You are hereAggregatore notizie / News / Notizie Locali

Notizie Locali


Consiglio delle autonomie locali liguri: approvate due proposte di legge su polizia locale e raccolta/commercio funghi epigei

ivg.it - %age fa

Liguria. È stata approvata all’unanimità dal Cal, Consiglio delle autonomie locali liguri, la proposta di legge (n. 55 dell’1 febbraio 2021) presentata dal gruppo consiliare della Lega in Regione che modifica la legge regionale n. 31 dell’1 agosto 2008 “Disciplina in materia di polizia locale”.

Il “parlamentino” ligure, organo costituzionale di consultazione tra Regione ed enti locali, presieduto dal sindaco di Chiavari Marco di Capua e con segretario generale Pierluigi Vinai di Anci Liguria, ha dato il via libera alla pdl, messa in cantiere nella passata legislatura e nel frattempo aggiornata, che prevede l’introduzione di dotazioni aggiuntive a beneficio della polizia locale ligure, con lo scopo di garantire maggiore tutela agli operatori durante lo svolgimento delle proprie funzioni di ordine pubblico e sicurezza.

Nella fattispecie, la pdl prevede la possibilità dell’inserimento di nuovi strumenti e vestiario per coloro che effettuano servizi esterni di pattuglia a piedi o in auto/moto: spray privo di effetti lesivi permanenti, bastone estensibile, manette, giubbotti antitaglio ed antiproiettili, polo traspiranti (per i mesi estivi), berretto da baseball e caschi di protezione, tuta da ordine pubblico e stivaletti operativi.

Il Cal ha approvato, inoltre, con 19 voti favorevoli e 4 astenuti, la proposta di legge del gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle in Regione n. 58 del 26 febbraio 2021 “Modifica alla legge regionale 11 luglio 2014, n. 17 (Disciplina della raccolta e commercializzazione dei funghi epigei spontanei)”, già presentata al Cal nel 2018 e poi arenatasi.

La pdl in esame prevede alcuni correttivi di modifica delle norme regionali riguardanti gli obblighi in capo ai consorzi in materia di raccolta funghi, tra cui si rileva la necessità di disporre di una rendicontazione annuale consuntiva e trasparente sui proventi dei tesserini incassati dai consorzi, da inviare alla Regione obbligatoriamente entro il mese di settembre di ogni anno, pena la revoca dell’autorizzazione, contenente i dettagli dei ricavi e delle spese per gli interventi di cura, valorizzazione, promozione del territorio effettuati con la parte di proventi vincolati. La pdl prevede anche la predisposizione di una relazione preventiva riguardante gli interventi previsti per l’anno successivo, oltre che l’approvazione, con provvedimento della Giunta regionale, di linee guida per consentire una omogenea e chiara compilazione e raccolta della modulistica da parte dei consorzi, composti spesso da personale volontario e non più giovane.

Alla seduta del Cal hanno illustrato le rispettive proposte di legge l’assessore regionale alla sicurezza Andrea Benveduti, il capogruppo della Lega in Consiglio Stefano Mai, il capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio Fabio Tosi. Ora la palla passa al Consiglio regionale per la definitiva approvazione

Categorie: Notizie Locali

Savona 2021, l’invito di Azione a Russo: “L’area moderata sia rappresentata nella coalizione”

ivg.it - %age fa

Savona. “Accogliamo la proposta dell’avvocato Marco Russo e del Patto per Savona di confrontarsi sui punti programmatici in vista delle prossime elezioni comunali. La speranza è che questo confronto sui temi possa essere un primo passo verso una discussione concreta e propositiva che coinvolga le altre forze politiche dell’area moderata”.

A dirlo è Massimiliano Carpano, coordinatore politico provinciale di Savona In Azione che ha così ribadito la possibilità di far parte della sua coalizione alle elezioni comunali del 2021, che al momento sono previste per la primavera ma potrebbero essere rinviate al prossimo autunno. L’invito, oltre che da Russo, nelle settimane scorse era arrivato anche da Dario Amoretti (il presunto candidato per lo schieramento di centrodestra) che aveva cercato di ottenere l’appoggio della sezione savonese del partito fondato da Carlo Calenda con l’intenzione di presentarsi alle amministrative a capo di un’ampia coalizione.

“Riteniamo – affermano dal partito – che spetti al candidato Russo e al Patto per Savona creare quelle condizioni per cui la componente moderata possa essere adeguatamente rappresentata all’interno di un’eventuale coalizione adottando un modo di fare politica lontano da un certo tipo di populismo fatto di ‘no’ ideologici ed irrazionali”.

“Da pochi giorni, a livello nazionale, abbiamo lanciato ‘Next Generation Italia‘, un primo progetto d’investimento riguardante giovani, donne e bambini. Questa iniziativa si propone di diminuire il gap con le altre realtà del panorama europeo. Contatteremo perciò enti e associazioni che si occupano di queste tematiche, al fine di poter valutare i contenuti della proposta sulla nostra realtà territoriale. Inoltre, continueremo il confronto diretto con i nostri iscritti coinvolgendoli negli incontri online che stiamo organizzando”.

“Come già ribadito in passato – concludono -, ci interessa rilanciare Savona progettando la città dei prossimi 5 – 10 anni all’insegna dello sviluppo economico e della riqualificazione urbana, ma mantenendo un occhio di riguardo anche alle implicazioni del nostro tessuto sociale. Le pari opportunità e la risoluzione di problematiche legate al coinvolgimento attivo dei giovani savonesi all’interno della vita cittadina sono infatti tra i nostri principali obiettivi”.

Categorie: Notizie Locali

De.Co per la “Cipolla di Verezzi”, con il sogno di una nuova filiera: “Un marchio come quello di Tropea…”

ivg.it - %age fa

Borgio Verezzi. “Lumaca sexy e Cipolla social”, slogan con i quali il sindaco di Borgio Verezzi Renato Dacquino rilancia le produzioni locali del territorio. E se la lumaca, anche con la storica sagra di agosto, è ormai entrata nell’immaginario gastronomico collettivo, meno conosciuta la cipolla verezzina, che ha ottenuto la De.Co – Denominazione Comunale -. Unicità tra storia, tradizione e futuro… Insomma un nuovo brand attrattivo anche da un punto di vista turistico nella riscoperta e nella valorizzazione dei prodotti tipici.

L’obiettivo è quello di realizzare una vera e propria filiera corta, anche sull’esempio recente dell’Asparago Violetto di Albenga, che metta assieme in un unico progetto produttori locali, aziende agricole, ristoratori e trasformatori, sviluppando grazie alla sinergia tra pubblico e privato una promozione strutturata con eventi, show cooking e formazione nelle scuole e in altri enti. “Naturalmente siamo ancora nella fase iniziale e di start up – ha evidenziato la consigliere delegato Maddalena Pizzonia -, ma un prodotto di nicchia può e potrà diventare sempre più diffuso sul mercato, offrendo importanti occasioni di crescita economica e anche posti di lavoro, un modello di sviluppo sostenibile attento al territorio”.

La tipicità della “Cipolla di Verezzi” e le caratteristiche organolettiche sono davvero speciali, con applicazioni a diverse soluzioni culinarie: “L’elemento food e le specialità gastronomiche locali sono e saranno parte essenziale del turismo esperienziale, tra l’altro la cipolla verezzina risulta essere sempre più conosciuta e apprezzata. Dobbiamo puntare sulle nostre unicità, come la cipolla, e mettere assieme le nostre eccellenze per una proposta turistica e culturale di richiamo e fortemente attrattiva” ha sottolineato il sindaco Renato Dacquino.

Nel corso della presentazione di questa mattina in Comune è stata illustrata la relazione dell’agronomo Luca Lanzalaco, esponente della giunta Cia Savona e membro dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri della sezione ingauna, oltre al contributo dell’esperto Roberto Pirino sul fronte delle potenzialità gastronomiche e culinarie della cipolla verezzina.

Sul fronte operativo si sta lavorando per ottenere nuovi terreni destinati alla coltivazione della cipolla, coinvolgendo la cooperativa agricola di Verezzi e altri piccoli agricoltori che si stanno attrezzando per sviluppare e intensificare la produzione della cipolla di Verezzi, pronta a diventare un nuovo marchio gastronomico savonese e ligure: “Servono competenze adeguate e spazi adeguati, in primis, e poi se il progetto prenderà piede sarà fondamentale l’ambito distributivo e di commercializzazione del prodotto, senza contare il ruolo promozionale” ha aggiunto il primo cittadino.

Oltre alla cipolla in sé, il comparto agricolo locale potrà puntare su semi, piantine e know-how per le tecniche di coltivazione. Per ora realizzare una nuova filiera corta è ancora un sogno, ma la strada è stata avviata e tracciata. Per questo l’amministrazione comunale, con un ruolo di coordinamento rispetto al progetto, è pronta a lavorare per ottenere fondi e finanziamenti dal Psr e da altri ambiti legati al settore agricolo e turistico, coinvolgendo istituzioni e associazioni di categoria in grado di sostenere le prospettive progettuali di produzione e sviluppo della “Cipolla di Verezzi”, collocata in un quadro di vera filiera produttiva.

Categorie: Notizie Locali

Per tre volte abbandona i sacchi della spazzatura in un parcheggio: individuato e multato dalla polizia locale di Borghetto

ivg.it - %age fa

Borghetto Santo Spirito. La polizia municipale di Borghetto ha identificato (e sanzionato) l’autore di tre distinti episodi di abbandono irregolare di rifiuti avvenuti nell’arco di pochissimi giorni e tutti nel parcheggio di corso Giotto, vicino al casello autostradale.

Si tratta di un cittadino residente non a Borghetto ma in un paese nel primo entroterra della Val Varatella. Grazie al lavoro degli agenti è stato possibile attribuire in maniera incontrovertibile gli abbandoni allo stesso soggetto, al quale sono state comminate tre sanzioni per un totale di circa 1.800 euro.

“L’attività di contrasto agli abbandoni di rifiuti e ingombranti da parte di questa amministrazione è sempre stata intensa – afferma il sindaco Giancarlo Canepa – Grazie a fototrappole e attività investigativa la nostra polizia municipale ha compiuto diversi accertamenti di cui alcuni anche eclatanti. Da quando Sat ha preso in gestione il servizio di igiene urbana, gli standard di pulizia e raccolta nel paese sono notevolmente migliorati. Per questo motivo, a maggior ragione, non abbasseremo la guardia nel contrastare questo vile e incivile comportamento”.

Categorie: Notizie Locali

Coldiretti: “Sostenere la silvicoltura e tutelare la filiera della zootecnia da carne per la ripresa dell’economia provinciale”

ivg.it - %age fa

Liguria. Dalla necessità di approvare il Regolamento Regionale Forestale e dare giusta attenzione al settore della silvicoltura, fino alle questioni legate alla crisi del mondo zootecnico, dove le aziende continuano a subire perdite fino a 500 euro a capo, che danneggiano imprese ed economia territoriale: bene l’impegno dell’Assessorato ad accelerare e mettere in campo misure adeguate che rispondano alle esigenze reali delle imprese locali, che in anno di pandemia, hanno già subito ingenti perdite. È quanto afferma Coldiretti Savona a seguito dell’incontro in videoconferenza avuto, assieme ai rappresentanti Niccolò Canepa di Arbores Domi Liguria e Stefano Ghiso di Anaborapi, con l’assessorato regionale dell’agricoltura, per discutere di due tematiche molto importanti per l’entroterra savonese, cioè quelle legate al mondo della silvicoltura e della zootecnia da carne.

Dall’incontro sono emerse le necessità di accelerare quanto possibile il licenziamento del nuovo regolamento forestale regionale e di valutare come supportare il comparto forestale, rivedendo anche le misure inserite nel PSR, mentre, per quanto riguarda la filiera della zootecnia da carne che coinvolge oltre un centinaio di aziende per oltre 2mila capi di razza piemontese, è necessario intervenire tempestivamente per permettere alle imprese di continuare a lavorare.

“L’emergenza sanitaria – affermano il presidente di Coldiretti Savona Marcello Grenna e il direttore provinciale Antonio Ciotta – è stata un duro colpo per tutti i comparti agricoli, ma, soprattutto per la nostra provincia e in particolare per la Valle Bormida, perla verde d’Italia, non bisogna dimenticare che lo stop all’attività, le chiusure lungo la filiera, e l’impossibilità di portare avanti nuovi lavori hanno avuto pesanti ripercussioni anche sul settore della silvicoltura, e tutte le azioni dedicate alla manutenzione dei nostri boschi e quelle relative alla filiera legno, attività tra l’altro fondamentali in una regione come la nostra che ha un patrimonio boschivo di circa 375.000 ettari, uno tra i più importanti e grandi d’Italia, pari al 74% della superficie totale. Allo stesso modo le misure di contenimento e la chiusura parziale o totale del canale dell’Ho.Re.Ca. hanno avuto un impatto particolarmente pesante per il settore della zootecnia da carne, dove il calo della domanda ha causato il crollo dei prezzi di vendita, mandando in sofferenza molte aziende savonesi, produttrici di grandi eccellenze”.

“Per questo, per entrambi i settori, riteniamo fondamentale individuare, quanto prima, strumenti di sostegno, aiuti diretti alle imprese e ristori concreti, in modo da evitare la chiusura delle aziende e il conseguente gravissimo danno in termini di abbandono del territorio, mantenimento e pulizia. Ringraziamo il vice presidente e assessore Alessandro Piana per l’impegno assunto ad accelerare su alcune partite che potrebbero realmente permettere il rilancio del nostro entroterra.”

Categorie: Notizie Locali

La Regione finanzia con 20 milioni 13 progetti per la ricerca e l’innovazione

ivg.it - %age fa

Regione. “In un momento di crisi come quello attuale, è bello poter annunciare il finanziamento di 13 progetti di ricerca e innovazione, che coinvolgono grandi, piccole e medie imprese, oltreché start up, le quali nei prossimi 18 mesi investiranno complessivamente circa 20 milioni di euro nella crescita e nello sviluppo del nostro tessuto economico”. A dirlo è l’assessore allo sviluppo economico di Regione Liguria Andrea Benveduti, commentando l’esito della graduatoria pubblicata da Filse.

Il bando regionale, gestito da Filse e rientrante nell’asse 1.2.4 del Por Fesr 2014-2020, disponeva di un plafond di 10 milioni di euro ed era destinato al supporto nella realizzazione di progetti per le imprese aggregate ai poli tecnologici di ricerca ed innovazione, con il coinvolgimento altamente qualificato di Università ed enti di ricerca.

“Questo bando, con contributi a fondo perduto a copertura massima del 70% dell’investimento, si inserisce all’interno di una più ampia e completa azione a sostegno della innovazione tecnologica , su cui Regione negli anni ha puntato fortemente, che ci consentirà, anche grazie all’ecosistema creato tra i 5 Poli Tecnologici (che aggregano ben 350 imprese), di incrementare la competitività del territorio nell’ambito dell’alta tecnologia e della innovazione” conclude Benveduti.

Categorie: Notizie Locali

Vaccino Covid, il sindaco di Cosseria scrive all’Ue: “Istituzionalizzare gestione dei brevetti”

ivg.it - %age fa

Cosseria. Accelerare le operazioni di incetta dei vaccini e istituzionalizzarne la gestione per evitare di essere ostaggio dei laboratori farmaceutici. È questo in breve il contenuto della lettera che il sindaco di Cosseria, Roberto Molinaro ha inviato al presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen. 

Una richiesta volta ad evitare che “gli stati più ricchi e che pagano di più ottengano prima il vaccino rispetto agli altri Paesi” scrive il primo cittadino valbormidese che poi evidenzia: “Chiediamo ai cittadini di fare numerosi sacrifici, privandoli di alcuni diritti, anche i governi devono fare la loro parte e, contro le regole fondamentali di licenza e di copyright, gestire i brevetti”. 

Di seguito il testo integrale della lettera. 

Ill.mo Presidente,

Sono Roberto Molinaro sindaco del comune di Cosseria in provincia di Savona – Liguria.

Desidero esprimerle il mio apprezzamento per la sua governance Europea in un contesto così drammatico. Finalmente il suo operato politico ha determinato un cambio di rotta e di approccio nei confronti degli Stati aderenti considerati, a torto, di serie B dagli stati forti dell’UE. Va sempre tenuto presente che l’Italia è uno dei Paesi fondatori della Comunità Europea. 

La ringrazio anche per il suo impegno nel convincere gli stati membri nel concedere all’Italia i finanziamenti tramite il “Recovery Fund”, sperando di non doverli restituire con leggi finanziarie che saranno lacrime e sangue per i ceti medi e bassi.

Ora però dobbiamo sveltire le operazioni di incetta dei vaccini. Le difficoltà esistono ovviamente, altrimenti non ci troveremmo in uno stato di emergenza, di errori ne è piena la Storia, ma come Unione Europea non possiamo essere ostaggio dei laboratori farmaceutici e delle società che hanno il brevetto. 

I cittadini Europei dal 2008 hanno subito una crisi economico finanziaria devastante, pensiamo ad esempio a quello che ha subito la popolazione Greca; ora la pandemia da Sars Covid 2 che progressivamente sta desertificando alcune aree produttive, con risvolti psichici drammatici per milioni di persone oltre al numero dei contagi e purtroppo delle persone che hanno perso la vita.

Da tutto il mondo scientifico ci è stato inculcato che oltre al distanziamento sociale e alle altre prescrizioni che dobbiamo giustamente rispettare per evitare di ammalarci, il vaccino è la soluzione più immediata per poter abbattere la percentuale dei contagi.  Siamo in emergenza, osserviamo il rispetto di leggi speciali, sopportiamo tanto in silenzio. A questo punto ognuno deve fare la sua parte, se il cittadino è privato di alcuni diritti fondamentali proprio per uscire da questa tragedia mondiale e lo fa con un grande spirito di sacrificio, ritengo che si debba avere il coraggio di condividere questi sacrifici e in nome della salute pubblica, i governi devono gestire i laboratori e, contro le regole fondamentali di licenza e di copyright, questi sacrosanti brevetti devono avere una gestione istituzionale. 

Al contrario se continuiamo a subire ii diktat dei colossi farmaceutici, le conseguenze direi che si siano già palesemente manifestate: gli stati ricchi pagano di  più ed otterranno prima il vaccino e gli altri stati quien sabe?

So che tutti i suoi sforzi sono rivolti in questo senso ma ho voluto esprimerle in quanto sindaco di un Piccolo Comune portare il mio sostegno ad ottenere al più presto possibile un vaccino per quanto possibile affidabile, disponibile ed accessibile per tutte le persone. É un dovere morale e istituzionale. 

La governance deve rientrare nelle sedi istituzionali e non nelle Assemblee di Amministrazione dei colossi privati.

Grazie e buon lavoro.

Mit Freundlichen Grussen,

                                 Il Sindaco di Cosseria

                             Consigliere ANCI Liguria

Categorie: Notizie Locali

Titanio sul Beigua, i consiglieri Pastorino e Candia: “Abbiamo bloccato una prima fase di esplorazione”

ivg.it - %age fa

Varazze. “Siamo soddisfatti per essere riusciti a strappare il ‘no’ dell’assessore Marco Scajola e a bloccare una prima fase di esplorazione nel cuore del parco del Beigua, per la possibile e successiva estrazione del titanio. Adesso continueremo a vigilare proprio come abbiamo fatto in precedenza”.

E’ quanto dichiarano il capogruppo di Linea Condivisa Gianni Pastorino e il consigliere regionale della Lista Sansa Selena Candia. I consiglieri avevano già manifestato la loro preoccupazione dopo essere venuti a conoscenza dell’autorizzazione che aveva rilasciato Regione Liguria a fine febbraio.

“Su argomenti importanti come i parchi – spiega Candia – è importante essere tutti d’accordo perché sono un bene per il nostro territorio, un patrimonio da salvaguardare per le generazioni future. Speriamo che la giunta sia definitivamente di questo parere e ringraziamo le 13 associazioni che in poco più di 3 giorni hanno raccolto quasi 13mila firme”.

“Se si trovano soluzioni per la comunità non possiamo che essere soddisfatti – ribadisce Pastorino -. Come detto continueremo a vigilare sul parco del Beigua affinché non venga effettuata alcuna estrazione. Ricordo che la notizia ‘dell’autorizzazione all’esplorazione’ è stata fornita da noi all’assessore Scajola, il quale non ne era a conoscenza”.

“Accogliamo con un plauso – concludono – il successo della petizione lanciata per chiedere che venga ritirato il decreto con il quale Regione Liguria ha concesso per tre anni alla compagnia mineraria CET la possibilità di effettuare ricerche nel comprensorio del Beigua. Sono quasi 13 mila le firme raggiunte”.

Categorie: Notizie Locali

Covid, il Silp: “Bene l’accelerazione sulla campagna vaccinale: riconoscimento al lavoro delle forze dell’ordine”

ivg.it - %age fa

Provincia. Il il segretario provinciale di Silp-Cgil Luigi Sanguinetti esprime soddisfazione per la “accelerata” che la Regione Liguria ha intenzione di dare alla campagna vaccinale. L’annuncio è arrivato ieri sera da parte del presidente Giovanni Toti.

“Il 19 febbraio avevamo sollecitato, con una lettera indirizzata al presidente della giunta regionale , con urgenza l’avvio delle vaccinazioni per le forze dell’ordine: quindici giorni fa la Liguria era il fanalino di coda nell’Italia che arranca. Oggi, improvvisamente, l’accelerazione”.

“Oggi si parte davvero, con grande collaborazione da parte istituzionale per il risultato raggiunto. I contagi stanno correndo ma anche poliziotti, carabinieri, finanzieri, operatori della polizia penitenziaria e della polizia locale, tutti impegnati ogni giorno nel contribuire a risollevare l’Italia ferita. Stanno lì, come sempre, in prima fila a tutela della collettività”.

“Ecco, quindi, che l’urgenza da noi richiesta, trova oggi riscontro nella possibilità di vaccinarsi: un riconoscimento alle nostre donne e uomini in uniforme, al loro contributo per combattere questo temibile nemico e permettere così al paese di risollevarsi”.

Categorie: Notizie Locali

Domani presidio promosso da Arci sotto la Prefettura: “Vogliamo i ristori e usare i circoli per la campagna vaccinale”

ivg.it - %age fa

Savona. “È confermato per venerdì 5 marzo l’appuntamento alle 10.30 sotto la Prefettura di Savona per i presidi promossi da ARCI Liguria, per rilanciare la necessità di adeguati ristori per il mondo dell’associazionismo ad oggi non pervenuti e per ribadire la disponibilità già comunicata e manifestata alla Regione Liguria e alle Asl competenti di mettere a disposizione il sistema dei circoli per la campagna di somministrazione del vaccino anti-Covid”.

E’ quanto annunciato da Arci Liguria che ha organizzato per la giornata di venerdì una protesta sotto le prefetture liguri da La Spezia a Ventimiglia. “È un anno – afferma il presidente di Arci Liguria Walter Massa – che questo paese, insieme al mondo, vive nell’emergenza. È un anno che questo paese si comporta di conseguenza, ma un anno non può più essere considerato emergenza, neppure con tutta la buona volontà. Valeva prima sui tamponi, vale oggi sui vaccini. E se emergenza deve ancora essere, le scelte conseguenti vanno per lo meno spiegate e vanno colte tutte le energie civiche e sociali per superarla, una volta per tutte”.

“Ad oggi – spiegano -, il mondo dell’associazionismo, di cui Arci fa orgogliosamente parte con centinaia di circoli e decine di migliaia di soci, non ha ancora ricevuto né ristori né sufficiente accesso al credito, come tutte le altre categorie. Questa discriminazione sta mettendo in seria difficoltà un’organizzazione in cui lavorano centinaia di persone e in cui sono coinvolte migliaia di persone, progetti e altri enti”.

“Il Senato proprio nella giornata di ieri ha approvato il disegno di legge 2066 (conversione in legge del decreto-legge 14 gennaio 2021, n. 2) inserendo tra le modifiche l’emendamento richiesto da Acli, Arci e Forum del Terzo settore per la somministrazione di alimenti e bevande anche nei circoli ricreativi e culturali, con le norme applicate per le medesime attività agli esercizi privati. La Camera dovrà ora approvare in via definitiva il Decreto entro metà marzo”.

“E’ un provvedimento più volte da noi sollecitato – commenta Francesca Chiavacci, Presidente Arci – che arriva dopo mesi di battaglie e di mobilitazione dei nostri circoli in tutta Italia, per metter fine ad una incomprensibile e ingiusta discriminazione che ha fortemente penalizzato il mondo dell’associazionismo. Si tratta però di un provvedimento non risolutivo per superare la drammatica crisi dei circoli, con le sedi chiuse da mesi, le attività sospese, gli affitti e le utenze da pagare e ancora in attesa dei fondi previsti dal decreto Ristori bis”.

Categorie: Notizie Locali

Serie C, seconda giornata: l’Albisola piega la Legendarte Finale

ivg.it - %age fa

Savona. Seconda giornata del campionato di pallavolo femminile di Serie C; i tre gironi hanno visto numerose gare in campo e, anche se siamo solo all’inizio del cammino, iniziano a delinearsi alcuni possibili valori.

Nel girone A hanno giocato solo Albisola e Legendarte Finale. Al palasport Besio hanno prevalso le padrone di casa, capitanate da Rebecca Manitto, hanno prevalso in quattro set. L’inizio non era stato dei migliori, con un prevalere delle ospiti, capaci di imporsi 25-21. L’Albisola ha poi rimontato e prevalso, con un buon crescendo e senza ulteriori altre esitazioni. Le albisolesi passano così in vetta al girone, staccando proprio le finalesi.

Una sola gara anche nel girone B: a Sampierdarena si sono scontrate la Paladonbosco e la Normac. Il team di Sestri, allenato da Alessandro Delucchi, ha avuto la meglio in tre set, dimostrando di saper tenere in pugno la gara fin dal primo parziale. Per la Normac sono i primi tre punti della stagione, mentre il Paladonbosco è al primo KO della stagione.

Nel girone C, invece, le gare sono state due, anche se sparse nel corso della settimana. Sabato pomeriggio a Casarza Ligure le padrone di casa di coach Fausto Valle hanno ospitato la Tigullio di Salvatore Soffietto. A essersi aggiudicate i tre punti sono state Angelica Bargi e le sue compagne, che si sono imposte in trasferta in quattro set, con parziali comunque estremamente equilibrati.
Mercoledì sera, poi, a Lavagna la Admo ha piegato in quattro set il Podenzana volley: in questo caso il match è stato quasi sempre nelle mani della squadra allenata da Simone Cremisio e Marco Dalmaso, che hanno infine ottenuto i tre punti. La classifica, in questo caso, è ancora estremamente compressa e lascia poche indicazioni.

La Serie C tornerà in campo nel prossimo weekend, con gare distribuite tra sabato 6 e domenica 7 marzo.

Categorie: Notizie Locali

Calcio: Gianluca Olivieri finirà la stagione nel Vado

ivg.it - %age fa

Albenga. L’ASD Albenga 1928 comunica il trasferimento a titolo temporaneo di Gianluca Olivieri, difensore classe 1988, al Vado FC, club militante nel campionato di Serie D.

Un elemento in più a disposizione dei mister Luca Tarabotto e Cristiano Francomacaro, nel tentativo di raggiungere il difficile obiettivo della permanenza in quarta serie.

La presidente Claudia Fantino e tutte le componenti della nostra società augurano a Gianluca le migliori fortune per il prosieguo della stagione” scrive la dirigenza del sodalizio albenganese.

Categorie: Notizie Locali

Tragedia ad Andora: venerdì i funerali di Simone Gai e Andrea Forestieri

ivg.it - %age fa

Laigueglia-Alassio. Domani (venerdì 5 marzo), in contemporanea, le comunità di Alassio e Laigueglia e la Riviera tutta riserveranno l’ultimo, commosso saluto a Simone Gai e Andrea Forestieri (leggi QUI).

I due giovani, rispettivamente di 50 e 40 anni, sono scomparsi tragicamente nella serata di lunedì (leggi QUI) in seguito ad un incidente: si trovavano a bordo di due scooter, che si sono scontrati frontalmente. L’impatto è stato fatale per entrambi, mentre Giuseppe Forestieri, fratello gemello di Andrea, anch’egli sul mezzo, è stato ricoverato in ospedale in seguito ai gravi traumi riportati.

I funerali di Simone Gai, che lascia la sorella Elena e la fidanzata Giorgia, si svolgeranno alle 15, nella chiesa parrocchiale di San Matteo, a Laigueglia. Al termine, la salma sarà tumulata nel cimitero di San Giovanni, ad Andora.

I funerali di Andrea Forestieri, che lascia, oltre al gemello Giuseppe, la mamma Angela con Alberto, gli zii e le adorate cugine Daniela e Valeria, si terranno, sempre alle 15, nella chiesa di Sant’Ambrogio, ad Alassio. Questa sera (giovedì 4 marzo), sarà recitato il rosario, sempre a Sant’Ambrogio, alle 20,30.

Gai, originario di Salice d’Ulzio (Torino), ma laiguegliese di adozione, si alternava proprio tra il Piemonte, dove in inverno lavorava come maestro di sci, e la Liguria, dove faceva il bagnino (negli ultimi anni, in uno stabilimento balneare nella zona del porto di Andora).

Forestieri, invece, aveva avuto diverse esperienze lavorative all’estero, soprattutto nel settore della ristorazione nel periodo estivo, mentre in inverno, eseguiva lavori di giardinaggio.

Categorie: Notizie Locali

Trappole gratuite ai cittadini: Garlenda promuove una campagna di contrasto alla vespa velutina

ivg.it - %age fa

Garlenda. Il Comune di Garlenda ha deciso di lanciare una campagna di contrasto alla vespa velutina.

“Nell’ultimo periodo in Valle Lerrone si è riscontrata una presenza massiccia di ‘vespe killer’ che stanno uccidendo tutte le nostre api – spiega il vice sindaco Alessandro Navone – Anche a Garlenda le api sono state decimate, i primi a segnalarlo sono stati proprio gli apicoltori”.

“Oltre ad aver attivato il servizio offerto dalla Regione sull’abbattimento dei nidi rintracciati, l’amministrazione comunale unitamente alla squadra di protezione civile hanno deciso di promuovere una campagna di distribuzione gratuita di trappole per la vespa velutina. Le trappole verranno consegnate ai cittadini di Garlenda e ne verrà tracciata la localizzazione su una cartina in modo da avere una mappatura sull’ubicazione delle stesse”.

La consegna si terrà sabato 6 marzo dalle 10 alle 12 presso la piazza del Comune: sarà anche occasione di un incontro formativo sulla grave problematica ambientale.

Categorie: Notizie Locali

Superstrada Savona-Vado, oggi al via i lavori: diventerà interamente a due corsie per ogni senso di marcia

ivg.it - %age fa

Savona. Inizieranno già oggi i lavori di riqualificazione della superstrada tra Savona e Vado Ligure. Portandola, tra poco più di un anno e mezzo, ad avere dall’inizio alla fine due corsie per ogni senso di marcia. Il tutto senza mai comportarne la chiusura (si viaggerà su una corsia). Lo ha annunciato questa mattina il presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri. Erano presenti, oltre a Olivieri, il consigliere provinciale delegato alla viabilità Luana Isella, il sindaco del Comune di Quiliano Nicola Isetta, il sindaco del Comune di Savona Ilaria Caprioglio, il sindaco del Comune di Vado Ligure Monica Giuliano, il direttore della direzione tecnica e ambiente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure occidentale Flavio Destefanis, il direttore dell’ufficio territoriale di Savona Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure occidentale Paolo Canavese.

La Provincia di Savona, nell’ambito dell’attuale fase di sviluppo dell’area retroportuale di Vado Ligure legata alla piattaforma a mare, ha preso in carico la gestione delle procedure di progettazione e successivamente di appalto ed esecuzione dei lavori di riqualificazione della strada di scorrimento veloce Savona-Vado Ligure (la cosiddetta superstrada), che di per sè sarebbe stata competenza dei tre enti comunali che attraversa: Vado Ligure, Savona e Quiliano. La Provincia, nell’ambito delle proprie funzioni di Ente di coordinamento territoriale, ha ritenuto opportuno e importante proporsi per una gestione unica della procedura relativa all’assegnazione dei lavori e della relativa direzione per favorire e garantire in detta fase il più rapido sviluppo delle procedure di gara relative a questo importante intervento, uno di quelli principali connessi al comprensorio del retroporto e dell’area tutta del porto di Savona-Vado.

La superstrada, che collega lo svincolo Autostradale A10 di Savona con la città di Vado Ligure e la nuova piattaforma Maersk, rappresenta un collegamento  strategico per i flussi in entrata e uscita dalla piattaforma. I lavori di riqualificazione del progetto appaltato (che ricadono nei 3 comuni proprietari della strada: Vado Ligure, Quiliano e Savona) hanno il fine di dotare la “superstrada”, per tutto l’intero sviluppo, di due corsie per ogni senso di marcia eliminando tutti i restringimenti attualmente presenti.

La Provincia di Savona in funzione del proprio ruolo di Ente di area vasta e in ragione della valenza intercomunale dell’intervento e su mandato dei Comuni interessati ha provveduto ad indire le gare di appalto. La Stazione Unica Appaltante, in esecuzione della determina dirigenziale del settore viabilità, edilizia ed ambiente, ha quindi indetto le gare di appalto (gare telematiche mediante procedura aperta, sopra soglia comunitaria) per l’affidamento dei lavori di riqualificazione della strada (fase 1) e del servizio di direzione lavori e coordinamento sicurezza. L’importo complessivo del progetto è pari a 11.100.000 euro di cui 8.300.000 euro per lavori.

Il progetto è stato redatto, dallo Studio Tecnico Goso, sulla scorta dello Studio di Fattibilità tecnico-economica redatto dalla Società Sina per conto della Autostrada dei Fiori spa. I lavori sono stati affidati al raggruppamento temporaneo di imprese Ires Infrastrutture e Restauri srl, l’incarico di direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione al raggruppamento di imprese G.E. Granda Engineering srl e l’incarico per il collaudo tecnico-amministrativo funzionale in corso d’opera, statico e di revisione contabile dell’intervento all’ingegner Elisabetta Berruti.

“Si tratta di un passaggio molto importante per il nostro territorio a partire dai Comuni direttamente interessati ma non solo – ha rivendicato Olivieri – Un segnale forte che con il lavoro in sinergia tra soggetti pubblici e privati, Enti territoriali a partire dal primo presidio rappresentato dai Comuni, Provincia, Regione, Autorità di sistema portuale e operatori del settore si posso ottenere risultati importanti e concreti e proprio il valore della concertazione con le categorie interessate è stata significativa anche nella definizione dei dettagli dell’intervento. Credo che nelle difficoltà si sia data dimostrazione della strategicità di questo ente E ricordo con piacere uno dei passaggi più importanti del mio mandato, proprio su questo tema. Io ho fatto la parte più semplice, la ‘bella figura’, ma il merito è dei dirigenti e degli uffici”.

“Ognuno di noi ha portato un contributo – ha commentato Ilaria Caprioglio, primo cittadino di Savona – i vari Comuni hanno fatto presenti le loro esigenze e poi si è cercata una mediazione che rendesse l’opera utile per tutti. Sotto l’aspetto della collaborazione e della progettualità come Provincia siamo avanti”. 

“Tutto ha avuto inizio a Vado, nel 2017 – ha ricordato il sindaco Monica Giuliano – con l’accordo di programma sulla piattaforma Maersk, quando si è capito che non sarebbe arrivato in tempo il nuovo casello autostradale. È grazie alla Provincia di Savona se questo progetto ha preso forma: è riuscita a coordinare l’interesse di un territorio specifico con quello generale di tutto il territorio. Questa riqualificazione renderà più agevole il traffico portuale e industriale facendo sì che non abbia ricadute sui Comuni vicini. Ringrazio anche APM Terminals che ha collaborato”. Nel frattempo prosegue l’iter del nuovo casello, che proprio pochi giorni fa ha compiuto a Roma un altro step: “Abbiamo anche temuto che questo progetto della superstrada lo facesse ‘saltare’ – ha ammesso Giuliano – così non è stato: è una soddisfazione”.

“Un lavoro importante e significativo – ha annunciato Nicola Isetta, sindaco di Quiliano – la superstrada riveste un ruolo fondamentale per la viabilità industriale, con questa arteria possiamo garantire sicurezza e una viabilità efficace”.

“È un salto in avanti e nel futuro – ha aggiunto Paolo Canavese di Autorità Portuale – perché mette a sistema un porto, collegandolo al territorio. Abbiamo cercato di fare un passo avanti, ed è un segnale, estendendo il confronto a tutti i Comuni che oggettivamente hanno una interazione con questa area”.

A illustrare il progetto, oltre a Olivieri, sono stati il consigliere delegato alla Viabilità Luana Isella ed il dirigente del Settore Viabilità Edilizia ed Ambiente Vincenzo Gareri. “Si tratta di un ammodernamento di una strada esistente che è sostanziale per la viabilità. Consentirà di dare vita a una graduale reindustrializzazione di quell’area”. Il progetto, redatto dallo Studio Tecnico Goso, verrà affidato a un raggruppamento temporaneo di imprese: l’importo complessivo dei lavori supera gli 11 milioni di euro. I lavori dureranno in totale 84 settimane (circa 20 mesi), con una road map divisa in 24 fasi.

In direzione Vado gli interventi previsti sono l’ampliamento della rampa di accesso per chi arriva dal casello della A10, la realizzazione di una nuova rampa vicino alle aree AZ e la rimodulazione dello svincolo Vernazza, nei pressi di Tirreno Power.

In direzione Savona, invece, si interverrà modificando lo svincolo all’altezza dei Docks ed eliminando l’immissione di via Bricchetti.

A questi si aggiungeranno una serie di interventi minori come la sostituzione dei guardrail o il potenziamento dell’illuminazione.

Categorie: Notizie Locali

ALLENAMENTI

=======================
Minibaseball Under 9
Mercoled' 18,00 - 19,00
***********************
Ragazzi under 12
Lunedì 17,45 - 19,30
Mercoledì 17,45 - 19,30
***********************
Cadetti under 15
Martedì 17,45 - 19,30
Giovedì 17,45 - 19,30
***********************
Seniores
Martedì 18,45 - 20,30
Giovedì 18,45 - 20,30
***********************
***********************

gli Appuntamenti

***********
IMPORTANTE
***********
....Stiamo arrivando ...
****************

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.