You are hereAggregatore notizie / News / Notizie Locali

Notizie Locali


Topi d’appartamento messi in fuga dal cane Joy: caccia all’uomo con l’elicottero nei boschi di Tovo

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 19:30

Tovo San Giacomo. Si stavano allontanando dalla casa che avevano appena svaligiato con il bottino in mano, ma i loro intenti criminali sono stati vanificati dal cane Joy e dal suo padrone, che li hanno colti sul fatto costringendoli ad una precipitosa fuga nei boschi, dove poi i carabinieri li hanno ricercati braccandoli anche con l’elicottero. E’ successo oggi a Tovo San Giacomo.

Il protagonista di questa vicenda, come detto, è Joy, uno splendido esemplare di labrador. Questo pomeriggio lui ed il suo padrone, Manuel, stavano passeggiando nella zona di via Oliveto, quando hanno notato due persone aggirarsi con fare furtivo nei pressi di un’abitazione.

Il cane ha cominciato subito ad abbaiare, costringendo i due malviventi ad abbandonare la refurtiva e a darsi alla fuga tra gli alberi di Montegrosso. Non contento di aver semplicemente sventato il furto, Joy ha preso anche ad inseguire i due, che però sono riusciti a seminarlo.

Sul posto sono subito giunti anche i carabinieri di Pietra Ligure, che si sono messi sulle tracce dei due topi d’appartamento. Vista la zona piuttosto impervia, è stato richiesto il supporto aereo di un elicottero.

Durante le ricerche i due ladri sono stati avvistati nuovamente sulle alture nei pressi dell’autostrada, ma in breve sono riusciti nuovamente a dileguarsi.

Nonostante la refurtiva sia stata alla fine recuperata, i ladri sono riusciti a darsi alla fuga. Proseguono dunque serrate le indagini dei carabinieri, anche attraverso alcune “tracce” che i malviventi hanno lasciato sul luogo dell’accaduto.

Categorie: Notizie Locali

Tiziana Cileto risponde all’invito dell’Anpi: “Con noi Finale sarà antifascista”

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 18:20

Finale Ligure. “L’antifascismo e l’antirazzismo sono l’essenza di quegli elementi considerati lo “spirito della Costituzione”: il valore della persona, la dignità, il lavoro, la solidarietà, l’uguaglianza, la legalità e l’etica per limitarsi all’essenziale”. Ecco la risposta della candidata sindaco di “PerFinale” all’appello lanciato dall’Anpi.

“Essere antifascisti e antirazzisti in quest’epoca in cui il disimpegno e l’antipolitica sono sempre più diffusi è indispensabile. Ci assumiamo le nostre responsabilità”.

“Ci impegnamo senza esitazioni al fine di rendere Finale Ligure una città antifascista e antirazzista e aggiungiamo antisessista. Ossia una città giusta, libera, solidale e aperta dove tutti possano costruire la propria “capacità di avere aspirazioni”. Lo faremo con l’unico vero mezzo che abbiamo: l’educazione, l’educazione, l’educazione. L’educazione all’idea che non esiste libertà se non è condivisa — che la libertà mia non vale nulla senza la tua”.

“Vogliamo rendere Finale Ligure una città bellissima in cui ci si batte per estendere i diritti, non per discriminare. Una società inclusiva e rispettosa in cui non c’è posto per l’odio e la discriminazione” conclude Tiziana Cileto.

Categorie: Notizie Locali

Rientra l’sos sabbia ad Alassio: domani iniziano le operazioni di ripascimento

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 17:41

Alassio. Dopo mesi di polemiche, la sabbia tornerà davvero a “popolare” copiosamente il litorale alassino: domani (23 maggio), infatti, inizieranno le tante attese operazioni di ripascimento, rimandate a più riprese nelle scorse settimane anche per via di condizioni meteo-marine avverse.

La mareggiata dello scorso 29 ottobre, a cui ne erano seguite altre sempre di forte entità, aveva quasi messo in ginocchio la città del Muretto che, forte della buona volontà dei suoi commercianti e dei suoi balneari, era comunque riuscita a “riprendersi”. Passeggiata, centro e spiagge ripulite quasi a tempo di record, ma con un problema apparentemente insormontabile: la mancanza di sabbia, “divorata” dalla forza del mare.

Ora, finalmente, dopo riunioni tra balneari e confronti, anche molto accesi, che hanno visto protagonisti anche Comune e Regione, domani inizierà il primo ripascimento, con la chiatta attesa in mattinata.

A seguire, al termine del primo ripascimento (tempo stimato, circa un mese) dovrebbe essere avviato anche un secondo ripascimento, sotto la regia del Comune e finanziato con fondi regionali di Protezione civile.

Categorie: Notizie Locali

Toirano Continua, il piazza Libertà la chiusura della campagna elettorale della lista di Giuseppe De Fezza

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 17:17

Toirano. E’ in programma venerdì 24 aprile alle 21 in piazza della Libertà la chiusura della campagna elettorale della lista civica “Toirano Continua”, che appoggia la candidatura di Giuseppe De Fezza a sindaco di Toirano.

Durante la serata il capolista presenterà nuovamente i candidati che compongono la sua squadra: Deni Aicardi, 55 anni, tecnico di laboratorio biomedico in servizio all’Asl2 Savonese e consigliere comunale uscente; Pamela Barberi, 37 anni, docente scuola primaria già coordinatrice di plesso; Piero Beccaria, commendatore della Repubblica e attuale presidente del consiglio comunale; Gianfranca Lionetti, segretario comunale in pensione e sindaco uscente.

Ancora: Federica Moreno, 44 anni, ingegnere libero professionista ed assessore uscente; Claudio Oddo, 37 anni, appuntato dell Arma dei Carabinieri; Nicola Panizza, 33 anni, dottore di ricerca in filologia e docente di istituto superiore; Valentina Ponzellini, 33 anni, impiegata amministrativa; Cinzia Richero, 45 anni, tecnico del restauro; Roberta Tognoloni, biologa e consulente farmaceutica.

In caso di maltempo, la presentazione si terrà’ nella sala consiliare Arnaldi in via G.B. Parodi sempre a Toirano.

Categorie: Notizie Locali

Controlli della polizia tra Albenga e Alassio: passata al setaccio anche la stazione ferroviaria ingauna

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 17:12

Alassio/Albenga. Questa mattina la polizia di stato ha realizzato ad Alassio e Albenga un servizio straordinario di prevenzione al quale hanno preso parte i poliziotti del commissariato di Alassio, della polizia ferroviaria di Albenga e del Reparto Prevenzione Crimine di Genova, specializzati in controllo del territorio.

Durante il servizio, che ha interessato varie aree delle città, compresa l’area della stazione ferroviaria di Albenga, sono stati effettuati diversi posti di controllo che hanno consentito di identificare oltre una quarantina di persone e controllare diversi veicoli.

I servizi proseguiranno nei prossimi giorni anche in altre zone della provincia.

Categorie: Notizie Locali

Loano, tutto pronto per l’inaugurazione del nuovo supermercato Pam

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 17:10

Loano. Giovedì 23 maggio Pam inaugura il suo primo supermercato a Loano in partnership con Arimondo, azienda di grande tradizione già attiva nelle province di Genova, Imperia e Savona. Il nuovo punto vendita, in via all’Orto 6, sarà aperto 7 giorni su 7, dal lunedì al sabato con orario continuato dalle 8 alle 20 e la domenica dalle 8.30 alle 13 e dalle 16 alle 20.

Il supermercato, che si trova a pochi passi dall’istituto scolastico Valerga e da Via Garibaldi, principale via dello “struscio”, è caratterizzato da un layout reso accattivante e innovativo dall’utilizzo di materiali che contribuiscono a creare un’atmosfera calda e accogliente; l’obiettivo è garantire un’esperienza di spesa ancora più coinvolgente, che valorizzi la qualità e l’ampio assortimento dell’offerta Pam.

Nel punto vendita, sviluppato su una superficie di 450 metri quadri, sarà presente una grande area dedicata a frutta e verdura, dove ogni giorno verrà proposta una selezione d’eccellenza dei prodotti di stagione; presente anche un corner dedicato ai cibi superfood e un’ampia offerta di frutta secca, semi, bacche e legumi, in linea con le tendenze alimentari del momento. Reparti di punta saranno la macelleria, con carne proveniente da allevamenti selezionati, ed il banco salumi e formaggi, dove personale qualificato saprà consigliare al meglio nel vasto assortimento di referenze DOP e IGP. Infine la gastronomia e la rosticceria, che proporranno ogni giorno gustosi piatti pronti, e l’area forno, con una ricca scelta di pane fresco, focacce e pizze e per i più golosi gli imperdibili dolci di Arimondo.

Tutte da scoprire, magari proprio in occasione dell’inaugurazione, sia la convenienza del punto vendita sia gli innumerevoli vantaggi del programma fedeltà Carta Per Te. Inoltre, a testimonianza dell’attenzione verso le esigenze dei clienti, sarà disponibile, quale metodo di pagamento, anche il servizio Satispay.

Nel supermercato saranno impegnati oltre 20 addetti distribuiti nei diversi reparti, nell’ambito di un progetto di sviluppo sul territorio regionale che prevede, nel corso del 2019, un piano di oltre 100 assunzioni. Questo a conferma dell’impegno e dell’attenzione con cui Pam sta investendo in un’area importante e strategica come la Liguria, dove ha incrementato la sua presenza grazie a partner legati al tessuto locale come Arimondo.

Categorie: Notizie Locali

Toirano, in piazza della Libertà la chiusura della campagna elettorale di Roberto Bianco

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 17:02

Toirano. E’ in programma per domani, giovedì 23 maggio, alle 21 in piazza della Libertà la chiusura della campagna elettorale di Roberto Bianco, candidato sindaco di Toirano con la lista “Non solo centro”.

Il candidato sindaco e la sua squadra si presenteranno nuovamente alla cittadinanza e ripercorreranno i punti salienti del programma elettorale con il quale chiedono la fiducia dei toiranesi.

In caso di mal tempo l’incontro avverrà nella sala consiliare di via G.B. Parodi. Seguirà rinfresco.

Ecco i membri della lista: Carlo Ricca, 43 anni, ingegnere civile, libero professionista con specializzazione in progettazione architettonica e strutturale di opere civili ed industriali, sicurezza cantieri, efficientamento energetico e collaudatore di strutture. Paolo Gazzotti, 36 anni, imprenditore agricolo nel settore innovazione e biodinamica. Giancarlo Mattoscio, 56 anni, artigiano specializzato in carpenterie metalliche, impianti e serre per agricoltura, esperienza come consigliere comunale a Toirano e consigliere in Comunità Montana Pollupice per una legislatura. Martina Cauteruccio, 32 anni, diplomata con maturità scientifica e addetta alle vendite e toelettatrice. Renato Savigliano, 52 anni, geometra libero professionista, esperto in topografia, cave, impianti eolici, valutazioni di impatto ambientale, direzioni lavori e sicurezza sui cantieri, consigliere comunale di Toirano dal 1999 al 2004.

Ancora: Federica Campanale, 36 anni, diploma di maturità scientifica, con esperienza in studi professionali ed attualmente impiegata come come barista, istruttrice di pallavolo presso Asd di Toirano. Calogero Lo Vetere (Lillo), artigiano edile e navale, con patentino informatico scuola 2F, padre di una figlia proprietaria di un noto bar a Toirano. Serena Mattarozzi, 30 anni, con esperienza nel settore della ristorazione, bar e turismo. Franco Impieri, 62 anni, con oltre 40 di lavoro nel settore della ristorazione ricoprendo il ruolo di executive chef e responsabile, con esperienze in competizioni internazionali acquisendo maggiore esperienza nel mondo della ristorazione e turismo. Pier Paolo de Palma Cennamo, 40 anni, medico oculista presso l’ospedale di Sestri Ponente a Genova.

Categorie: Notizie Locali

Albenga, Riccardo Tomatis: “Agricoltura e floricoltura fondamentale indotto dell’economia albenganese”

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 16:56

Albenga. “Tra floricoltura e orticoltura la Piana di Albenga è, infatti, la zona più agricola della regione, ma per sostenere e favorire il settore dove si producono vere eccellenze Made in Liguria, servono adeguate strategie. Da questa esigenza è nata la richiesta di un confronto”.

Parola del candidato sindaco di Albenga Riccardo Tomatis, pronto a prendere parte, questa sera, a partire dalle 20,15, ad un nuovo confronto tra candidati sindaco organizzato da Coldiretti, presso la sede dell’Ortofrutticola, a Bastia.

“La mia risposta non è tardata ad arrivare e la disponibilità dimostrata è stata piena ed immediata. L’agricoltura e la floricoltura rappresentano un fondamentale indotto dell’economia albenganese. Per superare la crisi occorrerà puntare sull’innovazione e la coesione fra i produttori per fare sistema. La capacità degli agricoltori ingauni è sempre stata quella di “inventare” nuove produzioni e metodi di coltivazione”, ha proseguito Tomatis.

“Il nostro impegno è quello di continuare ad assumere decisioni in modo condiviso ed unitario attraverso una sinergia tra l’Amministrazione e le Associazioni di categoria che in questi anni abbiamo sempre portato avanti. Proprio per questo ritengo sia non solo importante, ma anzi fondamentale, continuare ad ascoltare le esigenze provenienti dal territorio e dai cittadini”, ha concluso.

Categorie: Notizie Locali

Pusher arrestato ad Albenga, Ciangherotti (Albenga Vince): “Occorre potenziare i controlli contro lo spaccio”

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 16:43

Albenga. “Uno straniero, sorpreso ieri pomeriggio a spacciare dalla rotonda di Vadino, è stato arrestato in flagranza di reato grazie al pronto intervento della polizia municipale di Albenga, mentre scappava nell’Avarenna per andare a nascondersi in una casa di via Einaudi.

“Complimenti e grazie alla Municipale di Albenga per il lavoro svolto. Purtroppo, ancora una volta dispiace constatare che la sicurezza di Albenga non è una semplice percezione soggettiva e il mercato della droga è diventato un’attività primaria della delinquenza”, ha dichiarato il candidato consigliere di “Albenga Vince” Eraldo Ciangherotti a sostegno di Gerolamo Calleri.

“Tra la gente c’è una paura diffusa della criminalità che influenza molto o abbastanza le abitudini di vita. Serve un cambio di rotta: occorre potenziare i controlli contro lo spaccio di sostanze stupefacenti per dare una risposta immediata all’allarme sociale ed al senso di insicurezza tra i cittadini”.

“Il cane antidroga da noi fortemente voluto, in arrivo tra poche settimane con l’unità cinofila in capo alla nostra polizia municipale, sarà un valido strumento contro lo spaccio e i venditori di morte. La sicurezza deve essere una priorità: lo è per gli albenganesi, deve esserlo anche per l’amministrazione”, ha concluso Ciangherotti.

Categorie: Notizie Locali

Agricoltura, Coldiretti: “La Liguria custode di biodiversità”

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 16:41

Liguria. Dall’asparago violetto alla zucchina trombetta di Albenga, dall’aglio di Vessalico al Chinotto di Savona, dal basilico genovese DOP alla Patata di Pignone: sono solo alcuni esempi dei prodotti della biodiversità agricola ligure, salvaguardati e valorizzati grazie al lavoro degli imprenditori locali.

È quanto commenta Coldiretti Liguria, in occasione della Giornata Mondiale della Biodiversità, su base dati dell’Unione Europea, dai quali emerge che quasi la metà della superficie agricola ligure corrisponde a zone ad elevato valore naturalistico, ossia a aree che offrono ricovero ad una diversità biologica importante e dove, grazie a coltivatori e allevatori custodi, si impedisce l’estinzione delle produzioni tipiche presenti. A livello italiano nell’ultimo secolo sono scomparsi dalla tavola tre varietà di frutta su quattro, ma la perdita di biodiversità riguarda l’intero sistema agricolo e di allevamento con il rischio di estinzione che si estende dalle piante coltivate agli animali allevati.

In Liguria le produzioni locali spaziano dal famosissimo basilico genovese DOP, all’asparago violetto, riconoscibile dal colore viola intenso, alla zucchina trombetta, a forma ricurva, dal fagiolo bianco, prodotto nell’estremo ponente ligure, al Chinotto dal quale si ottiene l’omonima bevanda, fino ad arrivare alla patata di Pignone dove a far la differenza in questo caso sono le sostanze nutritive del terreno in cui cresce che la rendono una patata molto resistente alla cottura. Ma non solo: anche gli allevamenti contano razze autoctone, resistenti ma purtroppo a rischio d’estinzione, quali la Cabannina, la pecora Brigasca e il Cavallo Bardigiano.

“La difesa della biodiversità non ha solo un valore naturalistico ma – affermano il presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il delegato confederale Bruno Rivarossa – è anche il vero valore aggiunto delle produzioni agricole locali: investire sulla distintività è una condizione necessaria per le nostre imprese, per la maggior parte medio piccole, che puntano su prodotti di qualità, conosciuti ormai a livello mondiale, per affrontare il mercato. Ma a rendere possibile la sopravvivenza di questi prodotti sono soprattutto gli imprenditori agricoli dei nostri territori che con il loro lavoro portano avanti la tradizione, difendono e mantengono vivo il territorio, e sostengono l’economia della nostra regione”.

“Un’azione di recupero importante della biodiversità – concludono Boeri e Rivarossa – si deve, a livello locale e nazionale, ai nuovi sbocchi commerciali creati dai mercati degli agricoltori e dalle fattorie di Campagna Amica che hanno offerto opportunità economiche agli allevatori e ai coltivatori di varietà e razze a rischio di estinzione che altrimenti non sarebbero mai sopravvissute alle regole delle moderne forme di distribuzione. Un’azione formalizzata con i prodotti presenti nell’elenco dei ‘Sigilli’ di Campagna Amica che sono la più grande opera di valorizzazione della biodiversità contadina mai realizzata in Italia.”

Categorie: Notizie Locali

Urbe 2019, Fabrizio Antoci stila il bilancio del lavoro fatto e lancia la sfida per il futuro

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 16:24

Urbe. “Un giusto mix di gioventù ed esperienza, da persone preparate ed innamorate dei nostri posti e che, in questa tornata, si è ulteriormente rafforzata”. Così Fabrizio Antoci, candidato sindaco della lista “Urbe Riparte” descrive la sua squadra, che “dopo cinque anni di positiva esperienza amministrativa, come lista civica senza colori politici”.

“Un gruppo che ha già dimostrato, con i fatti, di saper amministrare un comune piccolo ma complesso come Urbe. In questi cinque anni abbiamo lavorato tanto, in maniera completamente gratuita, e siamo stati capaci di trovare soluzioni per sistemare la maggior parte delle pesanti eredità negative lasciate dalle precedenti amministrazioni creando un clima di fattiva collaborazione con tutti, dal Governo al singolo cittadino”.

“A questo proposito vorrei ringraziare i miei concittadini per la fattiva collaborazione che, in particolare, ha consentito a Urbe di rivoluzionare la modalità di raccolta rifiuti e di passare, in meno di due anni, dal 19 per cento al 65 per cento di differenziata. Siamo stati poi a costante supporto dei volontari croce rossa, protezione civile e pro loco ai quali va un particolare ringraziamento per l’ottimo lavoro svolto. Abbiamo deciso di puntare su un nuovo modo di fare turismo sfruttando le bellezze del nostro ambiente incontaminato e investendo sulla comunicazione, sulla sentieristica e sulle manifestazioni sportive all’aria aperta”.

Qualche esempio di risultati raggiunti: “Nonostante gli ulteriori tagli al bilancio dei piccoli comuni operati dallo Stato a partire dal 2014, ricordiamo la riduzione della Tari del 22 per cento dal 2017 ad oggi, 290.000 euro di asfalti, scuola aperta ed efficiente con servizi scuolabus e mensa d’eccellenza, riorganizzazione completa degli uffici comunali, necroforo congedato, ambulatorio aperto e a norma, nuovo fitodepuratore al posto di un ennesimo ecomostro, nuovo camion Mercedes 4×4 con gru e spargisale; numero dei profughi ridotto da 41 a 14 con chiusura di uno dei due centri aperti senza il nostro consenso; adottato il Puc, piano urbanistico comunale e il Piano di protezione Civile che mancavano da 20 anni; riaperto, a norma, dopo anni di chiusura, il villaggio turistico Vallescura; nuovo sito internet, nuova webcam e due nuove manifestazioni sportive di grande successo: ‘Cuore a 1000’ e ‘il Lazo’ con centinaia di partecipanti e grande pubblicità per Urbe a costo zero. In questi anni, abbiamo ‘seminato’ molto, in termini di progettualità, per cui adesso si comincia a ‘raccogliere’. Un esempio? Quindici giorni fa ci è stato ufficializzato un contributo al 100 per cento di 360 mila euro che avevamo chiesto nel 2015 per il cappotto termico della scuola che ci consente di rivedere tetto e facciata”.

“Per quanto riguarda poi la Strategia Nazionale Aree Interne, sono il sindaco referente per gli otto comuni del comprensorio Beigua S.O.L. (Stella, Sassello, Tiglieto, Rossiglione, Campoligure, Masone, Mele e Urbe), per cui ho seguito in prima persona tutti i progetti presentati, interamente approvati dalla commissione governativa e che partiranno dal 2020. Sono 28 progetti che riguardano scuola, trasporti e sanità. A questo proposito ricordo che solo una mia conferma consente al Sindaco di Urbe di mantenere il ruolo di coordinamento dell’Area Interna, nel delicato momento della firma degli accordi con il Governo, degli appalti e dell’erogazione dei finanziamenti”.

“Tre di questi progetti ci stanno particolarmente a cuore. Il distributore di carburanti comunale, il primo in Italia finanziato dallo stato, che intendiamo realizzare a Martina, in convenzione e collaborazione con il comune di Tiglieto. Ci abbiamo pensato nel 2016 visto il disinteresse dimostrato da tutti gli imprenditori privati, abbiamo presentato uno studio di fattibilità e, nel novembre 2018, abbiamo ricevuto il via libera dalla commissione governativa per un contributo di circa 260 mila euro. Perché a Martina? Il terreno è comunale, il sito è utilizzabile in quanto in frana stabilizzata in zona non esondabile ed infine in quanto comodo agli utenti sia di Urbe sia di Tiglieto. Martina diventerà un centro servizi (distributore, poste, farmacia, giornali, negozi, ristoranti, bar e albergo) utile anche per gli abitanti e i villeggianti di Acquabuona. Cooperativa di Comunità Multiservizi: assumerà forza lavoro sul territorio degli otto comuni dell’Area Interna reinvestendo sul territorio stesso. Con nuovi scuolabus promiscui (uno per comune), finanziati dalla Strategia Aree Interne, che potranno svolgere anche tratte di trasporto non coperte dalle aziende pubbliche. Lacooperativa dovrà coprire altri servizi (manutenzione verde pubblico, servizi per il turismo, gestione impianti e aree pubbliche, ecc.), creando nuova occupazione ma naturalmente salvaguardando gli attuali posti di lavoro. Abbiamo anche lavorato con Sassello per un progetto di maggiore apertura al territorio della residenza Sant’Antonio, concordato con Regione, Asl e Aree Interne, grazie al quale si creeranno occasioni di lavoro per un rafforzamento dei servizi di assistenza agli anziani anche non ricoverati. Per questo motivo abbiamo intenzione di contribuire alle spese di formazione per i giovani e le giovani residenti che vorranno seguire corsi da Oss e farsi trovare pronti per eventuali concorsi. Infermiere di famiglia e di comunità: il progetto mira alla prevenzione delle patologie degli anziani. Tutti i residenti che ne abbiano necessità, sono assegnati ad un infermiere specializzato il quale, di concerto con il medico curante e con gli assistenti sociali, ne monitora la salute in modo da permettere loro di rimanere il più possibile a casa propria limitando i ricoveri ospedalieri. E’ un progetto, già sperimentato con buoni risultati in Val Trebbia, in cui crediamo molto noi e in cui crede molto anche Regione Liguria”.

“Oltre queste 28 iniziative, ci sono stati finanziati anche progetti per il territorio e per il turismo attraverso i contributi europei PSR e GAL, grazie ai quali provvederemo alla manutenzione straordinaria e alla posa di segnaletica sui sentieri partendo dalla tratta San Pietro-Faiallo, alla ristrutturazione della cappella della Gatazè, alla costruzione di un ponte pedonale sul rio Rosto per raggiungere la cappella partendo da Acquabianca e alla riorganizzazione dell’area picnic del Faiallo con fornitura di acqua potabile, idranti antincendio per tutta la zona, blocco wc, noleggio e-bike con creazione di un posto di lavoro per custode. Naturalmente continueremo a favorire gli imprenditori onesti, affidabili e competenti che intendano investire a Urbe per creare nuova occupazione. Per l’acqua minerale, il concessionario della sorgente sembra finalmente vicino all’acquisto del capannone per l’imbottigliamento e al successivo allestimento dello stabilimento”.

“Infine, se saremo noi ad amministrare, il Comune assumerà due operai, uno già entro il 2019 e la nostra speranza è di vedere questi due posti occupati da giovani di Urbe. Inoltre si terrà un concorso per un posto part-time da geometra/architetto per edilizia privata e urbanistica. Per quanto riguarda i lavori pubblici, cito solo il capitolo strade comunali per le quali continua lo sforzo per una totale messa in sicurezza. Il bilancio finalmente in ordine e le novità previste dal Governo consentono, nel 2020, l’accensione di un mutuo che ci consentirà di effettuare un lotto di lavori di almeno 200 mila euro. Così potremo terminare la manutenzione dei tratti più bisognosi (Fratin, Vassuria, Ravugna, Marasca e Maraschino, Campe’ e non solo) e sistemare il tratto di via Marasca già teatro di un ingente smottamento. Il nostro impegno è quello di mantenere e migliorare i servizi all’utenza, soprattutto per quanto riguarda anziani e bambini. Una scuola presente e attrattiva rappresenta il futuro del nostro comune: verranno mantenuti tutti gli ordini scolastici. Abbiamo inoltre ottenuto contributi per nuovi arredi, nuovo materiale didattico, nuovi giochi per l’infanzia; maggiori dotazioni informatiche e corsi gratuiti di lingua inglese per primaria e secondaria. Avremo doposcuola e corsi di formazione e hobbystica anche per adulti”.

E sulle altre liste: “Intanto, in questi cinque anni, su oltre 250 ordini del giorno deliberati in consiglio, non ne hanno proposto nemmeno uno, altro che opposizione costruttiva. Abbiamo letto ed ascoltato i loro programmi e devo dire che siamo rimasti stupiti per la banalità e preoccupati per la superficialità e l’incompetenza: addirittura Antonio Pilo si è lamentato per un’imposta, l’Ici, che non esiste più dal 2012. Del resto è lo stesso che, nel 2014, si è dimesso immediatamente dopo le elezioni senza partecipare neppure ad un consiglio comunale mancando di rispetto all’istituzione ma soprattutto ai cittadini che l’avevano votato. Entrambi i candidati sindaci sono non residenti, uno non ha nemmeno casa ad Urbe. La lista Pilo/Dimani presenta 8 non residenti su 11 candidati: chi non risiede a Urbe non ne vive i problemi quotidiani e non ne può conoscere le reali problematiche. Leggo che ci vengono mosse critiche su una presunta sudditanza nei confronti di Sassello: niente di più falso, l’Unione dei Comuni, nata alla fine del 2014, ha aspetti molto positivi consentendo la collaborazione fra i due comuni pur nella rispettiva e assoluta autonomia. Ricordo poi che, in un’ottica di alternanza, da oltre due anni il presidente dell’Unione sono io”.

“Altre polemiche che respingo al mittente sono quelle dell’esternalizzazione dei servizi e dell’alienazione dei mezzi comunali: in considerazione dello stato pietoso degli acquedotti e dei depuratori ereditato dalle amministrazioni degli ultimi 30 anni e che solo grazie ad una continua manutenzione riescono a reggere, il servizio idrico è stato dato in gestione ad una società interamente pubblica che gestisce 26 comuni dell’entroterra savonese senza aggravio di spese per l’utenza ma con un risparmio annuo per l’amministrazione di oltre 40.000 euro. Per quanto riguarda i cimiteri, dal 1^ aprile la manutenzione ordinaria è di nuovo a carico degli operai comunali. Infine, riguardo ai mezzi, un camion di 40 anni è stato sostituito con uno di pari livello seminuovo, dotato di gru e di spargisale più capiente. In ultimo, siamo stati accusati di aver aumentato le tasse comunali. Rispondo con i fatti: oltre al già citato sconto sulla Tari, quest’anno, per incentivare nuove attività, abbiamo proposto un’aliquota Imu agevolata al 6 per mille per i proprietari di seconde case che intendano aprire attività di bed&breakfast e affittacamere”.

I prossimi cinque anni saranno cruciali: “L’età media del comune è altissima e si rischia una vera emorragia demografica alla quale bisogna rispondere con idee chiare e concrete per il rilancio sostenibile del nostro territorio e per una migliore qualità di vita per la nostra comunità incentivando chi ne vorrà venire a far parte e chi vorrà investire sul futuro di Urbe. Un futuro che si chiama anche Parco, contro le ambiguità e i no immotivati e autolesionisti delle altre due liste che nulla propongono di alternativo. Da cittadino e da proprietario, prima ancora che da sindaco uscente, dico che non possiamo permetterci passi indietro di 20 anni e avventure con chi non ha maturato nessuna vera esperienza di amministrazione. Se, come speriamo, i nostri concittadini ci rinnoveranno la fiducia, dalla mattina del 27 maggio, senza perdere nemmeno una giornata, saremo già al lavoro, potendo concentrare le nostre attenzioni sulle questioni che rappresentano il futuro e la sopravvivenza del nostro comune: turismo, lavoro e lotta allo spopolamento. La nostra scelta è di continuare sulla strada tracciata in questi ultimi cinque anni, con maggiore esperienza e consapevolezza ma anche con rinnovato entusiasmo”.

“Per concludere, avevamo proposto che, durante la campagna elettorale, fossero organizzati uno o più confronti pubblici fra i candidati sindaci durante i quali la popolazione potesse mettere a confronto i programmi e porre direttamente domande. Ahimè il candidato della lista ‘Diamo un futuro ad Urbe’ si è rifiutato e nonostante la disponibilità mia e di Zunino non se ne è fatto nulla. Peccato, un’altra occasione persa per discutere veramente del futuro del nostro Comune”.

Categorie: Notizie Locali

“Patto per Varazze”, Casa della Salute essenziale: “Servizi sanitari a domicilio, convenzione con la Croce Rossa”

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 16:21

Varazze a differenza di tutte le altre città simili per abitanti e tipologia, non dispone di strutture sanitarie pubbliche di primo soccorso, esami e visite specialistiche che consenta di aggregare l’offerta e i servizi con servizi più moderni e integrati.

Oggi, non esiste neppure la possibilità di fare i raggi X ad una persona in barella non autosufficiente, sottoponendolo a ore di trasporto e impegnando le ambulanze della meritoria CRI varazzina. Inoltre, altri esami e controlli medici, per molti varazzini, potrebbero essere più semplici e dunque svolti a Varazze, se si creasse finalmente anche a Varazze l’opportunità di istituire una Casa della Salute che integra servizi pubblici e privati.

Varazze non ha una struttura di questo genere, che deve essere incoraggiata con la piena collaborazione dell’Asl e se necessario con risorse comunali. E’ una scelta di civiltà che va incontro ai bisogni crescenti di una popolazione sempre più anziana e bisognosa di servizi sanitari moderni.

“Patto per Varazze” prevede nel suo programma anche ad un potenziamento dei servizi domiciliari che potrebbero essere offerti grazie ad una convenzione con la Croce Rossa locale e propone anche la creazione di uno “Sportello famiglia” che nasce per dare assistenza ed informazioni sulle incentivazioni e sgravi contributivi per le famiglie meno abbienti e per le fasce sociali più deboli.

Categorie: Notizie Locali

Alessandro Bozzano (Essere Varazze): “Non c’è alternativa alla continuità”

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 16:18

Varazze. “Fare il sindaco significa lavorare fino all’ultimo minuto dell’ultimo giorno in cui sei in carica. Significa presidiare il territorio, tutto il territorio, perché bisogna conoscerlo. Fare il sindaco significa conoscere le esigenze dei cittadini, della città e della associazioni, che noi abbiamo messo al centro della nostra azione di governo”.

Esordisce così, a pochi giorni dal voto delle amministrative 2019 (26 maggio), il sindaco uscente e candidato sindaco di “Essere Varazze” Alessandro Bozzano, che ha proseguito: “Noi chiediamo ai cittadini un voto di continuità per continuare a lavorare, per terminare le tante, tantissime opere messe in campo per la città, e per farne altre”.

“Lavorare, la logica del fare, la logica dell’accordo e la capacità di decidere sono tutto per le nostre comunità. Non è un voto di alternativa: non c’è alternativa alla continuità, quando la continuità è in una logica di sviluppo positivo della città, come avvenuto in questi 5 anni”.

“Feci alcune promesse appena divenuto sindaco e sono state tutte mantenute: la demolizione degli ex cantieri Baglietto;  la nuova caserma dei vigili del fuoco prossima a partire; il campo sportivo Varazze-Celle; piazza Dante, che è partita ed è in dirittura d’arrivo. I prossimi 5 anni, se i concittadini ci daranno fiducia, faremo la passeggiata a sbalzo, i parcheggi sotterranei davanti al palazzotto dello sport e aggiudicheremo il cantiere Baglietto, faremo le demolizione e la messa in sicurezza dell’asta terminale del rio Rianello”.

“Opere necessarie per ridisegnare completamente la zona del ponente varazzino, uno degli ingressi più grandi della nostra città e da valorizzare. Io ragiono con la ‘testa’ dell’amministratore sui progetti per la città, non con la ‘testa’ del tecnico”, ha concluso Bozzano.

Categorie: Notizie Locali

Turismo, Berrino: “Tosi non sa leggere i dati turistici, affermare che i turisti sono in calo è negare la realtà”

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 16:11

Regione. “Ormai è ufficiale, i Cinque Stelle non sanno leggere i dati turistici. A rispondere alle arrampicate sugli specchi di oggi dovrebbe bastare ciò che abbiamo già spiegato ieri, che ha un significato chiaro e univoco per tutti, soprattutto per gli operatori che sanno su quali dati è opportuno programmare: oggi dunque mi limito a qualche puntualizzazione”. Risponde così Gianni Berrino, assessore al turismo della Regione Liguria, alle dichiarazioni con le quali il gruppo consiliare Cinque Stelle ha commentato i dati diffusi ieri sugli arrivi e le presenze turistiche di marzo, più un’anticipazione di dati non ancora definitivi che riguardano il periodo pasquale.

“Il fattore ‘fine settimana di Pasqua’ – prosegue Berrino – caduto quest’anno ad aprile e l’anno scorso a fine marzo, rende necessario confrontare i dati di marzo e aprile del 2018 e del 2019 contestualmente, è davvero evidente a tutti. Come è evidente a tutti che presenze e arrivi fino al 27 marzo delineano una tendenza di aumento nettissima, che si può negare soltanto negando pervicacemente la realtà. L’insistenza sul nudo confronto numerico di marzo è dunque astratta, irragionevole e pretestuosa. I numeri parlano molto chiaro, ma i numeri bisogna saperli leggere, e i Cinque Stelle hanno dimostrato di non saperlo fare”.

“Altrettanto inspiegabile e lunare – continua l’assessore – è l’accenno a un presupposto ‘misero’ incremento delle presenze nel triennio. A parte l’insensatezza della media che propongono dal punto di vista delle statistiche del turismo, non c’è nulla di misero in un incremento in tre anni di 867.830 presenze, pari al 6,09 per cento. La media che propongono i Cinque Stelle serve solo a nascondere il dato straordinario del 2017, dopo il quale era ragionevole aspettarsi un assestamento verso il basso anche se il 2018 non fosse stato l’anno difficile che sappiamo. Occorre guardare l’andamento di anno in anno o su periodi più lunghi (quando mai la Liguria ha avuto una crescita ‘a due cifre’?), la media proposta in quel modo non ha alcun senso e in ogni caso racconta una realtà del tutto diversa da quella adombrata dalle parole dei Cinque Stelle”.

“Le politiche di promozione del turismo in questa legislatura – conclude Berrino – hanno funzionato, e anche molto bene. Lo dicono i numeri (se si sanno leggere), lo dice la maggiore visibilità che hanno guadagnato in questi anni le nostre destinazioni: abbiamo cambiato in meglio l’immagine turistica di questa regione. Se è vero ciò che dice il consigliere, che lo riempie d’orgoglio sapere che i turisti scelgono la Liguria, ha ottimi motivi per inorgoglirsi: sempre meglio che intristirsi con una calcolatrice che sa usare poco e male”.

Categorie: Notizie Locali

Pienone per l’incontro di “Andora Più” con gli abitanti della zona di ponente

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 16:06

Andora. Grande partecipazione all’incontro della lista “Andora Più – Demichelis Sindaco” in zona di Ponente per illustrare ai cittadini della zona di ponente le tante opere pubbliche realizzate per rilanciare il territorio.

“Abbiamo ricordato la messa in sicurezza della scuola, il miglioramento dei sottoservizi, l’abbattimento delle case fatiscenti in largo Milano, la valorizzazione di Palazzo Tagliaferro anche attraverso l’apertura dello sportello del cittadino, lo spostamento del mercato del contadino in piazza Caduti di Nassiriya, che ha ospitato anche eventi di grande impatto turistico come il concerto di Loredana Bertè”, afferma il sindaco Mauro Demichelis.

“Si proseguirà con la realizzazione della pista ciclabile alla quale conseguirà l’allargamento di via Carminati e il collegamento della strada con via Del Poggio. Il rinnovamento continua“.

Categorie: Notizie Locali

Enrica Buldrini Verney a fianco di Maurizio Garbarini: “Pronta a lavorare per rivalutare ancora di più Albisola”

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 15:59

Albisola Superiore. E’ stato l’amore che prova per la Liguria e per Albisola a spingere Enrica Buldrini Verney a scendere in campo con la lista di Maurizio Garbarini per le elezioni comunali ad Albisola Superiore.

“Nonostante sia stato fatto tanto nelle precedenti amministrazioni – spiega – ci sono tante cose che occorre rivedere, trasformare, cambiare e migliorare. Perciò è necessario continuare la rivalutazione della città da tutti i punti di vista”.

L’incontro con il candidato sindaco è stato il fattore decisivo: “Maurizio Garbarini è una persona che ha istinto, mi ha trasmesso la sua onestà, la sua voglia di fare, il suo background derivante dalla sua esperienza amministrativa. E’ una persona completa e sono felice di essere stata contattata da lui”.

Categorie: Notizie Locali

Ordine e sicurezza pubblica, il prefetto Cananà incontra l’amministrazione di Borghetto

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 12:39

Borghetto Santo Spirito. Questa mattina il prefetto di Savona, Antonio Cananà, ha incontrato l’amministrazione comunale di Borghetto Santo Spirito.

A riceverlo sono stati il sindaco Giancarlo Canepa, il comandante della stazione dei carabinieri luogotenente Roberto Milano, il comandante della polizia locale Enrico Tabó, il segretario comunale Francesca Stella oltre a una nutrita rappresentanza di consiglieri comunali compresi i due capigruppo di minoranza Giancarlo Maritano e Pier Paolo Villa.

L’incontro si è svolto in un clima “profondamente collaborativo” e ha portato ad effettuare un excursus su diversi argomenti, tutti inerenti l’ordine pubblico e la pubblica incolumità.

“È stata anche un’occasione – spiega il sindaco Canepa – per rimarcare l’ottimo lavoro svolto sia dai carabinieri che dalla polizia locale sia in tema di contrasto dei reati sia in tema di sicurezza stradale e nei cantieri. Alcuni argomenti trattati necessiteranno di futuri approfondimenti ed è emersa la volontà comune di approfondirli nelle sedi opportune. L’amministrazione comunale ringrazia il prefetto per l’attenzione e la sensibilità dimostrata”.

Categorie: Notizie Locali

Adolescenti trasgressivi, un convegno dell’Asl2 savonese

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 12:33

Savona. Il dipartimento di salute mentale e dipendenze dell’Asl2 savonese ha organizzato per venerdì 24 maggio una giornata di formazione sul tema “Senza paura, senza pietà: l’intervento clinico con gli adolescenti trasgressivi”. La giornata verrà aperta da Paolo Cavagnaro, commissario straordinario dell’Asl, e vedrà la partecipazione del professor Alfio Maggiolini, docente all’Università Bicocca e direttore della scuola di specializzazione “Il Minotauro” ed autore di numerose pubblicazioni su questo tema, e da Luca Villa, presidente del tribunale dei minori di Genova.

“Nell’età dell’adolescenza – spiegano dal dipartimento – l’infrazione delle regole può essere semplicemente l’espressione di una crisi legata al processo di crescita, quando si fa più impellente l’esigenza di assumere un ruolo ed un comportamento autonomi. In alcuni giovani, tuttavia, questa fisiologica tendenza alla trasgressione si orienta in una direzione antisociale, che può minare sia l’equilibrio del processo di sviluppo sia l’acquisizione di una identità matura. Chi sono questi ragazzi senza paura e, a volte, senza pietà? Sono malati? O sono semplicemente cattivi? In realtà sono prima di tutto adolescenti in difficoltà, incapaci di trovare altri modi di percepire se stessi come persone di valore, e della possibilità di agire nel mondo senza doversi imporre con la prevaricazione, o con la violenza, oppure arrivando a commettere reati”.

“Pur senza giungere ad augurarsi, con Shakespeare, la scomparsa di questa ‘età di mezzo fra i dieci ed i ventitré anni’ bisogna ammettere che questo, pur piccolo gruppo di pazienti, con disturbi del comportamento e della condotta che spesso iniziano a commettere reati, avviandosi così verso un disturbo antisociale, sono diventati pazienti di difficile gestione, spesso tra i più pericolosi per gli operatori che li hanno in carico.

Nel corso del convegno verranno approfonditi i temi legati alle possibilità di cura, alla necessità di una valutazione il più accurata possibile, alla differenziazione di interventi psicoterapici, comunitari ed agli aspetti penali. “Il nostro dipartimento, unico in Regione Liguria, si fa carico di ragazze e ragazzi fin dai 14 anni, nel 2018 i ricoveri nell’Spd del San Paolo tra i 14 ed 24 anni sono stati 117 (con 40 minori) e nello stesso periodo i centri di salute mentale hanno avuto in carico sempre tra 14 e 24 anni 293 pazienti con 73 minori; al servizio per le dipendenze patologiche negli ultimi 2 anni circa la metà dei nuovi utenti sono minorenni”.

Categorie: Notizie Locali

Al Gabbiano di Savona fa tappa il tour educativo “Stop al bullismo”

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 12:24

Savona. Le parole possono far male. Soprattutto ai più giovani. Vittime di bullismo. E saranno proprio ragazzi e ragazze (oltre 300 provenienti dalle scuole di Savona e provincia) che arriveranno al mattino di venerdì 24 maggio al centro commerciale “Il Gabbiano” del circuito Coop Liguria per partecipare alla tappa del progetto “Stop al Bullismo”, un tour educativo e formativo per i giovani e le famiglie.

L’obiettivo di “Stop al Bullismo” è, da un lato, generare un’occasione di confronto con i ragazzi per bloccare sul nascere il fenomeno del bullismo e, dall’altro, formare gli adulti per renderli più consapevoli nel riconoscere questi episodi, grazie anche alla testimonianza degli psicologi e psicoterapeuti Rosanna Schiralli e Ulisse Mariani. Il tour attraverserà tutta l’Italia, da febbraio a giugno, incontrando i giovani e le loro famiglie proprio nei Centri Commerciali, che rappresentano per i ragazzi luoghi di aggregazione e socializzazione.

“Il bullo si nasconde spesso dietro il silenzio delle sue vittime e di chi, anche solo con l’indifferenza, diventa complice di episodi che possono segnare in maniera negativa una giovane vita – sottolinea Davide Teneggi, direttore del centro commerciale Il Gabbiano – Ecco perché abbiamo voluto ospitare questo evento che aiuta a capire come si sta insieme a scuola, nei luoghi di aggregazione come un Centro Commerciale, ma anche sui social e sulle piattaforme digitali, isolando gli episodi di bullismo e tracciando i comportamenti più corretti. Un evento che aiuta a fare rete per contrastare questo fenomeno: sia al mattino che al pomeriggio parteciperanno associazioni e realtà locali che da sempre si sono spese e battute contro il bullismo”.

Un momento di gioco, educativo e formativo, animato grazie alla partecipazione degli esperti Rosanna Schiralli e Ulisse Mariani, psicologi e psicoterapeuti, tra i massimi esperti in Italia nell’ambito della psicologia dello sviluppo, autori del best seller Mondadori “Nostro figlio” e ideatori del metodo dell’Educazione Emotiva

Una giornata di approfondimento sul tema del bullismo che proseguirà nel pomeriggio. Nella Sala Soci Coop (4° piano via baracca 1) si terrà infatti alle 17.30 un incontro con genitori e insegnanti che saranno coinvolti in un dibattito a loro dedicato con gli psicologi e e psicoterapeuti.

Nella galleria commerciale, sempre alle 17.30, ci sarà invece l’incontro con gli influencer di “House of Talent”. Uno spettacolo, ripreso e condiviso da loro stessi sui social, con al centro un monologo, accompagnato da musica e danza, dove la voce narrante sarà proprio quella di un bullo che, con le proprie parole scagliate con violenza sui social, senza esserne consapevole, causa molto dolore ai suoi coetanei. Federico Mancosu, Giuseppe Spitaleri, Caterina Cantoni, Brunella Cacciuni, noti agli adolescenti per la loro partecipazione al talent da alcuni anni in onda sulle reti Rai, spiegheranno che le parole possono far male. Ma il bullismo si può fermare.

Categorie: Notizie Locali

Savona premia Matteo Milano, poeta a otto anni

ivg.it - Mer, 22/05/2019 - 12:17

Savona. Il 23 Maggio alle 17 nella Sala Rossa del Comune, in piazza Sisto IV, al giovanissimo Matteo Milano verrà conferita una pergamena di riconoscimento per meriti letterari dall’assessorato alla cultura del Comune di Savona.

L’iniziativa parte dall’assessore Doriana Rodino che afferma: “Questa sarà la prima delle pergamene che consegneremo ai giovani che si sono distinti nei diversi campi della cultura. Il riconoscimento che giovedì 23 verrà dato a Matteo Milano, autore di poesie di incredibile profondità che mi hanno lasciato senza parole quando ho scoperto la sua età, ha valore simbolico ma consentirà a tutti i savonesi di conoscere i talenti presenti nella nostra città che, spesso, rimangono nascosti proprio alla città stessa”.

Matteo è il più giovane autore nella storia di Savona a vedere pubblicato un suo libro e a vincere importanti premi letterari. Il libro si intitola “Poeta a Otto Anni” e ha vinto il Premio Speciale Alda Merini di Imola; inoltre, Matteo è risultato finalista al 23^ Concorso Nazionale Letterario Mario dell’Arco di Roma e ha visto pubblicare alcune sue poesie sulla prestigiosa “Enciclopedia di Poesia Contemporanea” della Fondazione Mario Luzi.

Le oltre 50 poesie contenute in Poeta a otto anni, alcune delle quali potranno essere ascoltate durante la premiazione, sono di una profondità rara anche in un poeta maturo: esprimono in versi luminosi la scoperta del mondo circostante, la contemplazione della natura, e toccanti riflessioni personali sulla vita, sull’uomo, su Dio.

Di lui così scrive Mattia Leombruno, presidente della Fondazione Mario Luzi: “In questo debutto a soli otto anni vi è soprattutto il principio della vita, la sua intangibile integrità. Un vero e proprio ritorno della parola poetica alla sola attitudine che gli è propria, fuori anni luce dalle artificiosità o costrutti eruditi che sono perlopiù della sfera cosciente, cognitiva e logica e quindi della sfera più inerte se al cospetto dei prodigi dello spirito. La modalità della sua osservazione è di tipo analogico, per similitudine e accostamenti sensoriali, per comuni qualità, e dunque più profondamente si addentra cogliendo nel segno di una dimensione interiore, spirituale”.

La passione per la poesia in Matteo nasce mentre frequenta la terza elementare presso l’istituto comprensivo Savona III. La creazione poetica avviene rapidamente: in pochi minuti su un quaderno di scuola, sul diario accanto alla lista dei compiti, sul risvolto di un libro, sul quaderno Scout o su un foglio volante, si materializzano versi che, a detta dei lettori, “trasmettono gioia, speranza, meraviglia, con parole che toccano immediatamente il cuore”.

Che cos’è la felicità… 
per un bambino di otto anni?
…i mattini le notti e le stelle
notti di sogni e giorni di ricordo…

Ma se il bambino è un poeta, per quanto piccolo, le cose prendono subito una direzione inaspettata, e decisamente più profonda:
Tu vedi le cose solo con gli occhi… 
il sole rende visibili le cose che guardiamo con gli occhi 
il bene rende visibili le cose che vediamo con l’anima. 

Il bambino ci ricorda anche che
Sotto un sole caldo come una soluzione ai problemi,
un’emozione piccola fa grandi cose
e se si versa una
Lacrima di amore, di vita,
che cammina per la via dell’emozione ed entra nel cuore
si può arrivare a
Dio, un abbraccio senza fine.

Ma per chi invece si trova come rinchiuso in
Una grotta, buia come un computer non acceso
il piccolo poeta approda subito alla concretezza esistenziale:
Piangi,
perché non hai mai fatto del bene.

La redenzione è però sempre possibile:
Ma allunga l’archetto, non accorciarlo, 
non far finire la tua nota insieme a tutto. 
Finirà un giorno da sola, al momento giusto.
Ora vivi,
aspettando un nuovo giorno
più felice,
respirando bontà.

Categorie: Notizie Locali

ALLENAMENTI al Campo

ALLENAMENTI
cadetti 2006 - 2005
Martedì-Venerdì
18,00 - 20,00
-----------------
ROOKIES 2012 - 2010
Giovedì; 18,00-19,00;
-----------------
RAGAZZI 2010-2007
Lunedì - Mercoledì
17,30-19,30
-----------------
Senior over 2004
Martedi e Giovedi
18,00-20,30
******************
Allenamenti extra
concordabili sul gruppo
******************

gli Appuntamenti

*********************
Sabato 18 Maggio
********************
Campionato Nazionale
Serie C
------------------
ore 15,00
Cairese - JRebels
*******************
*******************
Domenica 19 Maggio
------------------
Campo da Baseball
di Fossano
------------------
Campionato Nazionale
under 15
------------------
ore 10,00 Gara 1
12,30 Gara 2
Fossano - Cairese
*********************

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.