You are hereAggregatore notizie / News / Notizie Locali

Notizie Locali


Covid, in Liguria due morti e 102 nuovi positivi: 6 nel savonese

ivg.it - %age fa

Liguria. Sono 102 i nuovi positivi in Liguria. È quanto emerge dall’ultimo bollettino con i dati sull’emergenza sanitaria nella nostra Regione di Alisa e ministero.

Sei dei nuovi positivi sono stati individuati in Asl2: 4 sono stati a contatto con un caso confermato, altri 2 tramite attività di screening.

Un positivo in Asl1 accertato tramite screening. Altri 43 sono stati individuati in Asl3: 25 sono persone entrate a contatto con un positivo, 16 sono stati individuati da attività di screening e altri due all’interno di strutture socio-sanitarie. Infine, altri 52 sono stati individuati in Asl5: di questi, ben 31 sono entrati in contatto con un casi positivo mentre altri 21 sono stati individuati da attività di screening

Si precisa che la specificazione della Asl non è riferita alla residenza delle persone bensì alla sede territoriale dei laboratori dove è stato refertato il tampone.

In totale sono 3.014 i positivi al coronavirus in Liguria (esclusi i guariti con due test negativi e deceduti). Sono 68 più di ieri. I casi positivi (compresi i guariti con due test negativi e deceduti) sono in tutto 12.871 e cioè 102 più di ieri. I casi positivi individuati da test di screening sono in tutto 1.735 e cioè 19 più di ieri. Il totale dei casi positivi in pazienti sintomatici si attesta su 11.136 e cioè 83 più di ieri.

In totale sono stati effettuati 294.927 tamponi e cioè 2.991 più di ieri.

I pazienti ricoverati in ospedale sono in tutto 171 e cioè 4 più di ieri. Sono 18 quelli in terapia intensiva.

Le persone in isolamento domiciliare sono in tutto 1.483 e cioè 57 più di ieri. Il totale dei guariti, con due test negativi consecutivi, è di 8.261 e cioè 32 in più di ieri. I soggetti in sorveglianza attiva sono in tutto 2.178. I deceduti sono 1.596 e cioè due più di ieri. Sono deceduti un uomo di 87 anni ricoverato presso l’ospedale di Sarzana e un uomo di 81 anni ricoverato sempre presso l’ospedale di Sarzana.

I residenti positivi in provincia di Savona sono in tutto 196 e cioè 2 meno di ieri. Le persone ricoverate in ospedale sono in tutto 8, come ieri, ma nessuna in terapia intensiva I soggetti in sorveglianza attiva sono in tutto 253.

Categorie: Notizie Locali

Regionali, Fdi raggiante: “Oltre il 10% nel savonese”. Ma si ricontrollano le schede

ivg.it - %age fa

Savona. Grande soddisfazione per Fratelli d’Italia nella provincia savonese, che passa dal 2,65 % delle regionali 2015 al 10,40 % di quest’ultima tornata elettorale in Liguria, che rappresenta un risultato eccellente per il partito di Giorgia Meloni.

Così Claudio Cavallo, commissario provinciale: “La nostra leader Giorgia Meloni ci ha trascinato magnificamente così come è stato importante il lavoro sul territorio dei nostri 5 candidati, dei dirigenti regionali e provinciali e di tutti i presidenti di circolo a cui va un sentito grazie”.

“Grande soddisfazione per i numeri presentati ma, in attesa della proclamazione ufficiale da parte della Corte di Appello della ripartizione dei seggi, stiamo effettuando delle verifiche coadiuvati da esperti perché la nuova legge elettorale ha modificato sostanzialmente il metodo stesso di ripartizione”.

“Le novità introdotte vanno esaminate attentamente e correttamente interpretate, lavoro non facile proprio perché la nuova legge è arrivata “in corsa” e come tutte le novità vanno studiate a fondo” conclude.

Categorie: Notizie Locali

Savona, ecco il bando “Success” per la creazione di nuove imprese

ivg.it - %age fa

Savona. “Si chiama Success ed è un progetto finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale Interreg. Italia-Francia 2014-2020, con l’obiettivo di promuovere l’occupazione sostenendo la creazione di impresa, attraverso una rete transfrontaliera di servizi di scouting, coaching e tutoring, nelle filiere prioritarie del Programma”.

A spiegarlo è l’assessore allo Sviluppo Economico di Savona Maria Zunato.

“I settori d’intervento sono: nautica e cantieristica navale; turismo innovativo e sostenibile; biotecnologie blu e verdi; energie rinnovabili blu e verdi”.

“Potranno accedere al bando tutte le persone fisiche di età maggiore di 18 anni, in cerca di occupazione e residenti e/o domiciliati nell’Area di Cooperazione” conclude l’assessore savonese.

Le domande dovranno essere presentate entro le ore 17,00 del 30/11/2020, accedendo alla piattaforma: http://www.interreg-success.eu/

Categorie: Notizie Locali

Albenga, tesserato il difensore Riccardo Franco

ivg.it - %age fa

Albenga. L’Asd Albenga 1928, in vista del prosieguo della stagione calcistica 2020/2021, comunica di aver perfezionato l’accordo per le prestazioni sportive di Riccardo Franco, difensore classe 2002 cresciuto nel settore giovanile della Sanremese, nell’ultima stagione in forza all’Alassio FC.

A Riccardo va il più caloroso benvenuto da parte della presidente Claudia Fantino e di tutta la società” scrive la dirigenza albenganese.

Nella foto: Riccardo Franco con il direttore sportivo Cosimo Nuzzo

Categorie: Notizie Locali

Le scuole delle Albisole premiate con la Bandiera Verde

ivg.it - %age fa

Albisole.  I bambini indagano sull’ambiente, sull’edificio scolastico e scoprono il proprio territorio e città, propongono idee e suggerimenti alle amministrazioni e si impegnano in prima persona per la salvaguardia e il miglioramento del proprio ambiente di vita. Accade nelle Albisole ormai da 16 anni e neanche l’emergenza sanitaria ha impedito a bambini e insegnanti di portare a termine il progetto a distanza nello scorso anno scolastico. Oggi è stata consegnata ai bambini l’ambita Bandiera Verde, quale importante riconoscimento di eccellenza ambientale.

Dal 2004 i Comuni di Albisola Superiore e Albissola Marina incentivano e supportano l’adesione degli istituti scolastici al percorso Eco-Schools, con il supporto del Centro Educazione Ambientale (CEA) Riviera del Beigua.

Nell’anno scolastico 2019/2020 hanno lavorato al percorso le scuole primarie, ormai “veterane”: i bambini delle attuali classi 5A e 5B della scuola primaria di Albissola Marina hanno sviluppato un percorso di conoscenza e valorizzazione dell’importanza del suolo nella prevenzione dei rischi naturali e del verde in città, al fine di comprendere che la città è la nostra “casa”, è fondamentale prendersene cura e il verde migliora la qualità della nostra vita; i bambini delle attuali classi 4A e 4B della scuola primaria di Albisola Superiore, tra i quali troviamo anche i membri del Consiglio Comunale dei Ragazzi, hanno invece sviluppato un percorso di conoscenza e valorizzazione dell’ecosistema marino al fine di comprendere l’importanza della sua salvaguardia e della cura delle spiagge, attraverso comportamenti rispettosi dell’ambiente e plastic free. 
Dal punto di vista metodologico, il percorso Eco-Schools, promosso dalla FEE (Foundation for Environmental Education), costituisce l’occasione per realizzare esperienze di progettazione partecipata e cittadinanza attiva, in cui bambini e ragazzi possano essere attori importanti, ciascuno secondo la propria età. Se il progetto viene valutato positivamente dalla FEE, questa conferisce alla scuola la “Bandiera verde” quale riconoscimento di eccellenza ambientale.

Il coinvolgimento di tutti gli alunni viene garantito dall’impegno delle classi-pilota, che seguono più da vicino la progettazione e lo svolgimento del programma e si incaricano di farne partecipi tutti i compagni e le relative famiglie. 
Ampio spazio viene sempre dato al dialogo ed al coinvolgimento dell’Amministrazione, delle famiglie, delle Associazioni e dei soggetti presenti sul territorio locale.

Eco-schools viene poi integrato con le altre esperienze di educazione alla sostenibilità e partecipazione portate avanti dalla scuola. Il CEA Riviera del Beigua agisce in questo contesto come referente di livello locale per il progetto, fornendo un supporto didattico ed operativo attivo alle scuole coinvolte.

Categorie: Notizie Locali

“Città circolari”, Savona protagonista dello studio di Enel su sostenibilità, inclusione sociale e tecnologie

ivg.it - %age fa

Savona. Enel ha pubblicato il suo terzo studio sulle città circolari intitolato “Città circolari – Le città di domani”, dedicato a come i paesaggi urbani di domani possano raggiungere la sostenibilità ambientale, l’inclusione sociale e la competitività economica. Due le città liguri citate nel documento. Genova, dove la società sta adottando una soluzione di City Analytics per l’analisi e l’ottimizzazione del trasporto in tempo reale, e ha installato oltre 200 punti di ricarica per veicoli elettrici. E Savona dove, nel Campus Universitario, è attivo un Living Lab creato per sviluppare e testare tecnologie per reti intelligenti in un ambiente reale e controllato.

Lo studio è stato condotto con il contributo della società Arup, leader a livello globale nel campo dell’edilizia sostenibile, il Gruppo Intesa Sanpaolo, banca all’avanguardia nei finanziamenti per l’economia circolare, e Future Food Institute, ONG focalizzata sulle future sfide legate al cibo in una prospettiva circolare.

A Genova, Enel sta adottando una soluzione di City Analytics per l’analisi e l’ottimizzazione del trasporto in tempo reale, inclusa l’installazione di un’infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici diffusa in tutta la città, con oltre 200 punti di ricarica. Dal 2017, nel campus dell’Università di Genova a Savona, è attivo un Living Lab creato per sviluppare e testare tecnologie per reti intelligenti in un ambiente reale e controllato, grazie ai suoi carichi elettrici reali, prodotti dal campus stesso, oltre a impianti di produzione distribuita, tra cui fotovoltaico, co-generazione, stoccaggio di elettricità ed energia a concentrazione solare (CSP – Concentrating Solar Power).

Inoltre, il Gruppo sta sostituendo 33 milioni di contatori intelligenti di prima generazione in Italia con dispositivi di seconda generazione e, man mano che i vecchi contatori vengono smontati, plastica, metalli vari e componenti elettronici vengono opportunamente lavorati per essere utilizzati nella produzione di materie prime secondarie.

Michele Crisostomo, presidente del Gruppo Enel, ha commentato: “È all’interno delle città che la nostra società pulsa di vita e si evolve. Ogni città è diversa per architettura, cultura e contesto storico, ma tutte sono il frutto della propensione dei nostri antenati a riunire e formare comunità. L’urbanizzazione ha vissuto una repentina accelerazione negli ultimi anni, dal momento che oggi le città ospitano più della metà della popolazione mondiale e generano oltre l’80% della produzione economica globale, oltre a tutte le sfide sociali, economiche, ambientali e, come recentemente sperimentato, sanitarie. Ecco perché è fondamentale promuovere nelle nostre città la competitività economica, l’inclusione sociale e il rispetto per l’ambiente, considerando tali obiettivi in una visione che unisca innovazione e sostenibilità e che si esprima più compiutamente nell’economia circolare. La transizione verso un modo di vivere più circolare costituisce la soluzione migliore ai problemi che le città si trovano oggi ad affrontare, nonché un passo avanti indispensabile per migliorare la qualità della vita nelle città di domani.”

Francesco Starace, amministratore delegato del Gruppo Enel, ha commentato: “Molto prima che l’umanità potesse vedere il bagliore delle luci delle città dallo spazio, Parigi era chiamata la “Ville lumière”, evidenziando la grande conquista che fu l’illuminazione pubblica ai tempi. Dall’invenzione dell’illuminazione pubblica abbiamo percorso molta strada e nelle nostre città utilizziamo sempre più energia, specialmente sotto forma di elettricità, per il lavoro e la vita quotidiana. L’elettricità è, e sarà sempre di più, la linfa vitale delle città grazie alla crescente elettrificazione. In quanto attore chiave nel campo dell’energia, vogliamo contribuire allo sviluppo di una visione urbana sostenibile per il futuro. Per farlo, abbiamo iniziato coniugando obiettivi di sostenibilità economica, sociale e ambientale, prendendo in considerazione tutti i settori e gli elementi che compongono una città. Questa visione, ancora più urgente se consideriamo le difficoltà del periodo attuale, si riflette nello studio che stiamo presentando oggi ed è implementata nei progetti di città circolari che stiamo realizzando nel mondo, i quali rappresentano un ulteriore contributo verso un futuro più sostenibile”.

Le città generano oltre l’80% della produzione economica mondiale ma sono anche il luogo in cui le sfide globali sono più critiche. Re-immaginare le città di domani in termini di qualità di vita migliore, seguendo un approccio basato sull’economia circolare, rappresenta un’enorme opportunità: dal punto di vista ambientale, in quanto l’economia circolare può contribuire fino al 45% all’impegno per la decarbonizzazione globale entro il 2050 (Ellen MacArthur Foundation, 2019); dal punto di vista sociale, in quanto l’economia circolare dovrebbe creare posti di lavoro meno sostituibili dall’automazione, che richiedono nuove capacità e competenze, laddove l’ultima stima di Enel e The European House – Ambrosetti (2020)[2] parla della creazione di 2,5 milioni di posti di lavoro in Europa associati all’economia circolare nel 2018; e da un punto di vista economico, in quanto la competitività di materiali e risorse, unitamente all’uso di energia rinnovabile, può assicurare servizi più competitivi per i cittadini e minori costi per le imprese.

L’approccio della città circolare conserva il ruolo fondamentale della tecnologia integrandola in una visione più olistica, in una governance aperta e nei principi dell’economia circolare al fine di conseguire la competitività economica, la sostenibilità ambientale e l’inclusione sociale. I partenariati pubblico-privati svolgono un ruolo importante nell’implementare tale approccio.

Categorie: Notizie Locali

A Loano cinque lezioni di autodifesa per i volontari della Cri e di Pietra Soccorso

ivg.it - %age fa

Loano. d ottobre il Parco Don Leone Grossi di Loano ospiterà cinque appuntamenti con il “Progetto Araba Fenice” promosso dall’Asd Krav Maga Parabellum di Loano.

Ogni venerdì gli istruttori del settore autodifesa dell’associazione sportiva forniranno ai volontari del comitato loanese della Croce Rossa Italiana e ai loro colleghi della pubblica assistenza di Pietra Soccorso nozioni per il contenimento e la gestione delle situazioni a rischio aggressione che potrebbero crearsi durante gli interventi di soccorso.

L’ideatore e il responsabile di questo progetto è l’attuale presidente della Kmp Davide Carosa, istruttore di autodifesa ed infermiere presso l’Asl2 savonese: “In questi ultimi anni – spiegano da Krav Maga Parabellum – sempre più spesso i mass-media si sono occupati del fenomeno delle aggressioni a carico degli operatori sanitari. E nemmeno i volontari del soccorso non sono immuni da questi incresciosi accadimenti. Per questo nel 2013 abbiamo deciso di dare vita ad un progetto rivolto specificatamente a tutelare gli operatori sanitari della nostra regione e, parallelamente, ad avviare uno studio statistico che consenta di comprendere meglio la casistica e le modalità con cui si svolgono questi episodi. I risultati di tale studio sono stati presentati in occasione di congressi di livello nazionale”.

Questa nuova edizione del progetto ha ottenuto il patrocinio delle amministrazioni dei Comuni di Loano e Pietra Ligure e del Centro Sportivo Educativo Nazionale (Csen) di Savona. Il progetto, inoltre, rientra nell’ambito di “Vivi il Parco”, il progetto di sicurezza integrata varato dall’assessorato alla polizia municipale e dall’assessorato allo sport del Comune di Loano che si propone di modellare gli spazi pubblici e soprattutto di rivitalizzare i parchi cittadini affinché diventino sempre di più luoghi di socializzazione ed inclusione.

“Ringraziamo il presidente di Pietra Soccorso Gilberto Bonafè ed il presidente della Cri di Loano Alessio Violetta per aver aderito alla nostra proposta formativa. Da sempre portiamo avanti il nostro impegno non solo in ambito sportivo, ma anche in campo sociale, con diversi progetti rivolti in particolare al mondo dei giovani. Riteniamo che la cooperazione tra le diverse realtà sia fondamentale e perciò siamo molto felici del fatto che la nostra iniziativa abbia ricevuto il patrocinio delle due amministrazioni comunali.

Le lezioni si terranno nei giorni 2, 9, 16, 23 e 30 ottobre dalle 15.45 alle 18 a cura di Davide Carosa e dei due istruttori Alessandro Bonatti e Boris Tassara. Per informazioni è possibile contattare il numero 333.4577585 o inviare una mail a davide.carosa@libero.it.

Categorie: Notizie Locali

Il savonese Roberto Giannecchini nominato coordinatore nazionale di Confabitare

ivg.it - %age fa

Si è tenuta in data 18 settembre 2020 la riunione di Giunta nazionale che ha visto assegnare a Roberto Giannecchini, già presidente di Confabitare Savona e del Centro Studi dell’associazione, l’incarico di coordinatore nazionale.

Una nomina che trova motivazione nel crescente impegno di Giannecchini all’interno di Confabitare e che arriva dopo una rapida ascesa del savonese classe 1958 che solo poche settimane fa aveva preso parte ad importanti incontri presso la sede nazionale del Partito Democratico e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Categorie: Notizie Locali

Loano, al via il Progetto Pedibus: come iscriversi e come diventare accompagnatore volontario

ivg.it - %age fa

Loano. Prenderà il via ufficialmente lunedì 5 ottobre la settima edizione del Progetto Pedibus, l’iniziativa di mobilità sostenibile promossa dall’assessorato alla polizia municipale del Comune di Loano e coordinata dal comando della polizia municipale in collaborazione con le scuole Valerga e Milanesi.

Le famiglie che vorranno aderire al progetto non dovranno fare altro che compilare il modulo che è stato consegnato agli alunni questa mattina. Il documento dovrà essere riconsegnato alle insegnanti. La polizia municipale si occuperà poi di perfezionare l’iscrizione.

I genitori o i nonni che desiderino diventare accompagnatori troveranno nello stesso modulo le indicazioni per iscriversi. Chi, pur non essendo genitore o nonno, volesse proporsi come volontario può ritirare il modulo presso l’ufficio relazioni con il pubblico al pianterreno di Palazzo Doria o scaricarlo dal sito istituzionale del Comune di Loano. Una volta compilato, il documento va riconsegnato all’Urp o all’ufficio protocollo o inviato via mail all’indirizzo comando@comuneloano.it. Gli aspiranti volontari saranno poi ricontattati dalla polizia municipale. Alcuni di loro saranno tenuti a frequentare un “corso di formazione” sulle modalità per consentire ai bambini l’attraversamento dei passaggi pedonali in sicurezza.

In considerazione del perdurare dell’emergenza sanitaria da Covid-19, la polizia locale di Loano fornirà gel igienizzante all’inizio del tragitto di ogni linea; tutti i partecipanti, inoltre, saranno tenuti ad indossare le mascherine.

Spiegano il sindaco Luigi Pignocca e l’assessore alla polizia locale Enrica Rocca: “Raggiungendo ogni giorno la propria scuola a piedi anziché in macchina, gli alunni non solo contribuiscono alla riduzione delle emissioni atmosferiche e dell’inquinamento acustico, ma svolgono una salutare attività fisica e hanno l’occasione di stare a contatto con i loro coetanei. Inoltre, il progetto contribuisce ad educare i bambini a comportamenti responsabili e li invoglia a riflettere sui temi della salvaguardia dell’ambiente e dell’educazione stradale”.

“Desideriamo rivolgere un particolare ringraziamento a tutti i volontari, il cui contributo non riguarda solo lo spostamento da e verso i plessi scolastici, ma si concretizza anche nell’accompagnamento dei bimbi delle diverse classi durante le uscite didattiche ed in altri interventi al di fuori delle attività scolastiche. Un grazie speciale va a Marilena Marinelli: dopo aver coordinato per anni il progetto in qualità di agente della nostra polizia locale, da quest’anno vi prenderà parte nella veste di volontario. Nonostante il collocamento a riposo, il suo impegno per i membri più giovani della nostra comunità non è venuto meno e di ciò siamo fieri e grati”.

Categorie: Notizie Locali

A tu per tu con Jacopo Ghigliazza

ivg.it - %age fa

A tu per tu con Jacopo Ghigliazza, giocatore che milita nel Varazze Don Bosco, squadra che disputa il campionato regionale ligure di Eccellenza. Ghigliazza, nella sua carriera, ha indossato le maglie di Savona, Borgorosso Arenzano, Lavagnese, Aquanera Comollo Novi, Asti, Sestrese, Sestri Levante, Valenzana Mado, Casale, Albissola, Vado, Finale.

Parliamo di Sport: a tu per tu con Jacopo Ghigliazza

Il top player varazzino analizza il precampionato dei nerazzurri e dell'opportunità di essere stato allenato da tecnici di grande spessore come Fossati, Monteforte e Caverzan

Publiée par IVG.it Sport sur Mercredi 23 septembre 2020

Jacopo Ghigliazza, classe 1991, che gioca nel ruolo di centrocampista centrale, ci parla dei momenti principali della sua carriera, raccontandoci vari episodi vissuti sul campo di gioco, e ci spiega le aspettative dell’attuale stagione in maglia nerazzurra.

Categorie: Notizie Locali

Scuole savonesi nel mirino dei sindacati, lettera al Prefetto: “Mancanza di organico e ritardi”

ivg.it - %age fa

Savona. I sindacati savonesi della Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola scrivono una lettera al prefetto Antonio Cananà per chiedere di farsi portavoce presso il Governo delle “difficoltà che sta vivendo il mondo della scuola savonese”.

“Molti i punti critici non ancora risolti rispetto all’avvio dell’anno scolastico in provincia di Savona – scrivono dai sindacati – Primo fra tutti la questione organico. La priorità assoluta ed urgente è la copertura di tutti i posti in organico. Difficile il ritorno ad una ‘normalità’ seppure con stringenti regole. Occasione fondamentale, da noi voluta e sostenuta a gran voce per non acuire quel divario inevitabilmente creatosi durante i mesi del lockdown, tra chi ha avuto accesso ad una buona didattica a distanza e chi, spesso per ragioni socio economiche, ha potuto usufruirne solo in parte”.

“Tuttavia non è stato e non è un avvio tranquillo a causa di numerosi problemi – prosegue la lettera diretta al prefetto – Non tutti e non sempre riconducibili a SARS-CoV-2. I tempi assai ristretti per gestire migliaia di domande pervenute da aspiranti docenti e la tardiva pubblicazione delle graduatorie GPS riportanti inevitabilmente numerosi errori, non ultima una procedura di assegnazione delle supplenze che il MI aveva garantito essere completamente informatizzata e che invece è risultata essere di pesantissimo aggravio del lavoro degli uffici amministrativi, ha come conseguenza un eguale ritardo nell’individuazione dei docenti supplenti per la copertura di migliaia di posti”.

“Per una serie di scelte operate a livello nazionale sia gli Uffici Scolastici che dovrebbero supportare le istituzioni locali, sia il personale assegnato a queste ultime scontano una condizione di insufficienza dovuta ad anni di tagli alle risorse destinate al pubblico impiego e in particolare al sistema di istruzione” aggiungono dai sindacati.

“Oggi, nella situazione emergenziale che stiamo vivendo, queste carenze impediscono di garantire non solo l’avvio, ma anche una prosecuzione delle attività in condizioni di necessaria sicurezza, compromettendo quindi la regolare erogazione di un servizio pubblico costituzionalmente garantito da parte di chi ne avrebbe la responsabilità – sottolineano dai sindacati – La stessa decisione di implementare l’organico assunta dal MI rischia di vedere vanificati i suoi effetti, avendo condizionato la durata dei contratti all’andamento della situazione epidemica e alle eventuali decisioni conseguenti. Ciò farebbe venir meno ogni effettiva garanzia di continuità didattica”.

“La mancata stabilizzazione del personale su una vasta platea dei posti vacanti in organico pari al 76,27% per il personale docente e al 24% per il personale Ata ha riflessi pesanti sulla funzionalità delle scuole; si pensi ad esempio ai collaboratori scolastici, profilo professionale già carente rispetto alla rete delle scuole savonesi che hanno un numero di plessi assai rilevante e spesso dislocati in comuni diversi. Un dato che dimostra quanto sia difficile per i dirigenti scolastici e lo stesso personale garantire la vigilanza e la sicurezza degli alunni e degli ambienti, ancor più problematico rispetto ad una situazione emergenziale che implica anche una frequente e adeguata igienizzazione delle strutture”.

“La scarsa disponibilità di spazi, nonostante la ricerca spasmodica sul territorio durante i mesi estivi di luoghi idonei allo svolgimento di attività didattiche in presenza, non ha consentito di evitare l’uso prolungato di mascherine sia per gli studenti che per il personale durante l’orario scolastico, regola che si impone laddove non è possibile rispettare la distanza di sicurezza voluta dal CTS e si vuole garantire una presenza in aula per tutti gli studenti” recita ancora la lettera.

“Il forte ritardo, inoltre, nell’invio di dotazioni e arredi utili a consentire uno sdoppiamento delle aule ha di fatto comportato orari scolastici frammentati determinando così notevoli criticità anche sul versante della gestione dei trasporti. Come denunciato per tempo dalle nostre organizzazioni, il non aver voluto rimandare l’avvio delle lezioni a dopo le votazioni ha messo in difficoltà le scuole, ampiamente utilizzate per le operazioni elettorali, relativamente alla sanificazione e pulizia dei locali”.

Così termina la lettera: “Segnaliamo anche incertezze riscontrate rispetto alla gestione dei casi Covid e il ritardo nell’individuazione dei referenti Covid per scuole e famiglie. Avremmo auspicato, in definitiva, ben più attenzione e responsabile impegno da parte delle istituzioni locali, anziché veder trasformate le difficoltà del momento, come talvolta è accaduto, in mero pretesto per la propaganda elettorale”.

Categorie: Notizie Locali

Alassio, extracomunitari in un alloggio di via Don Barbera: due sanzionati

ivg.it - %age fa

Alassio. Due persone sono state sanzionate dalla polizia di Stato di Alassio per aver ospitato irregolarmente due extracomunitari in un immobile. A finire nel mirino del commissariato il proprietario e l’affittuario dell’alloggio.

La sanzione per violazione dell’art. 7 del decreto legislativo 286/98 è arrivata ieri pomeriggio al termine di una articolata attività di indagine. I poliziotti, insieme a personale dell’Ufficio Immigrazione, hanno controllato un appartamento in via Don Barbera: all’interno hanno rilevato la presenza irregolare dei due extracomunitari. Per uno dei due, sprovvisto di documenti in regola, sono in corso ulteriori indagini per l’eventuale allontanamento dal territorio nazionale.

A proprietario e affittuario sono state contestate anche due violazioni all’art. 5 dello stesso decreto per la mancata comunicazione di presenza. In corso anche verifiche fiscali per quanto riguarda il contratto di locazione e la sublocazione “in nero” per presunto sovraffollamento dell’appartamento in difformità del certificato di idoneità alloggiativa. Per le altre unità immobiliari al vaglio degli agenti le indagini proseguiranno nei prossimi giorni.

Categorie: Notizie Locali

Podismo, domenica una gara per chi ama la salita: da Bossoleto alla Madonna della Guardia

ivg.it - %age fa

Alassio. Domenica 27 settembre si terrà la prima edizione della Salita alla Madonna della Guardia, una manifestazione podistica frutto della collaborazione nata tra le associazioni podistiche dilettantistiche Albenga Runners e Baia del Sole Alassio e Laigueglia e con il patrocinio dei Comuni di Villanova d’Albenga e Alassio.

La corsa non competitiva si svolgerà su un percorso completamente asfaltato di 7,7 chilometri, con un dislivello positivo di 500 metri.

Le partenze saranno singole, ogni 15 secondi, per osservare le norme di sicurezza dettate dall’emergenza Covid-19. Lo start verrà dato dalla frazione Bossoleto di Villanova d’Albenga; si attraverserà la frazione di Caso e si arriverà sul piazzale posto ai piedi del Santuario di Nostra Signora Madonna della Guardia (nella foto), luogo di culto cattolico situato sulla vetta più alta del crinale del monte Tirasso, nel comune di Alassio.

Da lì tutti i partecipanti godranno del meraviglioso panorama sulla costa del ponente ligure e potranno ristorarsi e ritirare la sudata medaglia di partecipazione. La manifestazione è aperta a tutti e le iscrizioni si effettuano inviando una mail alla casella di posta elettronica info@albengarunners.it.

Il ritrovo è fissato per le ore 8 in piazza Don Pietro Enrico a Bossoleto. Il costo di iscrizione è di 10 euro; il primo concorrente partirà alle ore 9.

.

Categorie: Notizie Locali

Regionali, Pd Albenga: “Soddisfatti del risultato. Certi che i nostri eletti faranno un ottimo lavoro”

ivg.it - %age fa

Albenga. “Si è conclusa una importante e difficile tornata elettorale per la nostra Regione che ha visto il grande impegno dei nostri candidati e di tanti iscritti e simpatizzanti che, una volta ancora, hanno dimostrato amore e impegno per il territorio e per le Istituzioni; a tutti loro va il nostro sincero ringraziamento”.

Inizia così il commento sulle elezioni Regionali 2020 appena concluse da parte del Partito Democratico di Albenga nella parole del segretario cittadino Ivano Mallarini, che ha proseguito: “Avremmo preferito festeggiare una vittoria, che avrebbe significato un radicale cambiamento nella guida della nostra Regione, a cominciare dalla Sanità, ma siamo certi che gli eletti del PD sapranno fare un ottimo lavoro incalzando la maggioranza soprattutto su quei temi che hanno così impoverito la nostra Provincia”.

“Ciò premesso non possiamo che essere soddisfatti per il risultato del PD e di tutta la Coalizione nel nostro territorio. Risultato che, seppur non sufficiente per vedere candidati eletti, ha numeri e dimensioni del Centro Sinistra davvero importanti e che dimostra quanto le sue persone siano radicate e riconosciute vicine alla nostra comunità”, ha proseguito.

“Ai nostri avversari del Centro Destra di Albenga, che non mancano di attaccarsi tra loro anche in questi giorni, ricordiamo che i numeri, il radicamento e i comportamenti dei candidati dimostrano come il Centro Sinistra ad Albenga sia forte e coeso, quindi la Giunta e il Sindaco di Albenga ne escono certamente politicamente rafforzati”, ha aggiunto ancora.

“Al ‘perenne perdente’ Ciangherotti, rammentiamo infine che, una volta ancora, il Centro Destra, nonostante ben 4 eletti in provincia di Savona non è riuscito o meglio ha scelto di non essere rappresentato dagli albenganesi; ed è questo il giudizio più semplice e devastante su chi aspira e pretende di poterli rappresentare”, ha concluso Mallarini.

Categorie: Notizie Locali

Bocce, final four femminile: la Borgonese festeggia il terzo scudetto della sua storia

ivg.it - %age fa

Loano. Nel bocciodromo di Loano, teatro di tredici finali scudetto maschili, è calato il sipario sulla final four del massimo campionato femminile e la Borgonese può brindare al suo terzo scudetto, dopo quelli del 2017 e 2019, intervallati dal bronzo del 2018.

Ha provato a contenderle l’ultimo atto la cuneese Forti Sani di Fossano, ma l’esito conclusivo, al di là delle suggestioni della vigilia, è stato di esemplare, significativa coerenza con quanto espresso dalla fase di qualificazione. Subito decisiva la fase iniziale del confronto, con la Borgonese che è riuscita a mettere il sigillo su 6 punti pesantissimi (con la coppia Perotto-Camilla e le soliste Ziliotto e Depetris), alla luce delle successive prove di corsa decisamente favorevoli alle valsusine di Paola Alpe. E infatti dopo il successo della staffetta (37 a 34 per Traversa-Ziliotto contro Avveduto-Gerbaudo) e i due punti strappati dalla Depetris alla Gerbaudo nel tiro di precisione, l’eccellente score di 39 su 45 ottenuto da Traversa nel progressivo, ha tranciato (non per l’aritmetica che concedeva alle fossanesi ancora l’opportunità del pareggio) il filo di speranza a cui erano aggrappate le donne del tecnico Cristina Bonesio. Le ultime quattro prove sono servite ad accompagnare la Borgonese sul gradino più alto, grazie alla solista Perotto e alla coppia Ziliotto-Lombardi, per il definitivo 16-8. Un titolo tricolore conquistato anche dalla carcarese Francesca Carlini, che fa parte della formazione campione d’Italia.

Il presidente federale, Marco Giunio De Sanctis, che ha voluto portare il suo saluto e quello della Federazione ai protagonisti della fase conclusiva del campionato italiano di società femminile, così si è espresso al termine della competizione: “Intanto mi complimento con la società Borgonese e le sue atlete per il prestigioso successo ottenuto, ma non vanno dimenticate le altre tre interpreti di questa emozionante due giorni. Un ringraziamento anche alla società Loanese per l’impegno profuso. Con questo campionato italiano abbiamo già assegnato quattro titoli e ci avviamo a vivere due grandi momenti: la finale scudetto del volo ad Aosta, domenica 27 settembre, e le finali maschili e femminili della raffa, il 18 ottobre a Roma. Entrambi gli eventi saranno trasmessi in diretta dalla Rai, e questo non fa che accrescere l’aspetto mediatico e rendere più visibile la nostra disciplina sportiva. Come tutto lo sport italiano anche noi dobbiamo adeguarci , rendendo le Bocce più moderne e adeguate ai tempi, puntando sull’aspetto promozionale e su quello paralimpico”.

Il commissario tecnico della nazionale femminile, Piero Amerio, ha assistito all’evento con grande interesse. “È stato molto bello – ha dichiarato – rivedere all’opera le donne dopo la sosta forzata. Ho pure visto delle belle prestazioni. Ha vinto la squadra più attrezzata e che godeva i favori del pronostico; anche se poteva succedere di tutto, considerata l’inattività e l’incertezza dello stato di forma. La Forti Sani in semifinale ha fatto valere l’esperienza, ma nulla ha potuto in finale. Non voglio fare delle classifiche, ma ho visto una Caterina Venturini in forma; bene la Valentina Basei, come Serena Traversa, e così Marika Depetris; sempre inossidabile Barbara Gerbaudo; brave la capitana Micol Perotto, come la Ziliotto e la Avveduto; mi ha fatto piacere rivedere Francesca Carlini che sta arrivando nuovamente alla forma fisica ottimale. Purtroppo il Covid ha quasi azzerato tutti i bei progetti messi in cantiere per il settore femminile. Ma ci rimbocchiamo le maniche e ripartiamo. Le azzurrabili ? Non è da questa manifestazione che si possono trarre considerazioni. La maglia azzurra non è preclusa a nessuno e se la merita chi si impegnerà con costanza e regolarità nel corso dell’intera stagione”.

Nella foto: le campionesse d’Italia della Borgonese

Categorie: Notizie Locali

Eccellenza: Alessandro Buonocore è un giocatore del Finale

ivg.it - %age fa

Finale Ligure. Con grande soddisfazione la società Asd Fbc Finale comunica di aver raggiunto l’accordo con il giocatore Alessandro Buonocore per assicurarsi le sue prestazioni sportive a partire dalla stagione sportiva 2020/2021.

Il centrocampista classe 2001, cresciuto nel settore giovanile del Genoa, vestirà così i colori finalesi per la quarta stagione consecutiva, mettendo a disposizione di mister Pietro Buttu qualità e sostanza nel cuore del gioco.

“A lui va un grande augurio di un futuro ricco di reciproche soddisfazioni nella stagione prossima ventura e nel prosieguo con indosso la divisa giallorossoblù” scrive la dirigenza finalese.

Nella foto: Alessandro Buonocore con il direttore sportivo Viviano Rolando

Categorie: Notizie Locali

Melgrati (FI): “Nonostante la campagna acquisti di Cambiamo ci siamo difesi”

ivg.it - %age fa

Alassio. “Forza Italia, che in questi anni ha visto nel corso delle ultime tornate elettorali un calo fisiologico dei consensi in Liguria, ha dovuto fare i conti anche con un altro elemento che ha portato ad una ulteriore riduzione dei consensi, elemento legato al fatto che per mero egoismo politico, rinunciando e rinnegando il passato, l’intero apparato partitico presente nella nostra provincia si è trasferito all’interno del nuovo incubatore creato dallo stesso presidente Toti”.

Inizia così il commento del coordinatore provinciale di Forza Italia Marco Melgrati sul risultato delle elezioni regionali.

“Nonostante ciò già da subito l’attuale Forza Italia ha appoggiato il presidente Toti, facendo parte funzionalmente di questa coalizione di centrdestra, rappresentando l’anima più moderata, pur con i distinguo del caso. Il percorso condotto insieme a Liguria Popolare altro non è che l’embrione di un nuovo soggetto politico che ridarà, a livello nazionale, voce a tutto quell’elettorato moderato, cattolico, liberale, europeista e non estremista che oggi non si rispecchia nelle politiche populiste e che non trova una eco nazionale in Cambiamo, per ora movimento regionale”.

“Sicuramente la massiccia visibilità mediatica conquistata da Toti durante tutta la fase del Covid-19 e ancora prima con la ricostruzione del ponte Morandi gli ha giovato e la sua lista ha effettuato un sorpasso sulla Lega”.

E il coordinatore forzista aggiunge: “Siamo partiti tre mesi fa con la volontà di ricostruire un partito distrutto e svuotato della sua dirigenza, confluita quasi ‘manu militari’ in Cambiamo. Eppure i numeri che abbiamo fatto su Imperia mi sia consentito di dire che hanno quasi del miracoloso, e sicuramente lo si deve all’apporto determinante di Claudio Scajola. Siamo andati benissimo anche sul ponente savonese: ad Albenga siamo il secondo partito dopo la Lega e stiamo parlando della seconda città più popolosa della provincia dopo il capoluogo; sono numeri da non sottovalutare, grazie anche ai due candidati Eraldo Ciangherotti e Pietro Balestra”.

“L’attuale assenza di una struttura partitica ha visto sul Savonese, Savona città e Val Bormida un risultato elettorale deludente, ma in previsione delle prossime amministrative a breve verranno intraprese delle iniziative al fine di recuperare il vuoto creatosi ricostruendo un rapporto con il tessuto sociale del territorio”.

“Ora è il momento di guardare al futuro e non commettere gli errori del passato. L’anno prossimo la nostra provincia verrà di nuovo chiamata al voto per eleggere e/o riconfermare alcune amministrazioni cercando di proporre agli elettori lo stesso modello politico che ci ha portato alla vittoria della Regione”.

“Ma se a livello regionale la lista di Toti è la prima in termini di preferenze, in provincia di Savona lo scenario è completamente diverso. L’ottimo lavoro fatto dal Senatore Ripamonti sul territorio ha portato la Lega ad essere il primo partito in Provincia di Savona, risultato in netta controtendenza rispetto al risultato nelle altre provincie. Di questo non possiamo che tenerne conto ritenendo quindi che la Lega e il suo coordinatore siano pienamente legittimati a presiedere e coordinare tutti i tavoli della coalizione per l’individuazione dei candidati sindaci e consiglieri comunali. I partiti ampiamente rappresentati dai vari coordinatori avranno il difficile compito di individuare e dettare le strategie migliori per ogni singolo territorio in cui si andrà al voto”.

“Per concludere un’ultima riflessione, nel comune di Alassio, dove il sottoscritto ha l’onore di essere il sindaco, come tutti ben sanno alle scorse elezioni comunali, per una questione di egoismi personali e strategie politiche “ad personam” è stato presentato all’elettorato uno scenario politico nell’area di centrodestra spaccato. Comprendo le mire di qualche soggetto nel voler conquistare il mondo e di qualche suo gregario di vedere riconosciuti meriti che nella vita privata e lavorativa hanno difficoltà a raggiungere, ma tutto questo non deve essere anteposto al bene del paese e della sua collettività”.

“Il mio appello al presidente Toti è quello di continuare ad essere intellettualmente onesto mantenendo la stessa linea politica che lo ha portato alla vittoria anche sul nostro territorio provinciale, facendo si che ogni soggetto coinvolto nella partita svolga e mantenga il proprio ruolo evitando che, calcisticamente parlando, ricoprano ruoli che non gli competono e che non sarebbero neanche in grado di svolgere” conclude Melgrati.

Categorie: Notizie Locali

Calizzano, al via la riqualificazione della passeggiata lungo Bormida e di frazione Bosco

ivg.it - %age fa

Calizzano. Al via i lavori di manutenzione straordinaria sulla passeggiata lungo Bormida in piazza Vittorio Veneto (tra il Ponte Avvocato Angelo Nari e il Salone Giuseppe Verdi). “Continuiamo nell’attività di difesa e valorizzazione del nostro territorio, per chi ci vive e lavora, promozione e miglioramento dell’offerta per chi lo sceglie come meta turistica” spiegano in una nota dal Comune.

L’intervento di riqualificazione integrale della zona prevede l’abbattimento delle barriere architettoniche, la realizzazione di nuova pavimentazione, sostituzione delle alberature, adeguamento ai criteri normativi di sicurezza e accessibilità, realizzazione di dotazioni tecnologiche. Lavori anche in frazione Bosco, dove verrà effettuata la sistemazione al ponte, alle arginature dell’omonimo Rio e al tratto di strada comunale a monte dello stesso.

L’importo complessivo dell’intervento di adeguamento, valorizzazione, miglioramento e messa in sicurezza, reso possibile dall’ottenimento di contributo da Regione Liguria, tramite l’attività di coordinamento ed assegnazione di Anci Liguria, è pari a 50 mila euro.

 

Categorie: Notizie Locali

Dall’associazione Vecchia Albenga un premio agli operatori sanitari

ivg.it - %age fa

Albenga. L’Associazione Vecchia Albenga ogni anno è solita consegnare un attestato di riconoscimento a quelle categorie che, con la loro attività, hanno dato un concreto contributo all’intera cittadinanza albenganese.

Quest’anno, vista l’eccezionalità della pandemia, saranno premiati gli oltre 230 operatori che hanno operato durante l’emergenza nell’ospedale di Albenga ed agli albenganesi che, parimenti, hanno operato negli altri plessi ospedalieri. Inoltre saranno inclusi i medici di famiglia e gli enti ed associazioni più direttamente coinvolti.

La cerimonia di consegna dei riconoscimenti avverrà domenica 27 settembre, alle 16, presso l’Arena del Mare al Seminario Vescovile.

Affermano dall’Associazione Vecchia Albenga: “Abbiamo deciso di premiare chi ha combattuto il Covid a difesa della popolazione, sottoponendosi ad un instancabile lavoro con turni infiniti e stress psicofisico. Siamo molto felici di aver organizzato quello che sarà un momento di festa per la consegna dei riconoscimenti, ma anche un momento di riflessione per tutti noi”.

Categorie: Notizie Locali

Maltempo, prolungata l’allerta nel levante savonese ed entroterra: si prevedono venti forti e mareggiate

ivg.it - %age fa

Liguria. Ancora una fase perturbata sulla Liguria con piogge, temporali anche forti, venti in rinforzo e mareggiate intense in particolare sul levante. Arpal, dunque, ha modificato l’allerta per piogge diffuse e temporali.

Sul centro della regione ed entroterra di levante (zone B ed E) sarà gialla fino alle 6 di domani, venerdì 25 settembre. Per il levante (zona C) allerta differenziata a seconda dei bacini: nei bacini piccoli sarà gialla fino alle 16 poi arancione fino a mezzanotte quindi gialla fino alle 8 di domani venerdì 25 settembre; nei bacini medi gialla fino alle 16 poi arancione fino a mezzanotte quindi gialla fino alle 10 di domani venerdì 25 settembre; nei bacini grandi gialla dalle 16 di oggi alle 10 di domani venerdì’ 25 settembre.

La zona A corrisponde alla costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa; la zona B alla costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno; la zona C la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla; la zona D Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida; la zona E Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia.

Nella notte una cella temporalesca, monitorata in corso d’evento da previsori e idrologi di Arpal, ha interessato la zona tra il ponente genovese, Arenzano, Cogoleto e immediato entroterra: intensità molto forte a Lerca (Cogoleto)con 69.6 millimetri in un’ora, 40.4 in 30, 22 in 15 minuti e 8.6 in 5 minuti. 28.2, invece, la cumulata oraria a Madonna delle Grazie (Genova). In mattinata deboli precipitazioni hanno interessato le zone interne della provincia di Genova mentre un intenso nucleo temporalesco è presente in mare davanti alle coste spezzine. Lo scenario che si prefigura per le prossime ore è quello di un ritorno delle precipitazioni, che saranno possibili su tutta la regione ma in particolare sul centro levante, stante il flusso da sud ovest che potrà dare origine, incrociandosi con quello da sud est, a fenomeni temporaleschi forti, organizzati e, sul levante, anche con locale carattere di persistenza.

Tra la notte e la mattinata di domani, venerdì 25 settembre, le precipitazioni più intense sono previste concentrarsi sul levante pur permanendo, nell’entroterra dello stesso levante e nella zona centrale della regione, la possibilità di fenomeni localmente forti. Attenzione anche ai venti e al mare: i venti rinforzeranno dai quadranti meridionali, fino a forti con raffiche mentre, domani sera, ruoteranno, sempre con raffiche, da nord. Il moto ondoso è destinato ad aumentare e domani, venerdì, ci attendiamo mareggiate su tutte le coste, anche intense a levante.

Ecco l’avviso meteorologico con la descrizione dei fenomeni più significativi previsti.

Oggi, giovedì 24 settembre, l’approssimarsi di un fronte atlantico favorisce l’arrivo di correnti instabili, in particolare sul levante della regione. Si attendono rovesci e temporali in intensificazione tra il pomeriggio e la sera, con alta probabilità di fenomeni forti organizzati e persistenti su C, alta probabilità di temporali forti o organizzati su B ed E, bassa su A e D. Cumulate di pioggia fino a elevate su C, significative su B ed E. Venti meridionali con raffiche fino a forti, 50-60 chilometri orari su A, B e C e rilievi di D ed E. Moto ondoso in aumento con mare molto mosso sotto costa.

Domani, venerdì 25 settembre, il transito del fronte durante la notte favorisce, ancora, possibili temporali forti o organizzati su C, bassa probabilità di fenomeni forti altrove. Tendenza ad attenuazione dei fenomeni nel corso della notte a partire da Ponente. Possibile nuova fase temporalesca nelle ore pomeridiane. Venti da sud-ovest fino a burrasca forte lungo i capi esposti di A, anche rafficati (80-90 chilometri orari) fino a burrasca su C (60-80 chilometri orari), forti altrove. Mare in aumento, possibili mareggiate su A e B, fino ad intense al pomeriggio su C (periodo 8-10 secondi da sud ovest).

Sabato 26 settembre venti forti settentrionali con raffiche irregolari (50-60 chilometri orari) soprattutto sui rilievi di D ed E, lungo le aree costiere di B e C e parte orientale di A. Mare, al mattino, ancora agitato su C con possibili mareggiate (periodo 9-10 secondi. da sud ovest), in calo a molto mosso. Localmente agitato su A e B, anche su queste zone in calo a partire dai settori centrali.

La sala operativa regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta. In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul sito https://allertaliguria.regione.liguria.it, inviato anche tramite Twitter (segui @ARPALiguria). Sulla pagina www.facebook.com\ArpaLiguria post con immagini, grafici e dati.

Categorie: Notizie Locali

ALLENAMENTI

=======================
Minibaseball Under 9
Mercoled' 18,00 - 19,00
***********************
Ragazzi under 12
Lunedì 17,45 - 19,30
Mercoledì 17,45 - 19,30
***********************
Cadetti under 15
Martedì 17,45 - 19,30
Giovedì 17,45 - 19,30
***********************
Seniores
Martedì 18,45 - 20,30
Giovedì 18,45 - 20,30
***********************
***********************

gli Appuntamenti

***********
IMPORTANTE
***********
....Stiamo arrivando ...
****************

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 2 visitatori collegati.