You are hereAggregatore notizie / News / Notizie Locali

Notizie Locali


Danza inclusiva paralimpica: i ballerini savonesi ai campionati italiani assoluti

ivg.it - %age fa

Savona. Mettiamo che a Savona ci sia una scuola di danza inclusiva, dove non si trovano barriere architettoniche, dove i bagni sono predisposti anche per disabili, dove c’è un parcheggio comodissimo e quando piove non ci si bagna neppure durante il tragitto dal parcheggio alla scuola.

Mettiamo che ci siano degli insegnanti preparati per insegnare danza a persone con qualsiasi tipo di disabilità. Mettiamo che ci siano corsi sia per quanto riguarda il sociale-ricreativo che per l’alto agonismo e mettiamo infine che alcuni degli allievi parteciperanno questo fine settimana ai campionati italiani assoluti, campionati che andranno a decidere chi saranno i nuovi atleti ballerini che rappresenteranno l’Italia alle prossime manifestazioni internazionali.

Ebbene, questa scuola è la Semplicemente Danza, situata presso il centro commerciale Le Officine, ed i suoi ragazzi, Chiara Bruzzese, Enrico Gazzola con Francesca Tacchella, sono coloro che scenderanno sul parquet di Foligno, accompagnati dal loro insegnante Edo Pampuro.

Una realtà savonese che invita tutti, prossimamente, ad una giornata di porte aperte ed uno sguardo più approfondito sulla danza inclusiva. L’invito della scuola savonese è di andare a conoscerla e a parlare direttamente con atleti, insegnanti e volontari, tutti uniti da un unico scopo: la danza inclusiva.

.

Categorie: Notizie Locali

Giorno della Memoria, a Carcare il recital “Non so dove sia”

ivg.it - %age fa

Carcare. Questa sera alle ore 20.30 nella chiesa parrocchiale di Vispa andrà in scena un recital in occasione del Giorno della Memoria e dal titolo “Non so dove sia – Cercando Irène Némirowsky”, un racconto musicale di e con Ferdinando Molteni (narrazione), Elena Buttiero e Piera Ranieri (pianoforte a quattro mani).

Durante il recital sarà raccontata la storia della popolare scrittrice francese di origine russa che, dopo essere stata arrestata nel luglio del 1942, morì di lì a un mese nel campo di sterminio di Auschwitz. Ma anche del drammatico sforzo che il marito intraprese per ritrovarla, prima di essere lui stesso arrestato e avviato alla morte.

Nel corso dello spettacolo saranno eseguite musiche di compositrici coeve della Némirowsky come Mel Bonis, Marie Jaell, Amy Beach e altre.

Categorie: Notizie Locali

Rinnovata la convenzione tra Federalberghi Savona e Unogas Energia

ivg.it - %age fa

Savona. Con il nuovo anno si rinnova la pluriennale Convenzione tra Federalberghi Savona e Unogas Energia, azienda attiva nella fornitura di gas naturale ed energia elettrica.

“Tale collaborazione è nata dalla volontà comune di essere presenti attivamente sul territorio, quale partner delle strutture ricettive del savonese – commenta Andrea Valle, presidente Federalberghi Savona – e riflette la collaborazione già in essere tra Unogas Energia e Federalberghi Nazionale”.

“Federalberghi Savona ed Unogas Energia non offrono soltanto servizi, consulenze e informazioni, ma hanno la credibilità, la professionalità e la forza di sentirsi compartecipi del successo degli albergatori” sostengono in un comunicato congiunto.

L’accordo garantirà sconti e tariffe esclusive sulla fornitura di energia elettrica e gas naturale, consulenza fiscale gratuita per la corretta applicazione delle accise, un referente commerciale dedicato e soluzioni “green” quali impianti fotovoltaici e mobilità elettrica.

Categorie: Notizie Locali

A Giustenice un convegno dedicato alla “trasgressione” dell’adolescente

ivg.it - %age fa

Giustenice. Che cosa vuol dire trasgredire? A cosa trasgrediamo? L’enciclopedia Treccani la definisce come una deviazione dal comportamento condiviso dalla maggioranza, in una società o in un gruppo sociale, così come l’atto del trasgredire, dell’andare oltre i limiti consentiti; violazione di una norma, di un ordine, di una legge. 

Ma perché trasgredire? Questa domanda sorge prepotente quando la pensiamo e la associamo al mondo adolescente.

Per l’adolescente la trasgressione “nei limiti consentita” è anche quel modo necessario per distinguersi, prendere le distanze dagli adulti di riferimento e ricercare la propria strada. Ma quando è troppa? A loro viene rivolta questa domanda: cosa non ti piace in questa società e cosa vorresti cambiare? Vengono messe “sul tavolo” le paure, le rabbie e le insofferenze….a cui sembra inevitabile ribellarsi attraverso l’azione: la rabbia, l’attacco, l’offesa… E noi cosa possiamo fare?

E’ di questo che si parlerà nel convegno organizzato dall’Amministrazione Comunale di Giustenice, venerdì 31 gennaio  presso la Sala Multimediale delle ex scuole in frazione San Michele (ore 20.45), in un incontro/dibattito, dal titolo “Gioventù Privata (non vedo – non sento – non parlo)… metafore di ribellione. Gli adolescenti e la rabbia verso il mondo”, con la Dottoressa Stefania Lanaro,  Psicologa e Psicomotricista  del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze della ASL 2 Savonese ed il fotografo professionista loanese Alessandro Gimelli..

Boetto Gabriella  (Consigliere con delega al sociale): “Quella di venerdì sera è un importante convegno finalizzato a fornire supporto ed  indicazioni  ai genitori. Un aiuto pratico, per orientarsi nella vita quotidiana,  finalizzato a favorire un corretto sviluppo psicofisico del bambino.  Questo è quello che si cercherà di fare nel convegno con la Dottoressa Lanaro”.

Categorie: Notizie Locali

Savona, in Prefettura la consegna della “Medaglia d’Onore” alla memoria di Leonardo Orcellet

ivg.it - %age fa

Savona. Nel contesto delle iniziative legale al “Giorno della Memoria”, oggi 27 gennaio 2020, alle ore 10,  presso questo Palazzo del Governo, il Prefetto Antonio Cananà e il Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio hanno consegnato la “Medaglia d’Onore”, conferita dal Presidente della Repubblica, alla memoria del Signor Leonardo ORCELLET.

  Il Signor Orcellet, residente a Savona, venne arrestato  il 1° marzo 1944 nel corso dei rastrellamenti posti in essere dal regime nazifascista a seguito degli scioperi degli operai delle fabbriche savonesi.

Dapprima deportato nel Campo di Mauthausen, venne successivamente  trasferito nel sottocampo di Wittenberg, dove fu ucciso il 16 giugno 1944. Il riconoscimento è stato ritirato dalla nipote Simona Brignone.

Categorie: Notizie Locali

Juniores nazionali e regionali di Eccellenza: i risultati e le classifiche

ivg.it - %age fa

Savona. Si sono giocate sabato 25 gennaio la 19ª giornata del girone nazionale A Juniores e la 18ª giornata dei gironi regionali liguri di Eccellenza.

Vediamo risultati, classifica e prossimo turno dei raggruppamenti che vedono impegnate le squadre liguri.

Juniores nazionali girone A

I risultati della 19ª giornata:
Bra – Arconatese 3-1
Milano City – Chieri 1-3
Ligorna – Casale 2-1
Savona – Castellanzese 0-1
Borgosesia – Lavagnese 1-1
Fossano – Legnano 1-1
Sanremese – Vado 2-1
Inveruno – Verbania 3-2

Classifica: Bra 46; Fossano 45; Chieri 38; Borgosesia 35; Vado 32; Lavagnese 28; Milano City, Legnano 27; Savona 23; Inveruno, Castellanzese 22; Verbania 21; Sanremese 20; Casale 19; Ligorna 17; Arconatese 9

Le partite della 20ª giornata, in programma sabato 1 febbraio:
Chieri – Bra
Vado – Fossano
Casale – Inveruno
Lavagnese – Ligorna
Castellanzese – Milano City
Borgosesia – Sanremese
Arconatese – Savona
Legnano – Verbania

Juniores regionali Eccellenza girone A

I risultati della 18ª giornata:
Albenga – Cairese 4-2
Campomorone Sant’Olcese – Arenzano 1-2
Finale – Ceriale 1-5
Molassana Boero – Vallescrivia 3-1
Pietra Ligure – Genova Calcio 1-2
Serra Riccò – Varazze Don Bosco 2-0
Sestrese – Imperia 5-1

Classifica: Imperia 38; Arenzano 34; Cairese, Sestrese 33; Varazze Don Bosco, Vallescrivia 27; Campomorone Sant’Olcese, Serra Riccò, Genova Calcio 26; Albenga 23; Molassana Boero 20; Ceriale 19; Finale 15; Pietra Ligure 8

Le partite della 19ª giornata, in programma sabato 1 febbraio:
Arenzano – Sestrese
Cairese – Serra Riccò
Ceriale – Campomorone Sant’Olcese
Finale – Albenga
Genova Calcio – Molassana Boero
Imperia – Pietra Ligure
Vallescrivia – Varazze Don Bosco

Juniores regionali Eccellenza girone B

I risultati della 18ª giornata:
Angelo Baiardo – Valdivara 5 Terre 2-1
Don Bosco Spezia – Athletic Club Liberi 2-1
Genovese Boccadasse – Goliardicapolis 3-5
Magra Azzurri – Anpi Sport E. Casassa 2-3
Rivasamba – Canaletto Sepor 4-1
Sammargheritese – Sestri Levante 1-1
Tarros Sarzanese – Ruentes 4-1

Classifica: Athletic Club Liberi 44; Rivasamba 38; Angelo Baiardo 32; Tarros Sarzanese 28; Ruentes, Goliardicapolis, Don Bosco Spezia 27; Magra Azzurri 25; Sammargheritese, Anpi Sport E. Casassa 23; Sestri Levante 20; Canaletto Sepor 18; Valdivara 5 Terre 12; Genovese Boccadasse 5

Le partite della 19ª giornata, in programma sabato 1 febbraio:
Anpi Sport E. Casassa – Sammargheritese
Athletic Club Liberi – Magra Azzurri
Canaletto Sepor – Angelo Baiardo
Rivasamba – Tarros Sarzanese
Ruentes – Genovese Boccadasse
Sestri Levante – Goliardicapolis
Valdivara 5 Terre – Don Bosco Spezia

Categorie: Notizie Locali

Savona, lo sciopero dei penalisti stoppa il processo Tirreno Power: udienza rinviata

ivg.it - %age fa

Savona. Dopo l’udienza del 14 Gennaio, in cui fu ascoltato Ugo Trucco, il nuovo capitolo del caso Tirreno Power avrebbe dovuto prendere vita domani, 28 gennaio, con una nuova udienza presso il Tribunale di Savona.

Udienza che però non ci sarà a causa di uno sciopero nazionale degli avvocati penalisti, previsto proprio per il 28 gennaio e della durata di un solo giorno. Gli avvocati intendono protestare contro la riforma della prescrizione entrata in vigore il 1° gennaio 2020, e come quello di Tirreno Power anche altri processi saranno rinviati.

L’udienza di domani verrà recuperata in data ancora da definire. Il processo proseguirà con la prossima seduta, programmata per il 25 febbraio.

Categorie: Notizie Locali

Noli, parcheggio di via IV Novembre: la minoranza organizza un’assemblea pubblica

ivg.it - %age fa

Noli. Il 31 gennaio presso la sede della sala consigliare del Comune di Noli, il gruppo di minoranza “In Repubblica 2.0” organizzerà l’assemblea pubblica sul tema “Parcheggio via IV novembre e traffico veicolare: opportunità e proposte”.

Spiegano dal gruppo di minoranza: “L’evento rientra nel calendario di incontri pubblici che organizzeremo con lo scopo di dibattere ed affrontare con la comunità le problematiche del territorio, coinvolgendo direttamente i cittadini, rendendoli protagonisti, ciò al fine di scardinare quel meccanismo che li rende non sufficientemente informati. Il ‘buco di via IV novembre’ è un cantiere aperto ormai da più di 10 anni, e a oggi senza concrete prospettive a danno sia dei cittadini che delle attività commerciali e ricettive: Noli non ha più bisogno di box privati, ma di un vero e proprio parcheggio pubblico pluripiano di soli posti auto con la riqualificazione di un’area residenziale ridotta a un buco polveroso e deturpante”.

“Ci pare opportuno precisare che la posizione politica assunta dall’attuale amministrazione comunale sia oggetto di disapprovazione da parte del nostro gruppo di minoranza, e lo abbiamo dimostrato anche attraverso un esposto depositato presso la Corte dei Conti. Tuttavia, riteniamo utile aprire un dibattito cittadino su quanto accaduto e sulle determinazioni che l’amministrazione intenderà adottare in futuro, contestualmente alle esigenze di un paese che sta economicamente morendo a causa di operazioni che a oggi hanno dato spazio solo a soggetti privati ed avvocati”, ha concluso il capogruppo di minoranza Marina Gambetta.

 

Categorie: Notizie Locali

Il Celle Varazze Volley chiude in bellezza il girone di andata: 3-0 all’Olympia

ivg.it - %age fa

Celle Ligure. Non si poteva chiedere di meglio alla prima squadra femminile del Celle Varazze Volley per chiudere il girone di andata: sabato sera è arrivata una netta vittoria in trasferta sul campo della Subaru Olympia di Genova Voltri.

Il risultato del match è apparso in discussione solo nel terzo ed ultimo parziale; le biancoblù si sono imposte 3 a 0 (25-14, 25-16, 26-24).

Un successo che dà un gran morale alla squadra allenata da Enrico Lamballi e Marco Levratto. Si tratta della seconda vittoria consecutiva e permette alle biancoblù di tornare a metà classifica, dopo un momento di difficoltà vissuto intorno alle festività.

L’obiettivo della stagione, da neo promosse nel massimo campionato regionale, era la salvezza. Al momento il Celle Varazze è in ottava posizione e sono 8 le lunghezze di distacco dalla zona rossa, ossia il dodicesimo posto.

Il girone di ritorno comincerà sabato 8 dicembre alle ore 18 con la trasferta sul campo dell’Avis Casarza Ligure, dove sarà importante far punti per consolidare la posizione.

Nella foto: Maria Molinari

Categorie: Notizie Locali

Pietra Ligure, “Peace & Love”: al teatro Moretti va in scena il nuovo show dei Bruciabaracche

ivg.it - %age fa

Pietra Ligure. A pochi giorni da San Valentino, anche i Bruciabaracche si cimentano, a modo loro, con l’amore. Venerdì 7 febbraio (ore 21) al Teatro Guido Moretti di Pietra Ligure (piazza Castello) va in scena “Bruciabaracche Peace & Love”, nuovo ed esilarante show del collettivo comico composto da Antonio Ornano, Andrea Di Marco, Enzo Paci, Andrea Possa, Marco Rinaldi, Andrea Carlini, Daniele Raco e Daniele “Gabry Gabra” Ronchetti. Biglietti ancora disponibili.

Dopo i diversi sold out registrati al Politeama Genovese e al Porto Antico di Genova, i Bruciabaracche tornano con uno spettacolo nuovo e irriverente. « In “Peace & Love” affrontiamo l’amore non solo come sentimento fra due persone, ma anche come emozione universale – svela Enzo Paci – che ci riporta immediatamente alle atmosfere di Woodstock e della cultura hippie». Uno spettacolo di pace e amore o, come spesso accade, i Bruciabaracche finiscono per mettere scanzonatamente alla berlina anche questi nobili sentimenti? «Raccontiamo “l’amore al tempo dei Bruciabaracche” – scherza Paci – anche perché i figli dei fiori sono ormai padri e, di conseguenza, “nonni” dei fiori. Per pace e amore si intende spesso nostalgia o pace dei sensi e, a poche ore dalla festa degli innamorati, ci divertiamo a portarli in scena raccontandoli in modo dissacrante e irriverente». Antonio Ornano, Andrea Di Marco, Enzo Paci, Andrea Possa, Marco Rinaldi, Andrea Carlini, Daniele Raco e Daniele “Gabry Gabra” Ronchetti, seguiti sul piano organizzativo da Arianna Traverso e su quello autoriale da Graziano Cutrona, portano così in scena una sfacciata jam sassion della risata. «Alcune indiscrezioni? – aggiunge  Enzo Paci – Andremo in scena nel periodo post Festival di Sanremo e noi, da veri “tifosi ultrà” della manifestazione, stiamo preparando un omaggio alle canzoni più belle cantate al Teatro Ariston».

“Bruciabaracche Peace & Love” va in scena venerdì 7 febbraio alle ore 21. I biglietti sono acquistabili esclusivamente all’Ottica Pietrese in via Montaldo (con prevendita di 2 €) e a Teatro a partire da un’ora prima dello spettacolo. Platea € 22 – Galleria € 18.

Categorie: Notizie Locali

Varazze e Taggia ko, si ricompatta il terzetto di testa

ivg.it - %age fa

Turno importante in Promozione Girone A con il trio di testa che si ricompatta alla luce di due passaggi a vuoto di Varazze e Taggia che consentono al Sestri di tornare al secondo posto con un solo punto in meno rispetto ai giallorossi. I verdestellati “passeggiano” sulla Loanesi già sostanzialmente retrocessa. Partita chiusa nel primo tempo con Bazzurro che apre le danze all’11°, poi Anselmo firma il raddoppio e Akkari mette i titoli di coda con la doppietta personale. 0-4 che sembra già largo come parziale, ma Anselmo non ha pietà e firma una tripletta (ovvero 4 reti totali) che consentono all’attaccante genovese di comandare la classifica cannonieri proprio con il compagno Akkari entrambi a segno 16 volte finora.

Clamoroso ko invece del Taggia che viene travolta in casa dalla Veloce che mette in cascina tre punti molto pesanti e per certi versi inaspettato. Partono forti i granata che vanno subito in gol con Giusto al 3°. Poi sale in cattedra Colombino che firma due reti che mandano le squadre al riposo sullo 0-3. Il Taggia prova a riaprirla al 72° con Gambacorta, ma tre minuti dopo Colombino cala la tripletta che gli vale il pallone del match. Nel caos in casa Taggia arriva anche il quinto gol, firmato Fanelli che chiude definitivamente la contesa. 

Ko anche per il Varazze che viene sconfitto a Serra Riccò che si conferma al quarto posto. Il vantaggio gialloblù arriva dal dischetto dopo che Draghici era stato messo a terra in area di rigore. Dagli undici metri Lobascio non sbaglia e firma il gol. Il raddoppio giunge in avvio di ripresa con Re che ribadisce in rete un pallone che era finito sul palo dopo il tiro di Lobascio. Al 60° il Varazze sfiora il gol con Craviotto che colpisce la traversa. La rimonta non si concretizza e nel finale gli animi si scaldano. Ne fanno le spese Garré e Craviotto che lasciano le squadre in dieci contro dieci.

Un gol su rigore di Costa consente al Via dell’Acciaio di imporsi sulla Dianese. I blugranata restano così in zona playoff accorciando sulle prime e alimentando la possibilità che gli spareggi si svolgano nella loro interezza, anche se il Varazze è ancora distante 10 punti.

Gara scoppiettante fra Praese e Ventimiglia. Biancoverdi senza pensieri e vogliosi di fare bene per archiviare in fretta il discorso salvezza; frontalieri che invece devono evitare problemi o sorprese. Ospiti che, però partono male quando al 12° Ventre si guadagna un calcio di rigore. Lo stesso numero 10 si incarica della battuta, ma il suo tiro sbatte sul palo. Graziata, la Praese reagisce e va a segno con una grande azione di Morando che salta anche il portiere Scognamiglio e deposita in fondo al sacco.

La risposta del Ventimiglia, però arriva subito e due minuti dopo un tiro teso di Salzone sorprende Cannavò. Il primo tempo, però non è finito e i granata riescono a ribaltare tutto al 33° quando Scappatura devia in modo vincente sul secondo palo sfruttando una disattenzione della difesa genovese.

Nel secondo tempo la gara si gioca molto a metà campo, la Praese attacca timidamente, Ventimiglia punta al contropiede e al 70° va vicino al tris con Scappatura che calcia da media distanza, palla sul palo, poi il neo entrato Rea sparacchia alto. Poco male perché al 74° lo stesso Scappatura si esibisce una semirovesciata su corner e firma l’allungo del Ventimiglia. Si arriva al 90° gara ampiamente nelle mani del Ventimiglia ed è qui che accade l’impensabile.

Allo scoccare del 90° Morando inventa un calcio di punizione che riapre i giochi. Passano due minuti e Forte viene messo giù in area. Rigore che ancora Morando trasforma e fa 3-3. Ventimiglia che va in confusione, e al 96° Di Molfetta lascia partire il tiro che batte per la quarta volta Scognamiglio. La Praese esplode di gioia e vince una gara incredibile.

Risultati molto importanti in coda con il Legino che supera il Bragno per 2-0 e si rilancia verso la salvezza diretta. I savonesi restano in dieci dopo appena 12’ per il rosso a Balbi, ma al 18° sono in vantaggio su rigore firmato da Tobia. La punta verdeblù mette al sicuro il risultato al 75° con il raddoppio. 

Fondamentale anche la vittoria del Celle che si impone sul Camporosso nello scontro diretto in coda. Cellesi avanti al 35° con Altamore. Nel secondo tempo Sofia e Raiola completano l’opera. Celle che va a +5 sullo stesso Camporosso e avvicinano la sona salvezza. Allungo anche del Ceriale che con la vittoria sull’Arenzano resta a +4 sulla zona playout e trova sia punti che autostima. Un gol per tempo, di Antonelli al 7° e Insolito al 71° regolano un Arenzano poco lucido negli ultimi venti metri.

Categorie: Notizie Locali

Leca d’Albenga, famiglia di cinghiali a spasso tra le piantine aromatiche

ivg.it - %age fa

Leca d’Albenga. Una famiglia di cinghiali impegnata in uno “slalom” (in perfetta fila indiana) tra le piantine aromatiche di un’azienda di regione Poggi, a Leca d’Albenga.

È questa la buffa immagine che, questa mattina intorno alle 7.30, si è trovato di fronte Christian, titolare di un’azienda agricola.

Nelle immagini riprese dal nostro lettore, girate in una zona vicina al cimitero di Leca d’Albenga, si notano sei cinghiali (due più grandi e quattro più piccoli) farsi strada tra le piantine aromatiche disposte all’interno di un terreno.

Gli animali, con passo deciso, dopo una breve escursione si sono poi allontanati “ordinatamente” senza danneggiare le piante.

Categorie: Notizie Locali

Bonaccini vince in Emilia, adesso per le candidature alle Regionali Liguria il tempo è scaduto

ivg.it - %age fa

Genova. Il voto in Emilia Romagna era diventato un po’ come le vacanze estive o il Natale. Una scadenza perentoria che permetteva a tutti di dire “Ne riparliamo dopo”. Il dopo è arrivato. Stefano Bonaccini, presidente uscente e candidato del Pd e di una serie di liste di centrosinistra (con l’endorsement delle Sardine), ha vinto con parecchi punti di scarto sul nome lanciato dal centrodestra e in particolare dalla Lega, Lucia Bergonzoni: 51% a 47%, con il Pd primo partito davanti a Salvini, e con il Movimento 5 Stelle ridotto al 4,5% (solo 3,5% se si parla del candidato, ma c’era la possibilità del voto disgiunto). In Calabria, stravince il centrodestra con Jole Santelli (55,3%), candidata di Forza Italia, contro Pippo Callipo (30,2%). Attenzione, anche nella regione del Sud il Pd si conferma primo partito. Il candidato del Movimento 5 Stelle supera di poco il 7%.

Questo il quadro. Questo lo scenario con il quale dovranno fare i conti i partiti a livello nazionale, con gli equilibri nel governo giallo-rosso inevitabilmente da rivedere, ma soprattutto – per quanto ci riguarda – a livello ligure. Dove il presidente uscente Giovanni Toti non ha ancora uno sfidante. O meglio, ne ha già un paio, ma puramente in linea teorica: Aristide Massardo, autocandidato per una serie di realtà vicine alla sinistra e alla società civile, e Alice Salvatore, vincitrice delle Regionarie M5S ma ancora ai blocchi.

Ora che il voto in Emilia Romagna (e in Calabria) c’è stato il Pd e il Movimento 5 Stelle dovranno decidere davvero se procedere uniti, come a Roma, oppure divisi. Da una parte i Dem potrebbero scegliere di fare a meno degli alleati visti i risultati poco soddisfacenti dei grillini, dall’altra potrebbero sfruttare il momento di “scarso potere contrattuale” e cooptarli per avere qualche punto percentuale in più senza snaturare eventuali progetti politici.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SU “REGIONALI 2020” »

Sicuramente, almeno a parole, la vittoria in Emilia, netta anche sulla Lega e su Salvini, ha galvanizzato il Partito Democratico – “Meno di 2 anni fa molti commentatori spiegavano che il PD era finito. Non è andata così”, scrive il consigliere comunale Alessandro Terrile sui social – ma attenzione alla grande differenza. Bonaccini era governatore uscente in una Regione che conosce solo marginalmente la crisi.

Il governatore uscente in Liguria, Giovanni Toti, resta alla finestra e commenta il risultato: “Una bella giornata di democrazia, l’affluenza così alta significa voglia di partecipazione”, scrive in un post su Facebook in cui sottolinea come “secondo aspetto positivo la scomparsa del Movimento 5 Stelle” e il ritorno di un certo bipolarismo: “tornano a confrontarsi due coalizioni diverse tra loro, ma espressione della politica e non dell’antipolitica”.

Toti fa i complimenti a Bonaccini – “il fatto che i cittadini scelgano non solo sigle ma anche persone, è un altro buon segnale che non può che migliorare la politica” – e a Jole Santelli in Calabria, ma anche a Lucia Borgonzoni – “già essere arrivati a giocarsi la partita fino in fondo, in una regione dove per 70 anni i risultati elettorali erano solo una formalità, si tratta di un grande successo”. Infine un ringraziamento a Salvini e alla sua “campagna elettorale generosa” e un breve accenno all’esperienza sperimentale di Cambiamo!”. “Abbiamo fatto in una lista con gli amici del Popolo della Famiglia, una lista che non era presente né a Bologna né in altri capoluoghi, in una regione dove di fatto il nostro movimento ancora non esisteva. Potevamo aspettare situazioni più facili, magari le elezioni in Liguria. Invece abbiamo scelto di portare il nostro piccolo contributo alla coalizione di centrodestra, perché riteniamo giusto spendersi, al di là delle convenienze, per la parte politica in cui si crede”. Cambiamo! + Popolo della Famiglia hanno ottenuto lo 0,3%.

Categorie: Notizie Locali

Albenga, tra febbraio e marzo 12 strade “nel mirino” dell’autovelox: al via i controlli

ivg.it - %age fa

Albenga. Il Comune di Albenga continua la sua campagna di prevenzione e sicurezza su tutto il territorio, legata al rispetto del codice della strada e dei limiti di velocità.

Saranno infatti 12 le strade, come ha comunicato la Polizia Locale, nelle quali verranno effettuati i controlli con l’autovelox nel periodo febbraio-marzo.

La Polizia Locale ha inoltre emanato i nomi delle strade sottoposte ad autovelox, e sono: Via Piave, Viale Che Guevara, Via del Molino di San Clemente, Viale VIII Marzo, Via Agricoltura, Viale Martiri della Foce, Via del Cristo, Regione Miranda, Via al Piemonte, Via al Piemonte Regione Cantone-Leca, Regione Massaretti e SS1 Aurelia.

 

 

Categorie: Notizie Locali

Tre avvistamenti UFO nel savonese, l’ufologo Maggioni: “Segnalazioni veritierie”

ivg.it - %age fa

Savona. “Quello strano oggetto  sembrava enorme e si accendeva e spegneva , ma ogni volta che si accendeva si trovava in una posizione diversa  dalla prima”, e ancora “ho osservato nella tarda serata di ieri (23/01/2020) uno strano oggetto molto luminoso, lampeggiava ed era stazionario poi ha accelerato ed è  andato in direzione mare  verso Arenzano”. Queste sono solo alcune delle segnalazioni arrivate a Angelo Maggioni, conosciuto ufologo ligure e fondatore dell’associazione ricerca italiana aliena (A.R.I.A).

Gli Ufo sono stati avvistati a Savona? L’ufologo prova a raccontare i fenomeni avvistati sul nostro territorio la notte del 23 gennaio, segnalati da tre persone: “Le indagini hanno dovuto confrontare sia il tragitto della ISS pienamente visibile su Savona dalle 18 alle 18:30 direzione lineare monti e lo Starlink di Elon Musk per poi poter procedere ad una visione più completa del fenomeno. Le segnalazioni sono avvenute tra Savona e Varazze , l’uomo di nome Claudio ha avvistato un oggetto sopra Madonna degli Angeli, incredulo del suo bizzarro comportamento, dal filmato si può affermare che l’oggetto sia di tipo pulsante, di medie proporzioni (non si riesce a stabilire altezza dal suolo che si presume sia superiore ai 500 metri) luminosità bianca intensa e viva. La particolarità consiste in quanto ha raccontato il testimone e quanto è emerso dalla elaborazione di movimento dello stesso oggetto che sembra andare a destra e poi a sinistra e nuovamente a destra, ma sempre e solo dopo che scompare dalla vista “.

Prosegue Maggioni: “Come se non bastasse una ‘cam’ di monitoraggio registra il passaggio del presunto oggetto dirigersi verso Madonna degli Angeli per poi ritornare poco dopo da dove era  apparso, verso il mare direzione Roma. Grazie alle due registrazioni si è potuto escludere potesse trattarsi della ISS che eseguiva un percorso opposto e ad un orario fuori tempo, era visibile dalle 18 :20 alle 18:30. Anche lo Starlink (ex slitta di Babbo Natale come è stato battezzato il trenino di satelliti lanciati da Elon Musk) viene escluso in quanto si sarebbero visti anche gli altri componenti  che compongono la lunga fila di satelliti. Escluse anche ipotesi convenzionali come aerei, volatili, palloni sonda e droni, il tracciamento Madonna degli Angeli e Varazze sarebbe troppo lungo per un drone amatoriale o semi professionale”, ha concluso l’ufologo.

Quindi cos’erano quegli avvistamenti? Non lo sapremo mai con certezza ma, come ricordano tutti gli ufologi, la parola UFO non va necessariamente collegata a “extraterrestri” ma più semplicemente a “un oggetto volante non identificato”.

Categorie: Notizie Locali

Alluvione Liguria, Pastorino (Leu): “Toti fa polemiche sul nulla, fondi arrivati”

ivg.it - Dom, 26/01/2020 - 18:13

Liguria. “Sono arrivati a tutti i Comuni della Liguria i fondi annunciati dal governo dopo i danni provocati dal maltempo delle scorse settimane. In una situazione faticosa e complicata per i sindaci, la ministra De Micheli aveva garantito, già a dicembre dopo un incontro a Genova, un tempestivo intervento da parte dell’esecutivo. La promessa è stata mantenuta in poche settimane. Non si capisce perché il presidente della Regione Toti, impegnato solo a costruire polemiche, non pensi a lavorare invece di attaccare continuamente”.

Lo dichiara il deputato genovese di èViva, Luca Pastorino, segretario di presidenza alla Camera per Leu.

“Non è la prima volta – aggiunge Pastorino – che Toti parla come se fosse all’opposizione e non alla guida della Regione. La smetta di fare propaganda a tempo pieno, seguendo il modello degli alleati della Lega, e si concentri sulle cosa da realizzare per i cittadini. I fondi per i danni del maltempo, ripeto, sono arrivati. A volte basterebbe ammettere la realtà, senza affidarsi alla polemica sul nulla”.

Categorie: Notizie Locali

“Sagre plastic free”, il Comune di Albenga replica a Ciangherotti: “Percorso già iniziato”

ivg.it - Dom, 26/01/2020 - 18:10

Albenga. “Come per le elezioni comunali, anche sul tema del ‘plastic free’ Ciangherotti arriva sempre dopo di noi. La sua capacità di provare ad appropriarsi poi del lavoro fatto dagli altri, inoltre, ha davvero qualcosa di straordinario… purtroppo per lui, in questo come in tutti gli altri casi, sono i fatti a smentirlo sempre”. E’ la replica dell’amministrazione comunale di Albenga al consigliere comunale Eraldo Ciangherotti che oggi ha proposto di obbligare gli organizzatori di sagre a rendere i loro eventi, appunto, “plastic free”.Leggi anche

“Nei mesi scorsi – raccontano – non solo l’amministrazione ha annunciato la volontà di lavorare per provare ad anticipare anche ad Albenga, come avvenuto in altre città limitrofe, l’entrata in vigore della direttiva europea che prevede dal 2021 la messa al bando delle plastiche usa e getta, ma ha già incontrato alcuni i rappresentanti delle sagre, proprio per trovare insieme la via migliore per raggiungere questo importante obbiettivo”.

“Fa poi davvero sorridere la pretesa di Ciangherotti di obbligare i cittadini a fare qualche cosa – insistono dal Comune – Vorremmo ricordare al consigliere di minoranza infatti che, per amministrare, i progetti debbono essere condivisi con persone e realtà produttive e non imposti tramite obblighi come lui suggerisce. Chissà, magari è proprio per questo suo modo di fare che i cittadini di Albenga l’hanno bocciato sia alle elezioni amministrative del 2014 che a quelle del 2019”.

“Come fatto fin qui, l’amministrazione continuerà a lavorare con grande attenzione su temi come la tutela ambientale e la salute dei cittadini – conclude il Comune – Stia quindi tranquillo il signor Ciangherotti, continui pure a pubblicizzare legittimamente il suo studio dentistico in tutti i modi che ritiene più corretti, ma se davvero ha a cuore il bene dei cittadini e non cerca solo di ritagliarsi un po’ di pubblicità personale, eviti le continue polemiche che fanno solo male all’immagine della nostra città e accolga positivamente le proposte che a breve verranno presentate dall’amministrazione su questi temi, senza fare scatti in avanti e senza attribuirsi meriti che non gli spettano per nulla”.

Categorie: Notizie Locali

Virus Cina, falso allarme in Liguria: le analisi escludono il Coronavirus, era influenza

ivg.it - Dom, 26/01/2020 - 17:35

Liguria. Sospiro di sollievo per la donna controllata oggi all’ospedale San Martino di Genova per un sospetto caso di Coronavirus. Fortunatamente gli esami hanno dato esito negativo: si trattava di una semplice infezione da virus parainfluenzale.

Il coordinamento regionale in materia di prevenzione, diretto dal professor Filippo Ansaldi, ha informato le Autorità competenti dei risultati degli esami eseguiti sulla donna ricoverata al Policlinico San Martino per sospetto caso di nuovo Coronavirus. “La donna, una cinquantenne residente nel Tigullio, presa in carico questa mattina dal Policlinico San Martino con sintomi respiratori dopo essere rientrata da Wuhan, è risultata negativa ai test per il nuovo Coronavirus” riferisce Sonia Viale, vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria.

I campioni saranno inviati al centro di riferimento nazionale. La donna attualmente sta bene e, non rientrando nella definizione di “caso”, come concordato con il Ministero della Salute, sarà dimessa. “Il percorso clinico-organizzativo ha funzionato pienamente – conclude Viale – Ringrazio tutti i professionisti per il prezioso lavoro svolto”.

Categorie: Notizie Locali

Campionati europei, l’Italia cede alla Serbia e si classifica sesta

ivg.it - Dom, 26/01/2020 - 17:17

Savona. Il Settebello perde 8-7 dalla Serbia, oro olimpico a Rio 2016, e termina al sesto posto la 34ª edizione dei campionati europei di pallanuoto alla Duna Arena di Budapest.

L’ultimo precedente agli Europei risale ad otto anni fa, il 27 gennaio 2012 a Eindhoven, dove la Serbia vinse 12-8. L’ultimo precedente in ordine cronologico, invece, è quello dell’8 aprile 2018 nella finale per il terzo posto della Europa Cup a Rijeka, vinta 10-9 dall’Italia. Anche la Serbia, così come l’Italia, è già qualificata ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020: gli azzurri perché campioni del mondo a Gwangju 2019 e i serbi per aver vinto la World League a Belgrado il 23 giugno.

La partita. I primi in acqua sono Del Lungo, Di Fulvio, Renzuto Iodice, Echenique, Aicardi, Velotto e Figari. La Serbia passa al primo affondo con il rigore trasformato da Filipovic, conquistato dal centroboa Jaksic. Branislav Mitrovic dice no ad Aicardi ma poi è affondato dalla botta dai sei metri di Di Fulvio. Il veloce giro palla degli azzurri dà i propri frutti: Figlioli serve al centro Bodegas che da due metri fissa il 2-1 in extraplayer. Immediato il pareggio dei serbi con Aleksic (doppia superiorità numerica) per il 2-2. Slavi avanti con l’alzo e tiro di Filipovic che sigla il 3-2 dopo otto minuti di gioco.

Ritmi non eccessivamente alti ma lo spettacolo non manca. Il diagonale di Figlioli in superiorità riequilibra il punteggio dopo novanta secondi dall’inizio del secondo tempo. Del Lungo è superbo sul missile di Mandic; il Settebello passa avanti nell’azione successiva con la stoccata da zona quattro di capitan Figlioli che non lascia scampo al numero uno serbo (4-3). Poi botta e risposta tra Di Fulvio e Randjelovic, entrambi a segno con l’uomo in più (5-4). Di Fulvio è in versione extralusso e dai sette metri scarica un destro tutto potenza e precisione alle spalle di Mitrovic per il 6-4 a metà gara.

Si riparte con la Serbia che si rimette in scia con Cuk che non perdona dal perimetro e sigla il 6-5. Gli azzurri forzano un paio di conclusioni, Figlioli va fuori per tre falli; in seguito il 6-6, che chiude il terzo periodo, arriva da Jaksic in superiorità che da due passi supera Del Lungo.

Vantaggio serbo in apertura di ultimo quarto con la ripartenza iniziata da Mandic e conclusa da Aleksic (7-6). Settebello dalle mille risorse e punteggio che torna in equilibrio con lo schiaffo di Aicardi, su imbeccata perfetta di Renzuto Iodice (7-7). Del Lungo dice no alla botta di Randjelovic dai quattro metri. Poche energie e tanto agonismo in acqua. I campioni olimpici rimettono la freccia con il diagonale di Mandic che toglie la ragnatela dal sette e vale l’8-7 a poco più di due minuti dalla conclusione. A 49 secondi chance per il Settebello con l’uomo in più; Campagna chiama il secondo time-out a disposizione ma Mitrovic dice no ad Aicardi. Il punteggio non cambia: la Serbia chiude quinta e i campioni del mondo sesti.

Le parole del commissario tecnico Alessandro Campagna: “Buona la gestione della partita. Ci è mancata un po’ di forza nel finale, ma anche quando hanno preso loro il sopravvento con il pressing, è sempre stato poco pagato perché abbiamo preso poche espulsioni nella seconda parte. La squadra mi è piaciuta e il fatto di aver giocato alla pari con la Serbia, che non si è certo risparmiata, ci deve dare confidenza in prospettiva futura. Assolutamente meglio di come ci siamo comportati con il Montenegro: un passo avanti”.

Le parole di Vincenzo Dolce, calottina numero 12: “Una partita dura e giocata ad altissimo livello. Campagna ci aveva avvisati che sarebbe stata una partita fisica. Nel terzo tempo ci siamo un po’ fermati con i movimenti e con loro, paradossalmente, se non ti muovi in attacco fatichi di più. Perché nuotando riesci ad evitare la loro pressione. Peccato perché fino all’ultimo abbiamo cercato di pareggiare, anche l’occasione con Matteo Aicardi proprio nei secondi finali. Avevamo fame e voglia di riscatto e ne abbiamo ancora. Il Settebello non è quello che si è visto a Budapest. Siamo consapevoli di questo. Nella partia con il Montenegro abbiamo sbagliato completamente l’approccio e oggi abbiamo provato a riscattarci. Ci è mancato proprio poco. Guardiamo avanti”.

Le parole di Niccolò Figari, calottina numero 9: “A caldo devo dire che non è stato un brutto Europeo: siamo mancati solo contro Montenegro. Oggi abbiamo giocato una grande partita, anche con tanto cuore contro un avversaria fortissimo e che per cultura non molla mai come la Serbia: alla fine abbiamo accusato po’ la stanchezza di queste due settimane”.

Il tabellino:
Italia – Serbia 7-8
(Parziali: 2-3, 4-1, 0-2, 1-2)
Italia: Del Lungo, Di Fulvio 3, Luongo, Figlioli 2, Fondelli, Velotto, Renzuto Iodice, Echenique, Figari, Bodegas 1, Aicardi 1, Dolce, Nicosia. All. Campagna.
Serbia: G. Pijetlovic, Mandic 1, Dedovic, Randjelovic 1, Cuk 1, D. Pijetlovic, Vico, Aleksic 2, Jaksic 1, Filipovic 2, Prlainovic, S. Mitrovic, B. Mitrovic. All. Savic.
Arbitri: Kun (Hun) e Zwart (Ned).
Note. Superiorità numeriche: Italia 4 su 12, Serbia 5 su 10 più 1 rigore realizzato. Uscito per limite di falli Figlioli nel terzo tempo. Ammonito per proteste Campagna all’inizio del quarto tempo.

Categorie: Notizie Locali

Bambino ligure di 5 anni in terapia intensiva, positivo al meningococco

ivg.it - Dom, 26/01/2020 - 16:48

Liguria. La Direzione Sanitaria dell’Istituto Giannina Gaslini informa che il test effettuato sul piccolo paziente genovese di 5 anni ricoverato stamani in terapia intensiva per sospetta meningoencefalite è positivo per meningococco.

Seguirà realizzazione della tipizzazione del ceppo. La ASL genovese provvederà ad effettuare la profilassi ai contatti stretti come da Linee Guida nazionali e regionali.

Le condizioni del bambino sono invariate. Salvo improvvisi sviluppi nelle condizioni del piccolo, la direzione sanitaria fornirà aggiornamenti lunedì 27 gennaio alle ore 12.00.

Categorie: Notizie Locali

ALLENAMENTI INVERNALI

Palestra Scuole Medie
===================
Ragazzi under 12
Martedì 17,30 - 18,45
Giovedì 17,30 - 19,30
-------------------
Rookies under 8
Mercoledi 18,00 - 19,00
*********************
*********************
Palazzetto dello sport
===================
cadetti under 15
Lunedì 19,00 - 20,30
Mercoledì 18,30 - 20,30
*********************
*********************

gli Appuntamenti

**********************
Domenica 19 Gennaio
**********************
**********************
Palazzetto dello sport
di S.Antonino
Western League
Undre 12
B.C.Cairese
Rebels
Aosta
Alpi di Mare
Porta Mortara
*********************

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.