’anno per poi registrare un balzo del 7,2% nel 2021. Inoltre, nuovi lockdown potrebbero privare di 2-3 punti percentuali la crescita economica, riducendo fino al 4% l’espansione del commercio globale nel 2021.

In linea con lo scenario raffigurato, i volumi di merce complessivamente movimentati nei porti del Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale hanno riportato una contrazione del 16,6%, chiudendo i primi 9 mesi dell’anno a 41.238.318 tonnellate (- 8.218.212 tonnellate rispetto al 2019), principalmente imputabile al trend negativo dei mesi di aprile e maggio (quasi 5 milioni e mezzo di tonnellate movimentate in meno rispetto al primo semestre del 2019, pari ad un calo del 16,5%) e a quello dei mesi di luglio e settembre che hanno registrato circa 3 milioni di tonnellate in meno rispetto a terzo trimestre 2019.

Questo, il report relativo all’andamento dei traffici nei porti di Genova, Pra’, Savona e Vado Ligure nel III Trimestre 2020, con i dati di traffico del mese di settembre 2020.

Per il comprensorio portuale di Savona-Vado il calo è del 13,7%: flessione pesante delle rinfuse solide standard (minerali, carbone, cereali e semi oleosi), con un -47,68%, peggio ancora per le rinfuse solide varie (-66,98%).

Le conseguenze più pesanti, come era prevedibile, si sono fatte sentire sul traffico passeggeri, in particolare per le crociere con un -85,7%, traghetti a -53,09%.

Categorie: Notizie Locali

Anche Savona a rischio coprifuoco: riunione di Toti con i sindaci dei capoluoghi, domani la decisione

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 14:54

Savona. Anche Savona è a rischio coprifuoco. La Regione Liguria sta infatti valutando di estendere anche negli altri capoluoghi di provincia l’ordinanza già in vigore a Genova che prevede limitazioni di mobilità su tutto il territorio comunale dalle ore 21 alle 6 del mattino successivo, al fine di contenere il contagio da Covid-19. A lanciare la notizia il quotidiano online Riviera24.it.

L’argomento è stato trattato in una videoconferenza prevista nel pomeriggio tra il presidente della Regione Giovanni Toti e i sindaci di Savona Ilaria Caprioglio, di Imperia Claudio Scajola e di La Spezia Pierluigi Peracchini.

AGG. ore 16.50: la decisione è rinviata a domani. Lo comunica il sindaco Ilaria Caprioglio: “Su eventuali limitazioni negli spostamenti serali non giustificati ci siamo aggiornati a domani, per poter esaminare gli ultimi dati relativi alle persone positive e isolate nelle rispettive Città e in previsione del fine settimana e della festa di Halloween”.

Per il resto, il presidente della Regione si è confrontato con i sindaci dei Comuni capoluogo anche in merito alla possibile riduzione della capienza del trasporto pubblico locale e all’estensione della didattica a distanza: “Ho espresso la mia contrarietà alla didattica a distanza nelle scuole primarie e secondarie di primo grado – spiega il sindaco Caprioglio – in quanto metterebbe in grande difficoltà i genitori che si devono recare al lavoro, mentre sono favorevole alla riduzione della capienza dei mezzi di trasporto anche alla luce della DaD al 75% nella scuola secondaria di secondo grado e all’aumento del numero dei mezzi”.

Parere simile anche dal sindaco di Imperia, Claudio Scajola: “Ho suggerito, e con piacere ho trovato condivisione da parte dei presenti, di evitare di aggiungere confusione tra i cittadini. I dati, ad oggi, non giustificano un’estensione delle misure più restrittive giustamente previste a Genova nel nostro territorio. Siamo in prima linea, continueremo a visionare i dati del contagio, come stiamo facendo oramai da mesi. Ci aggiorneremo tra 24/48 ore e capiremo – anche alla luce degli effetti sulla curva epidemica delle disposizioni governative – se e come intervenire. Sono sempre stato e continuo ad essere tra i più rigidi nella gestione dell’emergenza, ma la situazione dei positivi nella città di Imperia non richiede, al momento, coprifuoco o situazioni più stringenti. Chiudere la città alle 21 significherebbe inoltre colpire ulteriormente quelle attività, bar e ristoranti, che si stanno organizzando proprio in queste ore con l’asporto per avere delle entrate, seppur flebili”.

Categorie: Notizie Locali

Albenga, smaltimento dei rifiuti: ecco le nuove disposizioni anti-Covid

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 14:53

Albenga. Il Comune di Albenga informa che, a seguito dell’emanazione dell’ordinanza n.75/2020 del Presidente della Regione Liguria avente ad oggetto: “Smaltimento di rifiuti domestici provenienti da abitazioni in cui sono presenti soggetti positivi al tampone per Covid 19. Reiterazione con modifiche delle misure di cui all’ordinanza n.8 del 18 marzo 2020 fino al termine dello stato di emergenza” il servizio sarà modificato.

Ecco come: per i soggetti risultati positivi al Covid 19 e pertanto tenuti all’isolamento domiciliare in base alle indicazioni fornite dalle Autorità Sanitarie competenti per territorio rimane attivo il servizio di raccolta indifferenziato di tutti i rifiuti destinati a ciclo separato attraverso ditta specializzata; per quanto riguarda tutte le altre utenze domestiche che includono soggetti non positivi al Covid, ma segnalati per misure di carattere cautelare dalle ASL, sarà attivata la gestione dei rifiuti urbani tramite raccolta in doppio sacco in cui conferire tutti i rifiuti prodotti senza differenziazione.

Il Comune precisa quindi che se fino a questo momento anche per i soggetti in quarantena, ma non positivi, era attivo il servizio di ritiro rifiuti attraverso ditta specializzata, da oggi gli stessi non dovranno fare la raccolta differenziata, ma dovranno inserire i propri rifiuti indifferenziati in doppio sacco. Gli stessi saranno ritirati secondo calendario ordinario.

Categorie: Notizie Locali

Dpcm, il grido d’aiuto di 4 mila lavoratori dello spettacolo in Liguria. Cisl: “Settore in ginocchio”

ivg.it - Gio, 29/10/2020 - 14:37

Liguria. “Il settore dello spettacolo è in ginocchio. I provvedimenti per arginare l’epidemia da Covid-19 rischiano di compromettere un comparto già duramente provato dal primo lockdown, a seguito del quale sono affrontati, anche nella nostra regione, importanti investimenti in osservanza dei rigidi protocolli di sicurezza e applicate le linee guida della conferenza delle Regioni. Tanto che, a livello nazionale, si è registrato un solo caso di contagio fra il pubblico su 347 mila spettatori”. Lo afferma, in una nota, il segretario generale FisTel Cisl Liguria Franco Ippolito.

“Per queste ragioni domani, venerdì 30 ottobre, è stata organizzata l’iniziativa ‘L’assenza spettacolare’ – spiega il segretario generale -, i rappresentati sindacali del settore sottoporranno al prefetto un documento contenente le motivazioni della protesta e le preoccupazioni per un settore che in Liguria occupa oltre 4 mila lavoratori fra musicisti, scenografi, costumisti, attori, elettricisti e altre figure legate al mondo dello spettacolo”.

“Alcuni lavoratori del settore pagano ancora il mancato rinnovo del contratto nazionale, ma ancora di più hanno pagato i precari, che non hanno ancora potuto ottenere le stabilizzazioni previste dalla Legge, e i lavoratori atipici che si sono visti annullare i contratti sottoscritti senza alcun risarcimento. Sui nuovi contratti per gli autonomi nessun compenso è dovuto se gli spettacoli vengono annullati a causa dell’epidemia: questo lascia intendere quanto i lavoratori di questo settore siano penalizzati” conclude.

Categorie: Notizie Locali

ALLENAMENTI

=======================
Minibaseball Under 9
Mercoled' 18,00 - 19,00
***********************
Ragazzi under 12
Lunedì 17,45 - 19,30
Mercoledì 17,45 - 19,30
***********************
Cadetti under 15
Martedì 17,45 - 19,30
Giovedì 17,45 - 19,30
***********************
Seniores
Martedì 18,45 - 20,30
Giovedì 18,45 - 20,30
***********************
***********************

gli Appuntamenti

***********
IMPORTANTE
***********
....Stiamo arrivando ...
****************

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 1 visitatore collegati.